LG Wing l’ho provato a fondo con estrema curiosità perché non è uno smartphone normale. No, non lo è perché il suo meccanismo rotante nasconde un secondo display, più piccolo del principale, e potenzialmente utilissimo. Ma LG Wing non è solo questo, è anche un gimbal: eccolo nella nostra recensione completa.

LG Wing: dove trovarlo al miglior prezzo

Con un costo di listino non propriamente economico, 1299€, il miglior posto dove provare a trovare in offerta LG Wing è senz’altro Amazon: collegati a questo indirizzo per scoprire in ogni momento l’offerta migliore disponibile.

LG Wing: la recensione

LG Wing devi viverlo tutti i giorni per capirne il significato e l’utilità. Certo, non è un device perfetto e bisogna scendere a qualche compromesso (come il peso), ma le sue killer feature lo rendono davvero speciale ed è per questo che l’ho apprezzato parecchio. Eccolo, con i suoi pregi e i suoi difetti, nella nostra recensione completa.

Design e display

Lo spacchetti e pensi: “va beh, è uno smartphone esteticamente come tanti”. Già, perché al colpo d’occhio, proprio non te ne accorgi che è un device a doppio schermo. Con una piccola spinta sul laterale destro del device, verso sinistra, si compie la magia: spunta il secondo display e quello principale va in posizione orizzontale. Si forma una T e d’impatto è difficile capire cosa esattamente ci si possa fare con un dispositivo come questo, ma non c’è da preoccuparsi: ci ha pensato LG ad ottimizzare il software.

Per il resto, come anticipato, a parte uno spessore leggermente superiore e un peso considerevole (260 grammi) LG Wing non ha un aspetto troppo diverso dagli altri smartphone, almeno quando è chiuso. Focalizzandoci sui pannelli, quello principale è un OLED da 6,8” con un ottima visibilità in qualsiasi situazione e con bordi assolutamente risicati. Non ci sono interruzioni di alcun genere per inserire la fotocamera: c’è un meccanismo pop-up che si occupa di farla comparire all’occorrenza.

Il secondo schermo è più piccolo, ma altrettanto interessante: un pannello OLED anche in questo caso, ma da 3,9”. Anche in questo caso la visibilità è buona in ogni situazione.

Nel complesso, LG Wing non avrete difficoltà a tenerlo in mano e utilizzarlo come sei abituato a fare con altri smartphone: quando “trasformarlo” spetta solo a te deciderlo.

Hardware e software

LG Wing è sicuramente uno dei flagship del colosso sud coreano. Tuttavia, le specifiche tecniche lo inquadrano meglio come “medio di gamma di fascia premium”, considerando che sotto la scocca c’è l’ottimo processore Qualcomm Snapdragon 765G. Un SoC, ormai collaudato su più device, che permette allo smartphone di godere della connettività 5G grazie alla presenza del modem Snapdragon X52.

A supporto del processore ci sono 8GB di RAM con 128GB di storage interno, espandibili tramite microSD. Il sistema operativo, nel momento in cui abbiamo testato noi il device, è Android 10 sotto interfaccia LG UX 9. Non ho avuto, durante l’esperienza di utilizzo non ho mai riscontrato alcun tentennamento, micro lag o blocchi. Non ci sono stati surriscaldamenti, a parte (ed è assolutamente normale che accada) durante la configurazione iniziale.

A parte le personalizzazioni tipiche della skin proprietaria di LG, ovviamente per Wing sono state previste diverse funzionalità in più, che approfondiremo nel paragrafo successivo.

La sicurezza di questo smartphone è affidata al lettore d’impronte digitali alloggiato sotto il display, che funziona senza alcun problema, e anche al riconoscimento facciale, che però è 2D ed offre quindi minore sicurezza rispetto a quelli 3D.

Come anticipato, LG Wing è un device 5G, ma purtroppo nella mia zona non ho avuto modo di testarne le performance. Tuttavia, sotto il punto di vista della ricezione, posso confermare che non ci sono problemi, nemmeno in situazioni un po’ complicate (ovvero dove c’è scarsa ricezione, come nell’area dove abito). Quanto al comparto telefonico, per LG Wing vale la pena specificare che la capsula auricolare è alloggiata nella “seconda parte” del telefono, quella di sotto, per intenderci. Questo però non deve assolutamente spaventare: non avrai problemi a sentire l’interlocutore e l’interlocutore non avrà difficoltà a sentire te.

LG Wing è dotato di una batteria da 4000 mAh, che ti porterà a fine giornata senza troppi problemi. Tuttavia, molto dipenderà dall’utilizzo del secondo schermo che, naturalmente, potrà incidere sull’autonomia dello smartphone. Ad ogni modo, è presente un sistema di ricarica rapida e non manca la ricarica senza fili.

Due schermi, mille usi

Veniamo al succo, al cuore di questa prova: a che servono i due schermi di LG Wing? A un sacco di cose, potrei riassumere. Un po’ di funzionalità le ha ottimizzate LG, molte altre potrete scoprirle utilizzando lo smartphone, perché il doppio schermo è a disposizione praticamente con qualsiasi applicazione.

Vale la pena sottolineare che, infatti, sia su uno schermo che sull’altro si può essenzialmente fare un uso completo dello smartphone e far girare di conseguenza qualsiasi applicazione. Infatti, anche se una determinata app non è nativamente ottimizzata per l’uso, la si può abilitare comunque.

Se invece il software lo è, si può beneficiare di alcune feature che mixano l’utilizzo dei due schermi. Fra le applicazioni principali c’è YouTube, il browser Whale, l’app Galleria, Google Maps e anche Asphalt 9. Già, perché è anche possibile usare il Dual Screen per giocare.

Fra gli utilizzi principali che ne ho fatto io, c’è certamente la “divisione” fra tastiera e schermata principale dell’applicazione, ma l’ho sfruttato anche tantissimo come Gimbal.

Già, perché un piccolo miracolo su Wing è stato fatto da LG per il comparto video. Hai presente i gimbal portatili ai quali attacchi lo smartphone o la action cam? Ecco, in questo smartphone è integrato e ci sono anche tutte le principali funzioni, quelle che ti permetteranno di realizzare dei video incredibilmente stabili.

Come anticipato, per capire bene quello che può offrire LG Wing, l’ideale è utilizzarlo e – se non è possibile farlo a lungo – almeno scoprire in ogni dettaglio tutte le ottimizzazioni offerte per sfruttare al meglio il doppio display. Da questo punto di vista, LG è riuscito perfettamente nell’impresa, realizzando una clip dedicata a queste funzionalità, che ti lascio qui sotto.

Nello specifico, ti consiglio di guardare:

  • dal minuto 8, applicazioni ottimizzate;
  • dal minuto 12, utilizzo di applicazioni non ottimizzate.

Infine, un piccolo approfondimento lo merita la costruzione del meccanismo rotante. Durante tutto il periodo di utilizzo non ho mai avuto la sensazione che fosse fragile o destinato a rovinarsi nel tempo. LG ha pensato a dettagli fondamentale, come un bordino di protezione, posto a evitare che lo schermo secondario possa rigarsi quando si fa ruotare lo schermo. Nel complesso, non ho mai avuto paura al momento di far ruotare il display principale, al fine di utilizzare anche quello secondario.

Foto, video e audio

LG Wing, è dotato di una selfie camera pop-up per mostrare la selfie camera solo all’occorrenza ed evitare così fori o notch sul display. Gli autoscatti realizzati con la camera da 32MP sono di buona qualità.

Sul posteriore, ci sono 3 fotocamere: il sensore principale è da 64MP ed è affiancato da due camere ultra grandangolari. Ne servono due per permetterti di sfruttare al massimo le funzionalità della modalità gimbal. Come sempre, oltre a garantire una buona stabilizzazione, LG punta più di altri produttori sul comparto video e si vede non solo dalla qualità del risultato finale, ma anche da tutte le funzionalità a disposizione dei videomaker.

Nel complesso, la qualità di foto e video è buona, migliore quella dei video. Le foto ho notato che risentono parecchio dei cali di luce: in notturna non si esprime al meglio questo LG Wing. Non c’è un sensore per lo zoom ottico, ma è possibile simularlo via software, grazie al sensore da 64MP: c’è il pulsante per l’ingrandimento 2X, che attiva un crop (taglio) dell’immagine principale, simulando appunto lo zoom.

Sotto il punto di vista audio, LG Wing è dotato di uno speaker audio singolo. Dunque, l’audio in uscita è mono, seppur abbastanza alto e chiaro.

LG Wing: il giudizio finale

LG Wing mi è piaciuto parecchio perché è innovativo. Non è uno smartphone economico però: servono, di listino, circa 1300€ per portarlo a casa a casa, sebbene con qualche offerta si può sperare di risparmiare qualcosa.

Costa tanto? Si. Si tratta di un prezzo giustificato? Dipende, di fatto però l’innovazione ha un costo e in questo smartphone di innovativo c’è tanto. Non solo un doppio schermo a scomparsa, ma anche una suite di funzionalità aggiuntive e – soprattutto – la possibilità di avere un vero e proprio gimbal portatile sempre in tasca.

Sicuramente, con un prezzo di lancio sotto i 1000€, questo device avrebbe potuto avere un appeal maggiore sul mercato. Tuttavia, sono abbastanza conscia che non passerà troppo tempo prima che lo street price permetta a chiunque voglia di provare LG Wing.

Immagini LG Wing

Tutte

Dati tecnici

Tipo di sim card supportata Nano
Supporta On the GO per le periferiche USB
Supporta e-sim
Supporta dual sim
Capacità (mAh) 4000
Tipo di batteria LiPo
Ricarica rapida
Ricarica wireless
RAM 8 GB
Memoria interna 128 GB
Memoria esterna microSD
GPS
Sistemi GPS supportati Glonass,Galileo,Beidou,A-GPS
Chipset Qualcomm Snapdragon 765G (8 core)
Reti supportate EDGE,HSDPA,HSUPA,GPRS,HSCSD,LTE,5G
Pixel per Inch (ppi) 395
Protezione Gorilla glass 5
Schermo pieghevole
Tipo di pannello OLED
Diagonale 6,8"
Risoluzione 2460x1080
Interfaccia utente LG UX
Sistema Operativo Android (10)
NFC
HDMI
Infrarossi
Funzioni Bluetooth A2DP/LE/EDR/aptX HD
WiFi WiFi 5
USB Type-C v3.1
Bluetooth v5.1

Foto e video

Numero sensori 1
Flash NO
Risoluzione massima
1 32Mpx
Frame rate (fps) 30
Messa a fuoco Fissa
Stabilizzatore
1 NO
Apertura focale
1 1.9
* specifiche per sensore
Numero sensori 3
Raw
Flash LED Flash
Grandangolo
2 1 3 1
Risoluzione massima
1 64Mpx 2 13Mpx 3 12Mpx
Frame rate (fps) 60
Messa a fuoco PDAF
Stabilizzatore
1 OIS+EIS
Apertura focale (f)
1 1.8 2 1.9 3 2.2
Massima risoluzione video 2160p
* specifiche per sensore

Multimedia

DTS
aptX - presenza della tecnologia qualcomm per il BT wireless low latency
Dolby Atmos
Hi-Res Audio
Audio Stereo
Low Latency Audio
DAC Audio dedicato

Sensori

Sblocco con riconoscimento facciale
Impronta digitale
Sensore impronta sotto il display
Riconoscimento iride
Bussola
Barometro
Giroscopio
Accelerometro
Prossimità/Luminosità