Samsung ha appena svelato i nuovi Galaxy Note20 e Note20 Ultra 5G durante l’evento “Galaxy Unpacked” tenutosi poche ore fa. I due nuovi flagship sono due “mostri di potenza”, con banchi RAM fino a 16 GB di tipo LPDDR5, memorie UFS 3.0 e potenti processori Exynos 990. Dalla produttività all’intrattenimento, i nuovi device dell’OEM sudcoreano possono garantire alte prestazioni anche durante il gaming da mobile… e, sorpresa delle sorprese, anche da console Xbox.

Galaxy Note 20: si può giocare ai titoli Xbox

Grazie al nuovissimo Xbox Game Pass Ultimate di Microsoft, dal 15 settembre vi basterà scaricare l’app dedicata sul proprio dispositivo Galaxy per giocare ai titoli di Xbox Game Studios direttamente sul proprio smartphone; all’interno dello store ci saranno giochi di successo come Minecraft Dungeons, Gear 5, Destiny 2 e molti altri ancora. Se ci pensate, questa è una rivoluzione assoluta nel panorama dell’home gaming.

Inoltre, grazie al Game Booster basato su AI e all’ottimizzazione della risposta audio Bluetooth, latenza al touch a 240 Hz, il dispositivo Galaxy non sarà più un semplice dispositivo multimediale, ma un’estensione del vostro PC così come della vostra console.

Dite addio ai classici giochini passatempo come Candy Crush e Angry Birds! Pensate alla bellezza di godere di un capolavoro come Forza direttamente sul vostro flagship preferito. Con il 5G ultra-veloce e l’ottimizzatore Wi-Fi poi, le partite in multiplayer a Fortnite non conosceranno ostacolo alcuno; potrete assaltare i vostri amici durante le sessioni online senza lag o ritardi.

Quindi si può dire che i nuovi Galaxy Note 20 e Galaxy Note 20 siano dei gaming-phone? Azzardata come osservazione, ma per certi versi si può dire che è proprio così. L’accordo con Microsoft è sicuramente un fattore deterrente per questa feature esclusiva ma l’hardware senza compromessi degli elegantissimi smartphone Samsung svolge un ruolo essenziale.

L’inclusione del cloud gaming di Project xCloud con Xbox Game Pass Ultimate sferra un potentissimo colpo di grazie alla piattaforma Google Stadia, elevando i nuovi device a piccole console portatili.

Come se non bastasse, grazie alle collaborazioni con diversi produttori di periferiche gaming, si potrà godere di un controller Razer (in stile Switch) per smartphone (ci riferiamo al nuovo Kishi for Android), del supporto per il joystick Xbox di PowerA, MOGA Mobile o di 8BITDO. Se volete completare il tutto vi suggeriamo anche le cuffie SteelSeries Artics 1 Wireless con microfono integrato. Che la partita abbia inizio.