Dopo mesi di rumor e indiscrezioni, il nuovo Samsung Galaxy S10, con l’intera gamma (di cui fanno parte anche S10+ e S10e), è stato ufficialmente presentato ieri. Fra le varie caratteristiche del top di gamma vi è PowerShare, la funzione di ricarica wireless inversa ormai diventata un dogma tra i top di gamma.

PowerShare consente di ricaricare, utilizzando la batteria del Galaxy S10, qualsiasi telefono o dispositivo compatibile con lo standard Qi. Ciò che fa la funzione è, in poche parole, trasformare il Galaxy S10 in un tappetino di ricarica wireless. La cosa interessante è che PowerShare non è solo limitata agli smartphone: è possibile anche caricare gli auricolari Galaxy Buds, solo posizionandoli sul retro del Galaxy S10. Questo elemento è di grande comodità perché lo smartphone non è solo uno strumento, ma è anche una sorta di power bank di grande utilità per chi vive in mobilità lavoro, tempo libero, chat, social network e quant’altro.

Funzione Powershare su S10

Galaxy S10 Wireless PowerShare: almeno il 30% della capacità della batteria

Quel che è importante sapere è che, per utilizzare PowerShare, potrebbe essere necessario disporre di molta potenza sul dispositivo sorgente. Nei primi test effettuati, pare che Samsung abbia impostato una soglia di capacità per la funzionalità wireless di Galaxy S10. Non sarà, infatti, possibile utilizzare il Galaxy S10 per caricare un altro device se non ha almeno il 30% della capacità della batteria: ad esempio, se la batteria dell’S10 indica il 29%, non sarà possibile utilizzare PowerShare.

Prima di “travasare” energia, insomma, occorre verificare di averne a sufficienza: non si può dunque sacrificare un device in favore di un altro, non completamente quantomeno. Questa impostazione limita in parte le potenzialità della funzione Powershare, ma senza limitarne in alcun modo il fascino agli occhi di chi sa quanto sia importante avere una riserva di questo tipo a disposizione in molte occasioni.

Powershare con Galaxy Buds

Per attivare la funzione, basterà aprire la schermata delle notifiche, toccare il pulsante Wireless PowerShare e allineare il secondo dispositivo al Galaxy S10. In questo modo il device destinatario inizierà a caricarsi all’istante, anche se non in modo estremamente veloce. Una volta terminato il caricamento, basta espandere la notifica persistente di Wireless PowerShare e toccare “Disattiva”. Ovviamente, utilizzando la funzione PowerShare la batteria del Galaxy S10 si consumerà più velocemente: secondo i test si prevede una perdita media di circa il 25% di batteria all’ora.

Va tenuto presente che la funzione potrebbe non lavorare correttamente se uno dei due dispositivi ha una custodia o una cover.

Fonte: Sammobile