La versione con il chipset Exynos 990 del prossimo Samsung Galaxy Note 20 Ultra è stato individuato su Geekbench, fornendoci qualche indizio sulle prestazioni.

Note 20 Ultra con Exynos 990: indizi

Samsung si sta preparando al lancio della sua serie di smartphone di punta Galaxy Note 20: i dispositivi saranno svelati durante il prossimo evento Galaxy Unpacked 2020, previsto per il 5 agosto 2020. Sebbene le varianti con Snapdragon della gamma Samsung Galaxy Note 20 siano già trapelate nelle ultime settimane, poche ore fa è emerso sul noto database Geekbench anche il modello con il chipset Exynos 990 del Note 20 Ultra, come potete vedere nello screenshot di seguito.

Da Geekbench traspare che il Galaxy Note 20 Ultra (con il numero di modello Samsung SM-N986B) è riuscito a ottenere un punteggio di 928 nel test single-core e 2.721 nel test multi-core. Il database conferma anche che il Note 20 Ultra verrà fornito con il processore Exynos 990 del colosso sudcoreano, abbinato a 12 GB di RAM e con preistallato l’ultimo sistema operativo Android 10, aspetto che non sorprende affatto. Possiamo tranquillamente presumere che le restanti specifiche del phablet resteranno le stesse della sua controparte con con sotto il cofano il processore di Qualcomm.

La paura degli utenti è che il Note 20 Ultra con Exynos 990 possa avere gli stessi problemi riscontrati con la variante del Galaxy S20 con lo stesso SoC, come la tendenza a riscaldarsi, a rallentare la GPU in lunghe sessioni di gioco e ad assorbire troppa potenza quando è abilitata la modalità ad alte prestazioni. Tuttavia, qualche giorno fa abbiamo rivelato l’indiscrezione secondo cui Samsung abbia ottimizzato il chip Exynos 990 per i nuovi modelli Note in arrivo, ma resta da vedere se questo sarà effettivamente tangibile.

Fonte:Sammobile