realme è indubbiamente l’azienda che in questi ultimi anni sta riscontrando i maggiori livelli di crescita, avendo superato quota 100 milioni di smartphone venduti al mondo in meno di tre anni dall’esordio oltre ad aver raggiunto la top 5 dei produttori di smartphone anche in Italia (fonte Canalys).

E se fino al 2020 la linea di prodotti flagship era rappresentata dalla serie X, di recente questa è stata sostituita dalla nuova serie GT caratterizzata da specifiche al top e design particolarmente curati, il tutto ad un prezzo altamente competitivo. Abbiamo già analizzato il flagship realme GT, vediamo adesso il secondo modello ad arrivare nel nostro paese di questa gamma: realme GT Master Edition.

Design

Come dicevamo in apertura, uno dei punti di forza della serie GT è il design, e anche per realme GT Master Edition l’azienda cinese ha fatto centro arrivando a vincere il prestigioso iF design award 2021. realme ha infatti pensato al GT Master come allo smartphone ideale per il viaggio, grazie alle alte prestazioni, alle dimensioni compatte e alla fotocamera di qualità, ed ha collaborato con il designer giapponese Naoto Fukasawa nella progettazione di un design che ricorda una valigia, spingendosi anche nella scelta del materiale in pelle vegana per aggiungere un touch-and-feel più gradevole, e portando per la prima volta questo materiale tipico di prodotti molto costosi a prezzi ben più accessibili.

Le dimensioni del terminale sono di 159,2×73,5x8mm ed il peso di soli 174 grammi. La parte frintake è occupata tutta dal display SuperAMOLED da 6,43”, prodotto da Samsung e caratterizzato da risoluzione FHD+ (1080×2400) con rapporto 20:9, refresh a 120Hz e touch rate di 360Hz, luminosità di 1000nits e ampia gamma di colore DCI-P3. Al suo interno il foro per la fotocamera frontale, e sotto di esso il sensore ottico d’impronta, mentre sullo spigolo superiore troviamo la capsula auricolare.

Sul retro, che nella versione in pelle vegana che abbiamo provato è caratterizzato appunto dal design 3D a valigia, abbiamo il modulo per la tripla fotocamera con flash ed il logo dell’azienda arricchito dalla firma del designer Fukasawa. Ai lati troviamo: un microfono per la cancellazione dei rumori in alto; il tasto di accensione a destra; il bilanciere del volume e lo slot per le due nano SIM a sinistra; la porta USB-C, il microfono principale, la griglia altoparlante e il jack audio da 3,5mm in basso.

Scheda tecnica

All’interno di realme GT Master Edition troviamo il chipset Qualcomm Snapdragon 778G, un octa-core fino a 2,4GHz con architettura a 6nm, modem X53 5G e grafica Adreno 642L. Si tratta di un processore molto ben bilanciato, che combina ottime prestazioni con un consumo energetico ridotto, come da tradizione per la serie 700 di Qualcomm. Accanto ad esso abbiamo 6GB o 8GB di RAM LPDDR5, che grazie all’espansione dinamica può aggiungere 5GB ulteriori di RAM virtuale, e 128GB o 256GB di memoria di archiviazione UFS 3.1. Presente poi il la modalità GT, che dà un boost alle prestazioni soprattutto in ambito gaming, ed il raffreddamento multistrato a camera di vapore e acciaio per il controllo delle temperature interne.

Ed in effetti non possiamo che confermare che le prestazioni sono sempre risultate ottimali, senza alcun lag né rallentamenti, anche con un multitasking spinto. Né le temperature si sono elevate oltre soglia, a significare che il sistema di raffreddamento ha sempre fatto bene il suo lavoro.

Per quanto riguarda la connettività, abbiamo il supporto al dual-5G, per usare due SIM su reti sub-6 SA/NSA, oltre all’LTE Cat.24 con download fino a 1,2Gbps quando non abbiamo una rete 5G disponibile. Non manca lo Smart 5G che abbiamo già visto negli altri modelli realme, in grado di analizzare l’uso dello smartphone ed ottimizzare la connessione per avere sempre il miglior bilanciamento fra velocità di download e consumo energetico.

Non mancano poi WiFi 6 (ax), Bluetooth 5.2 con supporto ai protocolli audio ad alta definizione e bassa latenza, NFC, GPS con A-GPS, Galileo, Glonass, BDS e NavIC, e tutti i sensori compresi luminosità, prossimità, accelerometro, giroscopio, magnetometro e barometro. Presente poi il motore tattile lineare per la vibrazione aptica, mentre purtroppo l’audio in vivavoce non è stereo pur essendo presente la certificazione Hi-Res Audio.

La batteria LiPo da 4300mAh supporta la ricarica SuperDart da 65W con il caricabatteria incluso in confezione, ed è in grado di ricaricare completamente lo smartphone in soli 33 minuti, sempre con la protezione smart di realme per evitare qualsiasi tipo di danno al telefono o al caricatore durante la ricarica a potenza elevata.

Il sistema operativo è sempre realme UI 2.0, basato su Android 11, con tutte le opzioni di personalizzazione e di sicurezza del sistema a cui ormai siamo abituati.

Fotocamera

Vediamo infine la configurazione scelta da realme per la fotocamera di GT Master. Troviamo una configurazione tripla sul retro, composta da un sensore principale Sony da 64MP (non sappiamo se sia lo stesso Sony IMX682 visto nel realme GT) con dimensione 1/1,24″, apertura f/1.8, focale equivalente di 25,3mmm, visione da 80,5°, pixel da 0,7µm e pixel binning 4-in-1 per ottenere pixel da 1,4µm con risoluzione di 16MP, sistema di 6 lenti e autofocus PDAF, a cui si aggiungono un ultra-grandangolare da 8MP (dimensione 1/4″, apertura f/2.2, focale equivalente di 15,8mm, visione da 119°, pixel da 1,12µm e sistema di 5 lenti) ed un sensore dedicato alle macro da 4cm (risoluzione 2MP, apertura f/2.4, focale equivalente di 22mm, visione da 89° e sistema di 3 lenti).

Non mancano le più recenti modalità di scatto sviluppate da realme per i suoi smartphone di punta: la Nightscape 2.0 riesce a scattare foto di ottima qualità anche in notturna, con rumore ridotto e luminosità non troppo pompata, mentre la modalità Cielo Stellato 2.0 riesce a evidenziare anche stelle non visibili ad occhio nudo. Interessante poi la possibilità di scattare video in time-lapse del cielo stellato, oltre a tutta una serie di opzioni per il Tilt-Shift sia per foto che per video e time-lapse.

Novità assoluta per il GT Master è la modalità strada, che con una interfaccia di scatto diversa dalla principale che comprende la messa a fuoco manuale, lo zoom rapido e nuovi filtri studiati appositamente per ricalcare gli effetti delle pellicole Kodak, ci permette di catturare immagini particolarmente reali.

Anche in notturna possiamo poi abilitare il menu manuale e prolungare i tempi di esposizione, per ottenere giochi di luce e di colori ancor più suggestive. I video invece possono arrivare a 4K@30fps con ultra-stabilizzazione elettronica UIS e UIS Max.

La fotocamera frontale è invece composta da un sensore Sony IMX615 da 32MP con dimensione 1/2,7″, apertura f/2.5, visione da 85°, pixel da 0,8µm e binning 4-in-1. Supportate le modalità Nightscape 2.0 e ritratto con Bokeh, mentre i video possono essere catturati fino a 1080p@30fps.

Molto buone le foto, soprattutto quelle scattate in notturna. Il risultato è stato sempre soddisfacente, soprattutto usando un treppiede per l’esposizione lunga e la modalità cielo stellato. Anche i ritratti, completi dei più recenti filtri Bokeh dinamico per il controluce, sono di buona qualità, e ci è piaciuta molto la nuova modalità strada introdotta per la prima volta su questo modello.

Disponibilità e prezzi

realme GT Master Edition è disponibile in colorazione Voyager Grey in pelle vegana o nelle colorazioni Lunar White e Cosmos Black, sul sito del produttore, su Amazon, e presto nelle principali catene di elettronica al prezzo di listino di €349 per la versione 6+128GB e di €399 per la versione 8+256GB.

Solo in occasione del lancio la versione 6+128GB è disponibile al prezzo promozionale di €299 sugli store online di realme, Amazon, Unieuro e TIM.

Dati tecnici

Tipo di sim card supportata 2 nano-SIM
Supporta On the GO per le periferiche USB
Tipologia dual sim dual stand-by
Supporta e-sim
Supporta dual sim
Capacità (mAh) 4300
Tipo di batteria LiPo
Ricarica rapida
Ricarica wireless
RAM 8 GB
Memoria interna 256 GB
Memoria esterna
GPS
Sistemi GPS supportati Glonass,Galileo,Beidou,A-GPS
Clock 2.4 GHz
Chipset Qualcomm Snapdragon 778G (8 core)
Reti supportate
LTE (categoria) 20
Nome modello e produttore Adreno 642L
Pixel per Inch (ppi) 409
Luminosità in NITS (candele/mq) 1000 NITS
Rapporto d'aspetto 20:9
Schermo pieghevole
Tipo di pannello Super AMOLED
Diagonale 6,4"
Risoluzione 2400x1080
Interfaccia utente realme UI
Sistema Operativo Android (11)
NFC
HDMI
Infrarossi
Funzioni Bluetooth A2DP/LE
WiFi WiFi 6
USB
Bluetooth v5.2

Foto e video

Numero sensori 1
Risoluzione massima
1 32Mpx
Frame rate (fps) 30
Apertura focale
1 2.5
Massima risoluzione video 1080p
* specifiche per sensore
Numero sensori 3
Raw
Flash LED Flash
Grandangolo
2 1
Risoluzione massima
1 64Mpx 2 8Mpx 3 2Mpx
Frame rate (fps) 30
Messa a fuoco PDAF
Apertura focale (f)
1 1.8 2 2.2 3 2.4
Massima risoluzione video 2160p
* specifiche per sensore

Multimedia

DTS
aptX - presenza della tecnologia qualcomm per il BT wireless low latency
Dolby Atmos
Hi-Res Audio
Audio Stereo
Low Latency Audio
DAC Audio dedicato

Sensori

Sblocco con riconoscimento facciale
Impronta digitale
Sensore impronta sotto il display
Riconoscimento iride
Bussola
Barometro
Giroscopio
Accelerometro
Prossimità/Luminosità