Craig Federighi torna a parlare del problema “microfono” in iOS 14;  secondo quanto riportato, le app di terze parti sembra che abbiano accesso al flusso audio, ma potrebbero non registrarlo o trasmetterlo. Il noto dirigente Apple ha riferito ad un utente per mail, preoccupato che le sue app utilizzassero il microfono sul proprio iPhone mentre l’audio è disattivato, di non temere, in quanto non vi è problema alcuno. Federighi ha suggerito anche che gli sviluppatori esterni hanno l’obbligo di aggiornare i loro software adattandosi al sistema proprietario di nuova generazione, rilasciato lo scorso settembre.

iOS 14: la questione “microfono acceso” spiegata da Craig Federighi

L’utente Zaheen Hafzer M M ha appena condiviso su Twitter una conversazione avvenuta per mezzo mail con Craig Federighi, VP Senior del reparto software di Apple. Il ragazzo ha espresso le proprie perplessità circa l’adozione del microfono con app di terze parti su iOS 14.

Per chi non lo sapesse, iOS 14 segnala agli utenti quando le app utilizzano il microfono o la fotocamera, mostrando un pallino verde o arancione nell’angolo in alto a destra dello schermo. Hafzer ha notato che tale spia luminosa rimaneva accesa durante l’utilizzo di app di terze parti, anche disabilitando il microfono stesso.

Probabili esempi sono stati fatti durante una chiamata Skype o su Facebook Messenger. Federighi afferma che questo significa che le app di terze parti hanno sì un accesso al flusso audio del dispositivo, ma che “potrebbe non essere in fase di registrazione o trasmissione”. A noi sembra una risposta alquanto vaga e molto poco chiara. Alla domanda se gli utenti dovrebbero essere preoccupati per questo, ha risposto:

Forse, ma non necessariamente. In passato non era raro che le app lasciassero semplicemente la loro “sessione audio” in posizione e ignorassero semplicemente l’audio che scorreva su di esse quando il pulsante di disattivazione a livello di app è attivo. Andando avanti, tali app probabilmente dovrebbe aggiornare il codice per chiudere le sessioni audio  in modo che gli utenti possano essere certi che l’app non ha accesso all’audio.

Sembra che Apple sia abbastanza soddisfatta di questa funzionalità, per cui anche se si disattiva il microfono mentre si usa un’app di terze parti, il firmware può comunque sentire “tecnicamente” ciò che si sta dicendo. Ricordiamo che la funzione iOS 14 di Apple consiste nel rendere gli utenti consapevoli dell’utilizzo della fotocamera e del microfono, al fine di migliorare la gestione della privacy sul dispositivo stesso. Resta da vedere se Apple rilascerà una sorta di guida formale agli sviluppatori in merito a questo problema.

Fonte:Twitter Zaheen Hafzer M M