Il marchio cinese si rilancia sul mercato italiano. Con uno smartphone di fascia media bello esteticamente, ma con qualche compromesso tecnico.

Il marchio cinese ZTE è a tutti gli effetti uno dei più importanti del panorama mobile mondiale: sia dal lato degli apparati che da quello dei terminali, l’azienda ha acquisito una quota di mercato significativa che la pone in corsa per occupare una posizione di rilievo sia oggi che negli anni a venire. Ed è in particolare nel segmento economico dove fa segnare le performance miglori, sia nella madrepatria che sul mercato USA (dove sponsorizza anche cinque squadre NBA).

In Italia ZTE è presente da qualche anno con i suoi terminali, ma non ha mai riscosso un successo tale da rendere il marchio cinese particolarmente popolare: solo recentemente, tuttavia, l’azienda ha iniziato a distribuire anche sul nostro mercato terminali decisamente più performanti e interessanti, e il Blade V6 di cui parliamo oggi ricade proprio in questa categoria. Si tratta di un dispositivo di fascia media con alcune soluzioni interessanti adottate per giustificare un prezzo di listino leggermente superiore alla media del comparto, realizzato con cura e che potrebbe suscitare un certo interesse in chi fosse in cerca di un prodotto attento all’estetica e con funzioni dual-SIM.

Non avevamo a disposizione la confezione finale di vendita, ma l’azienda ci ha assicurato che non dovrebbe essere troppo diversa da quella che vedrete nella nostra prova: oltre a cuffie auricolari in-ear con cavo piatto (con tasto di risposta ma prive di pulsanti per il volume: qualità media), e un alimentatore standard da 1A con cavo USB-micrL’ispirazione per il design del Blade V6 è stato chiaramente iPhone 6: le somiglianze sono spiccate, anche se non c’è una copia spudorata di ogni singolo dettaglio come in altre situazioni. La disposizione delle porte di I/O ad esempio non è identica allo smartphone Apple, diverse sono poi anche le misure dell’unità e le finiture delle antenne integrate.

In alto a sinistra sul posteriore trova posto una fotocamera da 13 megapixel, dotata di autofocus e flash dual-LED: accanto a quest’ultimo c’è anche il microfono secondario, mentre in basso a sinistra c’è l’altoparlante posteriore. Piazzare questo elemento sul retro dello smartphone raramente garantisce buoni risultati: nel caso del V6 però ZTE ha adottato alcuni stratagemmi per migliorarne la resa, ivi compresa una tecnologia denominata "Arkamys Sound" che è in grado di produrre un miglioramento significativo.

Sui fianchi dello smartphone ci sono i soliti ingressi e uscite: in alto il jack audio da 3,5mm, in basso microfono principale e porta micro-USB, pulsante di accensione/standby e bilanciere audio sulla destra, vassoio per le SIM sulla sinistra. Quest’ultimo si estrae con la pin metallica fornita nella confezione, e adotta un design particolare: due micro-SIM contrapposte, una sopra l’altra, che consentono di adottare contemporaneamente due numeri di telefono sullo stesso terminale. In alternativa si può scegliere di montare una mini-SIM e una microSD, così da espandere lo A fronte di soluzioni estetiche non proprio originalissime ma piuttosto gradevoli, la dotazione hardware del Blade V6 fa qualche compromesso: il processore montato è un quad-core MediaTek, l’MT6735 formato da quattro core CortexA53 che girano a 1,3GHz di frequenza abbinati a una GPU Mali T720. Sono 2 i gigabyte di memoria RAM a bordo, uniti a 16GB di storage che come abbiamo detto è espandibile tramite microSD. Niente NFC a bordo, ma ci sono WiFi 802.11 b/g/n e Bluetooth 4.0. La connettività mobile è LTE Cat.4, ovvero fino a 150mbit in download.

Non è dunque hardware di grido, ma è comunque più che adeguato per gestire lo schermo IPS da 5 pollici con risoluzione 720p, che gode di un buon bilanciamento cromatico (appena un po’ freddo) e una luminosità totale sufficiente: l’adozione di Android 5.0.2 Lollipop garantisce buone prestazioni, così come l’interfaccia MiFavor (aggiornata alla release 3.0) che adotta un approccio simile a quello di iOS. Niente drawer per le app, tutte le app installate sono mostrate sulle home che ovviamente possono incorporare anche i widget. L’impostazione generale ricorda un po’ l’EMUI di Huawei, ma ZTE ha fatto qualcosa di diverso per la sua MiFavor: la gestione del tema è un po’ macchinosa ma efficace, con pacchetti scaricabili per variare sfondi e icone.

Non ci sono segnalazioni particolari da fare per l’interfaccia MiFavor, che è efficace senza soluzioni particolarmente originali: due solo le qualit&agrL’abbiamo detto e ridetto, la fascia media del mercato è quella più popolata di smartphone di tutte le misure e con caratteristiche più svariate: riuscire a svettare in questa categoria è un’impresa complessa, e non è detto che un singolo dispositivo sia poi effettivamente in grado di rispondere alle aspettative di tutto il pubblico. ZTE in questo caso fa una scelta di campo: il Blade V6 punta sopratutto sul lato estetico e sulle prestazioni nella media, sacrificando qualcosa della scheda tecnica per garantire misure compatte e un peso contenuto.

Il risultato di questa scelta è un prodotto esteticamente molto valido, con performance accettabili (non si rischia di vedere il browser perdere colpi anche durante la navigazione delle pagine più complesse) ma che non brillano, e una fotocamera posteriore che di giorno scatta buone immagini ma alla sera stenta un po’. Non mancano le qualità costruttive, con una cura buona dei materiali e dell’assemblaggio, ma chi pretende dal proprio telefono certe prestazioni potrebbe trovare troppo risicata la dotazione hardware di questo Blade V6.

Il prezzo di listino ufficiale sfiora i 240 euro, una cifra rispettabile, ma per fortuna di ZTE il prezzo su strada è più basso di un buon 15-20 per cento: attorno ai 200 euro, con tanto di cuffie e power-bank compresi nella confezione, il Blade V6 può vedersela alla pari con altri prodotti di questa fascia di prezzo. Rispetto ai best-seller può vantare una buona costruzion

Dati tecnici

Accessori
Tipo di sim card supportata 2 Micro SIM
Supporta On the GO per le periferiche USB
Supporta e-sim
Supporta dual sim
Batteria
Capacità (mAh) 2200
Tipo di batteria Li-ion integrata
Ricarica rapida
Ricarica wireless
Memoria
RAM 2 GB
Memoria interna 16 GB
Navigazione
GPS
Sistemi GPS supportati
Processore
Clock 1.024 GHz
Chipset Mediatek MT6735 (4 core)
Processore Cortex-A53
Rete mobile
Reti supportate UMTS,HSUPA
Schermo
Schermo pieghevole
Diagonale 5,"
Sistema operativo
Interfaccia utente MiFavor
Sistema Operativo Android 5.0.2 (3.0)
Connettività
NFC
HDMI
Infrarossi
WiFi WiFi 4
USB Micro USB v2.0
Bluetooth v4.0

Foto e video

Camera frontale
Risoluzione massima
* specifiche per sensore
Camera posteriore
Raw
Flash Doppio LED
Risoluzione massima
Frame rate (fps) 24
Massima risoluzione video 1080p
Risoluzione massima foto
* specifiche per sensore

Multimedia

Audio
DTS
aptX - presenza della tecnologia qualcomm per il BT wireless low latency
Dolby Atmos
Hi-Res Audio
Audio Stereo
Low Latency Audio
DAC Audio dedicato

Sensori

Biometria
Sblocco con riconoscimento facciale
Impronta digitale
Sensore impronta sotto il display
Riconoscimento iride
Fisici
Bussola
Barometro
Giroscopio
Accelerometro
Prossimità/Luminosità

Notizie ZTE Blade V6

Tutte

Immagini ZTE Blade V6

Tutte