Google Maps vs Waze, navigatori GPS a confronto

Google Maps e Waze sono le applicazioni più utilizzate per ottenere indicazioni stradali, ma quale delle due è la migliore? Ecco un confronto delle loro diverse funzionalità.
Google Maps vs Waze, navigatori GPS a confronto

Nel vasto panorama delle applicazioni per la navigazione, Google Maps si distingue come la più nota e utilizzata, essendo preinstallata sulla maggior parte dei dispositivi Android. Tra le numerose alternative disponibili, Waze gode di particolare apprezzamento da parte degli utenti. Nonostante entrambe le applicazioni siano di proprietà di Google, a seguito dell’acquisizione di Waze nel 2013, offrono modalità di navigazione diverse. Infatti, proprio le differenze sottolineano l’importanza di comprendere le varie funzionalità, per determinare l’applicazione di navigazione più adatta alle esigenze individuali.

Google Maps e Waze

Prima di confrontare le diverse funzionalità delle due applicazioni, è fondamentale comprendere cosa sono le applicazioni di navigazione. In particolare, sia Google Maps che Waze offrono indicazioni di navigazione, recensioni e altre informazioni su un determinato luogo. In sostanza, inserendo il punto di partenza e di arrivo si ottengono gli itinerari migliori, calcolando eventuali ingorghi, per raggiungere la destinazione, oltre una serie di funzionalità extra. Da un lato Google Maps è un’applicazione scaricata e utilizzata da tutti, se pur preinstallata sui dispositivi Android, è disponibile anche sull’App Store. La sua interfaccia è intuitiva e permette di monitorare il percorso, le recensioni di un luogo, le foto, controllare il traffico e filtrare punti di interesse come farmacie, ristoranti, supermercati e tutte le altre funzionalità presenti.

Google Maps Vs Waze: a cosa servono le app di navigazioni

D’altro canto, Waze, fondata nel 2008 e acquisita da Google nel 2013, ha sempre puntato a diventare un’applicazione che unisce comunicazione e navigazione. Anche in questo caso, l’applicazione ufficiale è disponibile per i dispositivi Android e iOS. La particolarità di Waze è che permette di ottenere aggiornamenti di viaggio in tempo reale inseriti dagli utenti, come informazioni su traffico, autovelox, incidenti, chiusure stradali o qualsiasi altra cosa che influisca sulle condizioni stradali, quasi come un social network tra guidatori. Tuttavia, Waze tralascia quella sezione che potrebbe essere il punto di forza di Google Maps, ovvero le informazioni sui trasporti pubblici e le informazioni sulle attività commerciali vicine, che Waze possiede ma con forti limitazioni. Questo evidenzia quanto le applicazioni possano essere diverse pur essendo entrambe valide.

Google Maps: le funzionalità vincenti

Sebbene l’obiettivo nel confrontare due applicazioni di navigazione possa essere quello di individuare la migliore, la realtà è che la scelta non è così semplice. In ogni caso, per cercare di capire meglio ciò che possono offrire queste app, lasciando da parte temporaneamente le funzionalità di base, è possibile mettere in luce quali siano le caratteristiche distintive di entrambe le applicazioni. Google Maps è l’applicazione che si presta meglio, nel caso della ricerca di un percorso di navigazione con mezzi pubblici, che siano taxi, autobus o anche mezzi privati come la bicicletta o a piedi. Questo perché Google Maps, oltre a fornire il semplice tragitto, permette di rimanere aggiornato sugli orari dei percorsi e quale mezzo sia più adatto da prendere.

Al contrario, Waze mostra i percorsi dei mezzi pubblici, ma non fornisce indicazioni stradali lungo le strade. Infatti, l’obiettivo di Waze, e qui probabilmente prevale, è quello aiutare i conducenti a spostarsi da un punto A a un punto B nel modo più rapido e sicuro possibile. Questo è un aspetto che, in alcuni casi, Google Maps perde di vista, anche se è possibile trovare il percorso più veloce e diretto anche su Google Maps. Infatti, Google Maps e Waze, sono entrambe applicazioni interessanti che offrono molte funzioni, ma ognuna potrebbe essere migliore in un determinato settore o per una specifica esigenza.

Waze il supporto numero 1 del guidatore

Waze si rivela quindi l’applicazione principale per supportare chi si trova alla guida, fornendo il percorso più veloce e tutti gli aggiornamenti essenziali durante un tragitto da un punto all’altro. In particolare, sebbene presente anche su Google Maps, Waze è decisamente l’app più rapida nell’inserire aggiornamenti quasi istantanei nelle aree che si andranno a percorrere, che si tratti di un ingorgo, un incidente o un tempo di percorrenza più elevato. Questo è possibile perché, su Waze, tutti gli utenti possono inserire aggiornamenti e informazioni sul traffico o su un determinato problema.

Waze il supporto numero 1 del guidatore

Infatti, durante l’utilizzo di Waze, l’applicazione permette di segnalare un rallentamento del traffico, confermare un incidente o altro. Inoltre, nel caso in cui l’incidente, l’ingorgo o qualsiasi altro problema non sia più presente e si inserisca nell’app un aggiornamento, l’applicazione rimuove il pericolo dalle mappe di tutti, se gli altri conducenti sono d’accordo. Questo crea un flusso costante di aggiornamenti sui pericoli o sui rallentamenti del traffico, insieme alle velocità stimate dei conducenti, rendendo Waze sempre aggiornata in tempo reale. Al contrario, Google Maps mostra ingorghi o rallentamenti, con i colori delle strade che variano da rosso a verde a seconda della congestione del traffico, ma nulla più. Non vengono visualizzate le velocità stimate né vengono ricevuti aggiornamenti in tempo reale.

Pianificazione del viaggio: le due app a confronto

Per approfondire le funzionalità presenti sia su Google Maps che su Waze, è possibile considerare un altro aspetto in comune, nonché la pianificazione del viaggio. Entrambe le applicazioni offrono funzionalità di pianificazione del viaggio, ma con alcune differenze. Google Maps gestisce anche le informazioni dettagliate sui trasporti pubblici e permette di confrontare i tempi tra diverse opzioni, non solo con l’auto. In questo caso, la gestione dei mezzi pubblici, delle informazioni e del tragitto su Google Maps è impeccabile.

D’altra parte, Waze offre una previsione accurata del traffico e degli orari di arrivo stimati e permette il collegamento al proprio calendario per ricevere notifiche sul momento migliore per partire. Tuttavia, mentre Google Maps permette un controllo efficace su tutti i mezzi di trasporto, sia l’auto che altri mezzi, Waze, pur essendo eccellente, si rivela principalmente valida per un percorso in auto.

Google Maps Vs Waze: alla scoperta di luoghi vicini

Le applicazioni di navigazione non sono solamente strumenti utili per andare da un punto Ad a un punto B, ma rappresentano anche un supporto ottimale per trovare luoghi nelle vicinanze e scoprire recensioni o ulteriori informazioni, come ad esempio gli orari di apertura e altro ancora. A questo scopo, le applicazioni Google Maps e Waze supportano entrambe la scoperta di stazioni di servizio, ristoranti, caffetterie e altri luoghi nelle vicinanze.

Tuttavia, le informazioni extra come recensioni e altro sono nettamente più complete su Google Maps. Infatti, le pagine di informazioni sulle attività di Google contengono orari di apertura, recensioni, menu, foto, aggiornamenti, dettagli di contatto e altro ancora. Waze, in questo caso, offre informazioni basilari. Per questo motivo, le due applicazioni vengono spesso utilizzate dall’utente per scopi e casi differenti e nella maggior parte dei casi sono presenti entrambe sui dispositivi mobili.

Google Maps e Waze: l’app migliore

Le esigenze personali influiscono notevolmente sulla scelta finale dell’applicazione di navigazione. Google Maps è la scelta ideale per esplorare tutte le opzioni di trasporto e ottenere informazioni dettagliate sui luoghi da visitare o raggiungere. Waze, invece, è l’applicazione consigliata per rimanere costantemente informati sulla situazione del traffico e del percorso da effettuare in tempo reale. Tuttavia, Waze potrebbe risultare meno utile quando si tratta di trasporto pubblico e offre un supporto offline limitato per i percorsi. Al contrario, Google Maps può salvare intere regioni offline.

In conclusione, Waze è l’applicazione ideale se l’obiettivo è spostarsi nel modo più veloce possibile, minimizzando il rischio di pericoli e trovando anche scorciatoie e ottime alternative di percorso. Google Maps, invece, è l’applicazione da scegliere se si desidera un’applicazione non solo per spostarsi in auto, ma anche con i mezzi pubblici. In ogni caso, entrambe le applicazioni sono compatibili con Android Auto e dispongono in entrambi i casi.

 

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti