OnePlus 7 è uno degli smartphone top di gamma presentati dal colosso cinese nel primo semestre del 2019. L’ottimo equilibrio fra qualità e prezzo è solo uno dei suoi punti di forza.

Ecco tutti i dettagli su specifiche tecniche, uscita, prezzo e disponibilità nella nostra recensione completa.

OnePlus 7: prezzo e uscita in Italia

OnePlus 7 è disponibile in vendita a partire dal mese di giugno 2019 al prezzo di lancio di 559€ per l’edizione con 6GB di RAM e 128GB di storage interno oppure in sconto a 448.46 euro per l’edizione con 8GB di memoria volatile e 256GB di storage. L’unico colore di vendita è il lucidissimo Mirror Gray. Cifre decisamente interessanti per un device che sotto la scocca vanta tutta la potenza di un hardware di punta di ultima generazione.

Siamo onesti: OnePlus 7 è la naturale prosecuzione della linea di smartphone proposti dall’azienda cinese. L’edizione Pro rappresenta una gamma completamente differente di smartphone, una linea premium che punta a un altro segmento. Dopo OnePlus 6 e 6T c’è OnePlus 7 ed è fondamentale entrare in quest’ottica per valutare al meglio il device. Pertanto, gli eventuali paragoni presenti in questa review saranno fra i device appena elencati.

OnePlus 7: display e design

Disponibile sono nella colorazione Mirror Grey, il vetro posteriore di OnePlus 7 è un Gorilla Glass 3D che non trattiene troppe impronte. Al centro c’è il comparto fotografico costituito da due sensori. Sul frontale c’è uno schermo Optic AMOLED da 6,41″ con risoluzione Full HD+ e rapporto d’aspetto allungato. I bordi sono risicati e il pannello – che ospita al di sotto il lettore d’impronte digitali – ha a bordo un piccolo notch a goccia nella parte superiore. La tacca ospita la fotocamera anteriore e, nel caso vi dia fastidio, è sempre possibile disabilitarla aumentando un po’ lo spessore del bordo superiore.

Sul back panel non è presente alcun lettore d’impronte digitali perché questo è alloggiato al di sotto dello schermo. Il suo funzionamento è buono, reattivo e preciso, ma francamente non ho notato particolari miglioramenti rispetto a OnePlus 6T.

La visibilità è ottima sotto qualsiasi condizione di luce ambientale anche se la regolazione automatica della luminosità dello schermo, sulla base della luce ambientale, ogni tanto si impunta. Dalle impostazioni potrete decidere come tarate lo schermo, impostare la modalità lettura e la modalità notte, ma anche settare una serie di preferenze e attivare il tema scuro (che vi ricordiamo essere nativo su OxygenOS).

Nel complesso, l’estetica ricorda molto quella di OnePlus 6T e anche l’ergonomia: si tiene abbastanza bene anche in una sola mano ed è possibile eseguire anche qualche operazione basilare. Come da tradizione, anche su OnePlus 7 rimane il classico slider laterale che consente di gestire il volume delle notifiche.

Hardware e software

Sotto la scocca di OnePlus 7 Pro c’è il processore Qualcomm Snapdragon 855 supportato – nella versione che abbiamo provato noi – da 8GB di memoria RAM e 256GB di storage interno di tipo UFS 3.0. Quanto al software, a bordo del device c’è Android Pie sotto la celeberrima interfaccia utente Oxygen OS 9.5.5.

Nulla da eccepire sull’ottimizzazione hardware e software, durante il periodo di utilizzo non ho riscontrato alcun bug, impuntamento o rallentamento. La UI che OnePlus ha pensato per il mercato europeo, personalmente, mi piace molto: amo il mix fra Android in versione stock e feature aggiuntive. Per me è una delle interfacce utente più complete, che però non snatura l’animo del sistema operativo del robottino verde.

L’esperienza di gioco su OnePlus 7 è coadiuvata da una serie d’impostazioni dedicate espressamente al gaming. In particolare, sul device c’è la nuova modalità Fnatic che permette di spingere al massimo le prestazioni del device, eliminare le notifiche durante il gioco e anche potenziare la ricezione. Testando le novità con il classico Dead Trigger 2, non ho avuto alcun problema. Inoltre, il nuovo motore di vibrazione permette un’esperienza ancora più immersiva.

La ricezione del device è buona: dove abito la copertura di rete non è un granché, eppure sono riuscita a navigare e telefonare senza particolari problemi. Il modem LTE è di categoria 16 e consente fino a una velocità massima di 1Gb/s in download mentre l’upload arriva a 150 Mb/s.

La protezione di OnePlus 7 Pro è affidata a due sistemi principali che si basano su parametri biometrici: c’è il riconoscimento del volto e – come anticipato – il lettore d’impronte digitali alloggiato sotto il display. Vi ho già raccontato come funziona quest’ultimo e non posso lamentarmi nemmeno del riconoscimento facciale, che però è di tipo 2D, dunque sicuro fino a un certo punto.

OnePlus 7: batteria e autonomia

La batteria a bordo di OnePlus 7 è da 3700 mAh. Senza ricorrere a particolari forme di risparmio energetico sono riuscita agevolmente a coprire l’intera giornata di utilizzo medio. In caso di uso stress, intorno alle 19 (dalle 7 del mattino) ho dovuto chiedere aiuto alla ricarica. Optando per il sistema rapido a cavo da 4A in un’oretta il device era di nuovo pronto per l’uso. L’unico sistema “smart” di gestione dell’autonomia energetica che ho lasciato attivo è la feature “Batteria Adattiva” che riconosce quanto utilizziamo determinate app – potenzialmente energivore – e ne limita il funzionamento in background.

Inoltre, come anticipato, il device può essere utilizzato anche quando è in carica: può sembrare una banalità, ma riuscire a non perdere la potenza della ricarica rapida mentre si è nel pieno di una sessione di gaming non  è un dettaglio da poco.

Fotocamere, video e audio

Il comparto fotografico principale di OnePlus 7 è composto da un doppio sensore. Quello primario è l’ormai celeberrimo Sony IMX586 da 48MP con apertura focale f/1.7 mentre il secondario è un sensore da 5MP con la sola responsabilità di migliorare lo scatto finale e garantire un buon effetto bokeh alle foto. Si, guardando il software vi sembrerà che a bordo ci sia uno zoom ibrido o ottico 2X, ma è come su OnePlus 6T: zoomando avrete un “crop” (un ritaglio) realizzato utilizzando la fotocamera principale da 48MP.

Gli scatti utilizzano la tecnologia di pixel bining, ovvero la tecnica che “combina” in ogni pixel i dati contenuti in quattro: il risultato sono delle foto da 12MP con una qualità elevata. E su OnePlus 7 proprio non ci si può lamentare: scatta bene in macro come in panoramica e sono buoni i risultati anche quando si provano a realizzare dei ritratti. La modalità notturna “Nightscape 2.0” lavora bene, ma meno luce c’è e meglio è: in alcune situazioni spinge troppo e i risultati non sono un granché. La presenza della stabilizzazione ottica in questo caso è di grande aiuto.

I video sono girati alla massima risoluzione di 4K a 60fps, ho utilizzato perlopiù la risoluzione FHD (a 30fps, ma si può arrivare a 60fps) e i risultati sono stati soddisfacenti, è presente la stabilizzazione elettronica.

Quanto ai selfie, potrete affidarvi al sensore frontale da 16MP, che non sorprende, ma non delude.

L’audio di questo smartphone è stereo, con supporto a Dolby Atmos: un suono limpido e abbastanza alto, quel che basta per cantare sotto la doccia o giocare al proprio gioco preferito.

Giudizio finale

“Eh va beh, ma con l’arrivo di OnePlus 7 Pro, questo OnePlus 7 non ha proprio senso”: lo avete pensato in tantissimi e – vi dico la verità – all’inizio l’ho pensato anche io. A caldo però, subito dopo aver conosciuto i nuovi device. Soffermandomi a riflettere in modo più razionale, ho abbandonato l’abbagli dei 12GB di RAM di OP7 Pro e mi sono resa conto che l’edizione standard è l’unica vera prosecuzione della tradizione OnePlus, il resto è futuro.

Anche in termini di prezzo, direi proprio che ci siamo: 609€ per la versione con 8GB di RAM e 256GB di storage interno (vi ricordo di tipo UFS 3.0!) è un prezzo decisamente congruo: questo device è potente, tutto sommato non troppo grande e pesante, ed è bravo a fare tutto.

Immagini OnePlus 7

Tutte

Dati tecnici

Tipo di sim card supportata 2 nano-SIM
Supporta On the GO per le periferiche USB
Tipologia dual sim dual stand-by
Supporta e-sim
Supporta dual sim
Capacità (mAh) 3700
Tipo di batteria LiPo
Ricarica rapida
Ricarica wireless
RAM 8 GB
Memoria interna 256 GB
GPS
Sistemi GPS supportati Glonass,Galileo,Beidou,A-GPS
Clock 2.8 GHz
Chipset Qualcomm Snapdragon 855 (8 core)
Reti supportate EDGE,UMTS,HSDPA,GPRS,LTE
Nome modello e produttore Adreno 640
Pixel per Inch (ppi) 400
Rapporto d'aspetto 19,5:9
Protezione Gorilla glass 6
Schermo pieghevole
Tipo di pannello AMOLED
Diagonale 6,4"
Risoluzione 2340x1080
Interfaccia utente OxygenOS
Sistema Operativo Android (Pie)
NFC
HDMI
Infrarossi
Funzioni Bluetooth A2DP/LE/EDR/aptX HD
WiFi WiFi 5
USB Type-C v3.1
Bluetooth v5.0

Foto e video

Numero sensori 1
Flash NO
Risoluzione massima
1 16Mpx
Frame rate (fps) 30
Stabilizzatore
1 EIS
Apertura focale
1 2
Massima risoluzione video 1080p
* specifiche per sensore
Numero sensori 2
Raw
Flash LED Flash
Risoluzione massima
1 48Mpx 2 5Mpx
Frame rate (fps) 60
Messa a fuoco PDAF
Stabilizzatore
1 OIS+EIS
Apertura focale (f)
1 1.8 2 1.7
Massima risoluzione video 2160p
* specifiche per sensore

Multimedia

DTS
aptX - presenza della tecnologia qualcomm per il BT wireless low latency
Dolby Atmos
Hi-Res Audio
Audio Stereo
Low Latency Audio
DAC Audio dedicato

Sensori

Sblocco con riconoscimento facciale
Impronta digitale
Sensore impronta sotto il display
Riconoscimento iride
Bussola
Barometro
Giroscopio
Accelerometro
Prossimità/Luminosità