Android 13: cosa c'è da sapere sul nuovo OS di Google

Google sta già lavorando ad Android 13: in questa news scopriamo tutte le novità e le feature in arrivo con il nuovo sistema operativo.

Sebbene Android 12 sia stato presentato da appena due mesi con il lancio di Google Pixel 6 e Google Pixel 6 Pro, gli ingegneri e i programmatori di Google sono già a lavoro sulle novità e le feature in arrivo con Android 13. Come sempre il nuovo OS verrà presentato ufficialmente durante il prossimo autunno, ma è verosimile che l’azienda inizierà a rilasciare le prime beta interne (esclusive per gli sviluppatori Google) già a partire dal Q2 2023.

Android 13: tutte le novità e le feature in arrivo

Benché i tempi non sono ancora maturi, già oggi si conoscono alcune feature che troveranno posto all’interno di Android 13. In questa news andremo a scoprire le novità a cui sta lavorando il colosso di Mountain View e quali funzionalità aggiuntive offriranno agli utenti muniti degli smartphone Android.

android 13 novità feature

Supporto al Bluetooth LE Audio

L’arrivo di Android 13 migliorerà di molto la qualità audio in trasmissione con le cuffie Bluetooth e anche la loro autonomia. Infatti, qualche giorno fa abbiamo scoperto che il team di Android 13 sta lavorando al supporto Bluetooth LE Audio all’interno del nuovo sistema operativo. LE Audio, il nuovo standard per la trasmissione audio tramite Bluetooth Low Energy (LE), permetterà di trasmettere audio a qualità maggiore e offrirà l’ascolto in contemporanea su un numero illimitati di dispositivi.

Supporto a più idiomi all’interno delle app

Gli sviluppatori di applicazioni Android devono supportare più lingue all’interno delle proprio app, il più delle volte in relazione alla lingua di sistema impostata dall’utente. Nei giorni scorsi, però, è stata scoperta la funzionalità “Panligual" su Android 13 che, stando alle prime informazioni pubblicate in rete, consentirà di impostare idiomi differenti all’interno delle app Android. Ad esempio, sarà possibile utilizzare l’inglese per la UI di WhatsApp, l’italiano su Google Maps e un’altra lingua per Telegram; il tutto sarà gestibile dall’utente tramite il pannello “Lingue e immissione" oppure tramite “Informazioni app“.

Android 13 migliorerà la gestione dei processi

L’arrivo di Android 12 ha introdotto il nuovo sistema di gestione dei processi noto come “Phantom Processes“: esso si occupa di terminare i processi in background che consumano troppe risorse della CPU e potenzialmente dannose per l’autonomia generale del device. Con Android 13, però, arriverà una nuova gestione dei processi in background che permetterà agli utenti di disabilitare Phantom Processes tramite il pannello delle Opzioni sviluppatore. In tal modo ogni utente potrà decidere di volta in volta quale app escludere dalla lista per evitare che i processi in background vengano terminati.

Nuova UI per la lock screen e TARE

Poco meno di una settimana fa una lunga scia di screenshot matteva in evidenza alcune novità di Android 13 a cui Google starebbe lavorando, soprattutto per quanto riguarda la nuova UI della lock screen e il sistema TARE. Entrando nello specifico, con Android 13 ci sarà una piccola (ma interessante) modifica al design del widget dell’orologio che si manterrà su due righe anche a seguito dell’arrivo di una notifica, mentre il sistema “The Android Resource Economy" – TARE – introdurrà dei limiti alle app in background in base all’utilizzo della batteria e di altri parametri.

Scansione dei codici QR più rapida

Il colosso di Mountain View sta lavorando a un sistema rapido per la scansione dei QR code tramite un pratico toggle rapido. La funzionalità, come si vede nell’immagine sottostante, permetterà all’utente di attivare rapidamente l’interfaccia per scansione un QR code direttamente dalla lock screen e senza dover sbloccare il telefono e avviare un’apposita applicazione.

android 13 qr code leak

Trasferimento rapido dell’audio in playback

Un po’ come la funzione Handsoff di Apple su iOS e iPadOS, con Android 13 arriverà un sistema di trasferimento rapido dell’audio in playback verso altri dispositivi compatibili. Le informazioni svelano che il team di Google potrebbe sfruttare la connettività Bluetooth, l’NFC o un chip UWB (Ultra-Wideband) per facilitare il trasferimento audio verso un altro device.

android 13 playback audio trasferimento

Una nuova UI per i dispositivi in riproduzione

Piuttosto che una nuova feature, il team di sviluppo di Android 13 sta cambiando il design relativo all’interfaccia di controllo dei dispositivi audio in riproduzione. L’obbiettivo del colosso hi-tech è quello di rendere più semplice e immediato il controllo dei dispositivi abbinati allo smartphone, come si può notare nell’immagine sottostante.

android 13 ui dispositivo riproduzione

Conclusione

Queste erano le nuove feature di Android 13 finora note: è lecito presumere che nel corso dei prossimi mesi scopriremo ulteriori novità grazie a leak, indiscrezioni e cambiamenti nel canale AOSP. Vi terremo informati non appena ci saranno notizie interessanti su Android 13.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti