Nell’attesa che Samsung presenti nel suo evento Unpacked del 20 febbraio i suoi nuovi device, è trapelata in rete una nuova immagine della gamma Galaxy S10. Pubblicata su Twitter dal celebre leaker Evan Blass, il nuovo render mostra chiaramente, da sinistra a destra, la parte anteriore e posteriore dei Galaxy S10e, S10 e S10+.

Galaxy S10E con meno fronzoli

Il Galaxy S10E (a sinistra della foto), che dovrebbe essere il modello più economico e con meno fronzoli dei tre, presenta due fotocamere posteriori e, nella parte anteriore, un singolo foro posizionato in alto a destra del display. Non è ancora noto quale sarà il nome ufficiale dell’entry level della gamma, ma si parla di “Lite” o “Edge”.

Lo standard S10 (nella foto al centro) e l’S10 + (a destra) sono dotati di tre telecamere posteriori. Quanto al frontale, il Plus sembra avere sul display un foro più grande probabilmente perché le selfie camera sono due. L’S10 dovrebbe avere uno schermo OLED da 5,8 pollici, mentre l’S10+ un OLED da 6.4 pollici: i due modelli superiori avranno il sensore di impronte digitali sullo schermo, mentre il più economico S10E farà a meno di questa caratteristica per mantenere, appunto, il prezzo più basso. Precisiamo che per quanto riguarda i prezzi, si ipotizza una base di 650 euro per il Galaxy S10E e oltre i 1000 per il Plus.

Per sapere esattamente come sarà la linea Galaxy S10 e conoscere i dettagli finali sulle specifiche (probabilmente l’intera line-up di Galaxy S10 avrà a bordo il processore Samsung Exynos 9820 per le versioni dedicate ai mercati europei) e su eventuali altre varianti, come il modello 5G, è necessario attendere l’evento di febbraio di Samsung. In occasione dell’Unpacked del 20 febbraio – la location prescelta è San Francisco, sede prestata di solito ad eventi mondiali – la multinazionale sudcoreana presenterà ufficialmente anche l’atteso telefono pieghevole: il telefono con tecnologia Infinity Flex Display che potrebbe portare il nome di Galaxy Fold, Galaxy X, Samsung Flex o Samsung Galaxy Flex.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum
    Fonte: Slashgear