Sbloccare iPhone è una procedura che può risolvere molti problemi. I blocchi improvvisi possono essere causati da alcune app che richiedono troppa memoria RAM, situazione che può avvenire sugli smartphone Apple più datati, oppure è possibile che abbiate sbagliato a digitare o dimenticato il codice di sblocco dell’iPhone. In entrambi i casi bisogna sapere come sbloccare iPhone, e la procedura è diversa a seconda del modello del vostro device.

Alcuni modelli, infatti, richiedono combinazioni di tasti diversi per avviare la procedura di sblocco, come l’iPhone 6 o l’iPhone 7, che differiscono per la meccanica del tasto Home, da un lato fisico dall’altro simulato.

In questa guida vedremo come fare per sbloccare iPhone con metodi che si applicano ai vari modelli, e successivamente ci concentreremo su come sbloccare iPhone senza codice, una procedura un po’ diversa e più lunga ma che vi restituirà ugualmente il vostro melafonino di nuovo funzionante.

Come sbloccare iPhone bloccato

come sbloccare iphone

Sono due i casi che possono presentarsi che rendono il vostro iPhone bloccato o disabilitato. Il primo caso è quello di un utilizzo eccessivo di memoria da parte del dispositivo. Questo accade perchè le applicazioni, essendo software, vengono sempre aggiornate e rese disponibili dai produttori. Il problema è che l’hardware del device rimane indietro nel tempo, e quindi l’utilizzo di risorse da parte delle applicazioni potrebbe risultare eccessivo, restituendovi un iPhone bloccato. Lo schermo non risponderà più agli input dei tocchi che esercitate, e questo rende impossibile l’utilizzo del device.

In questo caso occorre effettuare un riavvio forzato dell’iPhone bloccato per ripristinarlo. La procedura, descritta più avanti a seconda del modello, non vi farà perdere i dati del vostro dispositivo perchè non è un reset del device.

Il secondo caso è quello relativo al codice della schermata di blocco. Nel caso in cui digitiate per troppe volte consecutive un codice errato, il vostro iPhone sarà disabilitato. Per recuperarlo occorre mettere il dispositivo in modalità di ripristino e recuperarlo attraverso iTunes. Questa procedura, per niente lunga e complessa, è l’unica che può risolvere il problema di un iPhone disabilitato, ed è la stessa utilizzata per ripristinare l’iPhone. In questo caso il nostro consiglio, che vi ribadiremo più avanti, è quello di effettuare un backup iPhone con molta frequenza in modo da avere sempre salvata una copia dei dati dello smartphone.

Adesso vedremo come sbloccare l’iPhone, prendendo in esame le varie procedure che si applicano ai diversi modelli prodotti da Apple, a causa delle differenze hardware degli smartphone.

Come sbloccare iPhone 8 e modelli successivi

come sbloccare iphone

A causa delle differenze tra i vari dispositivi, a partire da iPhone 8 Apple ha modificato la procedura di riavvio forzato necessaria per sbloccare iPhone 8 ma anche i modelli successivi, ma adesso vedremo come sbloccare iPhone 8 e modelli successivi.

Modelli su cui si applica questa procedura: iPhone 8, iPhone 8 Plus, iPhone X, iPhone XR, iPhone XS, iPhone XS Max, iPhone 11, iPhone 11 Pro, iPhone 11 Pro Max.

Per avviare la procedura di riavvio forzato su iPhone 8 o iPhone X bisogna premere rapidamente in sequenza i tasti Volume Su e Volume Giù, poi tenere premuto il tasto Power (quello posto lateralmente) fino a quando non vedrete comparire sullo schermo il logo Apple.

Questa procedura riavvierà l’iPhone 8 o X bloccato ma non cancellerà i dati presenti sul dispositivo.

Ecco un breve riepilogo della sequenza:

  1. Premere velocemente il tasto Volume Su
  2. Premere velocemente il tasto Volume Giù
  3. Premere e tenere premuto il tasto Power fin quando non compare il logo Apple

Come sbloccare iPhone 6s e modelli precedenti

come sbloccare iphone

Sbloccare un iPhone 6s bloccato è possibile ma la procedura differisce rispetto ai modelli più recenti di iPhone, visto che cambia la struttura hardware del dispositivo.

Modelli su cui si applica questa procedura: iPhone 6s, iPhone 6s Plus, iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPhone SE, iPhone 5s, iPhone 5, iPhone 5c, iPhone 4s, iPhone 4, iPhone 3GS, iPhone 3G, iPhone.

La procedura di riavvio forzato su questi modelli si avvia premendo contemporaneamente il tasto Home più il tasto di Volume Su, mantenendoli pressati fin quando non compare il logo Apple sullo schermo e il dispositivo non si riavvi chiedendovi codice di sblocco e codice PIN, se attivo.

La stessa Apple però consiglia di provare una combinazione alternativa di tasti, se quella appena descritta non dovesse funzionare. La combinazione alternativa prevede la pressione contemporanea di tasto Home e tasto Power (laterale), sempre fino alla visualizzazione del logo Apple.

Riepiloghiamo brevemente la sequenza su come sbloccare iPhone 6:

  1. Pressione contemporanea di tasto Home + tasto Volume Su
  2. Combinazione alternativa: tasto Home + tasto Power

Come sbloccare iPhone 7 o 7 Plus bloccato

come sbloccare iphone

Una procedura ancora diversa è quella per effettuare il riavvio forzato di un iPhone 7 bloccato o dei modelli successivi. La combinazione di tasti che stiamo per descrivere si applica agli iPhone 7 e 7 Plus bloccati, ovvero quelli che hanno il tasto Home non meccanico.

Per sbloccare iPhone 7 o iPhone 7 Plus bisogna tenere premuti simultaneamente il tasto Power e il tasto Volume Giù fin quando non si vedrà a schermo il logo Apple. Questa combinazione di tasti avvierà la procedura di riavvio forzato e sbloccherà il vostro iPhone.

Ecco il riepilogo di come sbloccare iPhone 7 o 7 Plus:

  1. Pressione contemporanea di tasto Power e tasto Volume Giù
  2. Attendere fin quando non appare il logo Apple sullo schermo

Come sbloccare iPhone senza codice

come sbloccare iphone

La procedura su come sbloccare iPhone senza codice o un iPhone disabilitato a causa dei troppi tentativi errati di inserimento del codice prevede di usare la modalità di recupero. La modalità di recupero è una particolare modalità di iPhone che serve per effettuare un reset del dispositivo ai dati di fabbrica. Questa procedura comporta l’eliminazione di dati, app e file multimediali dal dispositivo, che però possono essere recuperati ripristinando lo smartphone con un backup.

Per entrare in modalità di recupero, bisogna collegare l’iPhone disabilitato al computer attraverso il cavo lighthing, aprire iTunes e poi utilizzare la sequenza di tasti descritta per il riavvio forzato e compatibile col vostro modello.

Se avrete seguito la sequenza corretta, su iPhone verrà visualizzato il logo di iTunes insieme al cavo, e sul computer il software vi restituirà un messaggio che afferma che iPhone ha avuto un problema e occorre ripristinare il dispositivo.

A questo punto cliccate su Ripristina, e iTunes scaricherà la versione più aggiornata di iOS per il vostro smartphone Apple. Al termine del download, iTunes ripristinerà il sistema operativo e alla fine potrete decidere di configurare il dispositivo come nuovo iPhone o ripristinare un backup precedente e recuperare i vostri dati.

Ecco il riepilogo della sequenza necessaria per sbloccare iPhone disabilitato:

  1. Collegare iPhone al computer
  2. Aprire iTunes
  3. Seguire la combinazione di tasti adatta al vostro dispositivo
  4. Avviare il ripristino
  5. Configurare iPhone come nuovo device o recuperare un backup

Come proteggere iPhone

come sbloccare iphone

Prima di continuare, occorre sottolineare che esistono dei metodi per proteggere iPhone che non sono particolarmente complessi, ma che funzionano molto bene per assicurare che nessun malintenzionato possa sbloccare il nostro dispositivo Apple senza il nostro permesso.

L’unico problema si incontra quando vengono scoperte falle di sicurezza in iOS, un problema che solo Apple può risolvere aggiornando il suo sistema operativo e garantendo nuovi livelli di sicurezza del device.

Ecco di seguito i metodi più efficaci che vi consentiranno di proteggere iPhone nel migliore dei modi.

Installare la versione più recente di iOS

Questo consiglio è sicuramente il più efficace per evitare che il vostro iPhone possa essere sbloccato sfruttando bug presenti in iOS. I bug e le falle nel sistema operativo, infatti, vengono corrette da Apple periodicamente, e in ogni caso in maniera tempestiva non appena emergono. Installare la versione più recente di iOS è quindi il modo migliore per evitare che malintenzionati possano sfruttare questi bug nascosti per violare il nostro device.

Per essere sicuri di avere installato l’ultima versione di iOS, dovete recarvi nelle Impostazioni di iPhone, selezionare Generali e poi Aggiornamento Software. Se il software è aggiornato, allora la schermata vi dirà qual è l’ultima versione installata sul dispositivo. In caso contrario, invece, comparirà un avviso per avviare il download dell’ultima versione.

Se volete essere sicuri che il vostro melafonino scarichi automaticamente gli aggiornamenti del sistema operativo, vi basta attivare gli aggiornamenti automatici. Per farlo, aprite le Impostazioni, cliccare su Generali e poi su Aggiornamento software. A questo punto basta attivare gli aggiornamenti automatici spostando l’interruttore su ON.

Utilizzare un codice di sblocco maggiore di quattro cifre

come sbloccare iphone

Chi ha intenzione di violare il vostro iPhone, potrebbe scoprire il codice che utilizzate per sbloccare il device semplicemente osservandovi e captare le cifre che inserite. Per ovviare a questo inconveniente, il consiglio è quello di non digitare pubblicamente il codice di sblocco dell’iPhone, in modo tale da non correre il rischio di rivelarlo. Vi consigliamo, inoltre, di non abilitare il codice di sblocco a 4 cifre, ma di utilizzarne uno più lungo e complicato, per rendere la vita più difficile ai malintenzionati.

Per inserire un nuovo codice nel vostro iPhone, andate nelle Impostazioni, selezionate Touch ID e codice oppure Face ID e codice (se avete un iPhone X o un modello successivo), dopodiché cliccate su modifica il codice. Inserite l’attuale pin che utilizzate per sbloccare iPhone e nella schermata che si apre chiedendovi il nuovo codice cliccate su Opzioni Codice. A quel punto potrete scegliere di utilizzare un codice a 4 cifre, un codice numerico personalizzato, ovvero più lungo di quattro cifre a vostro piacimento, e un codice alfanumerico personalizzato, composto da lettere e numeri, ancor più difficile da decifrare.

Disattivare Siri nella schermata di blocco

come sbloccare iphone

Per evitare che qualcuno possa sfruttare i bug di iOS, un ulteriore consiglio è quello di disattivare l’utilizzo di Siri mentre lo schermo di iPhone è bloccato. In questo modo si introduce un ulteriore livello di sicurezza. Per disattivare questa opzione, occorre andare nelle Impostazioni e selezionare Siri e ricerca. A questo punto spostate su OFF l’interruttore della voce Usa Siri quando bloccato.

Seguendo questo iter, Siri non sarà più accessibile dalla schermata di blocco e non potrete dare più i comandi vocali all’assitente Apple con iPhone bloccato, ma solamente quandro avrete sbloccato il device, ovvero quando avrete inserito il codice di sblocco, usato il Touch ID o il Face ID.

Utilizzare Face ID o Touch ID

come sbloccare iphone

Da alcuni modelli di iPhone in poi, Apple ha introdotto due nuove tecnologie per lo sblocco di iPhone, ovvero Touch ID e Face ID. Utilizzare queste due tecnologie aumenta il livello di sicurezza del vostro dispositivo, soprattutto perchè questi metodi si basano su un riconoscimento di una caratteristica fisica dell’utente, impronta digitale o volto. Ecco come funzionano.

  • Touch ID: questo tipo di tecnologia è stata introdotta da Apple con l’iPhone 5S e resiste ancora oggi con iPhone 8, e probabilmente col prossimo iPhone 9. Si tratta dello sblocco dell’iPhone che avviene tramite il riconoscimento dell’impronta digitale del proprietario del dispositivo, molto affidabile e preciso. Per attivarlo, basta andare nelle Impostazioni del device, selezionare Touch ID e codice e selezionare Aggiungi un’impronta. A questo punto scansionate l’impronta che volete utilizzare per sbloccare iPhone e il gioco è fatto.
  • Face ID: il Face ID basa lo sblocco di iPhone sulla scansione del volto dell’utente. Apple ha introdotto questa tecnologia con iPhone X e l’ha man mano raffinata fino alla recente linea di iPhone 11. Per attivare Face ID, se non lo avete già fatto durante la configurazione iniziale del device, basta andare nelle Impostazioni e selezionare Face ID e codice. A questo punto attivatelo e seguite le istruzioni per permettere al device di scannerizzare il vostro volto e permettergli di riconoscervi.

Come sbloccare iPhone bloccato con un programma per computer

come sbloccare iphone

Se non riuscite a far uscire il vostro iPhone dalle modalità di recupero e vi viene mostrato sempre lo schermo nero, potreste aver bisogno di sbloccare iPhone con un programma. Il più consigliato è sicuramente Wondershare Dr.Fone, software molto interessante che vi abbiamo già consigliato quando abbiamo parlato di backup degli smartphone Apple.

Si tratta infatti di un programma che permette anche la gestione dei dati su iPhone, effettuare e ripristinare backup. Una delle funzioni più apprezzate è sicuramente quella del ripristino di iOS, che consente la riparazione del sistema operativo di iPhone.

Diciamo sin da subito che il programma è a pagamento: il costo del modulo Repair è pari a 59,95$ all’anno, ma è possibile scaricare una versione di prova gratuita per testare il programma, anche se non è possibile effettuare il ripristino completo di iPhone.

Una volta scaricato il programma dal sito ufficiale e installato sul vostro computer, Windows o macOS, potete procedere al ripristino di iOS, primo passo su come sbloccare iPhone.

Collegate lo smartphone al computer e assicuratevi di aver installato iTunes per permettere il collegamento tra computer e dispositivo. Aprite quindi iPhone e associatelo ad iTunes, se non lo avete già fatto in precedenza.

Fatto questo, chiudete iTunes e aprite dr.fone, e cliccate sul tasto Ripara. A questo punto il software vi darà una serie di istruzioni per mettere l’iPhone in modalità DFU e iniziare col ripristino. Se la procedura non dovesse andare a buon fine, potete mettere iPhone in modalità di recupero, cliccando sul tasto “Se il tuo dispositivo non riesce ad attivare la modalità DFU, fai clic qui”.

A questo punto dovete assicurarvi che il programma abbia rilevato il modello corretto di iPhone e selezionate la versione di iOS più recente da scaricare. Una volta terminato il download, potete cliccare sul tasto Correggi ora per ripristinare iOS. Se l’operazione riesce, il vostro iPhone dovrebbe essere sbloccato e funzionante. Esiste, in caso di errori, anche una Modalità avanzata di ripristino che è accessibile dopo aver cliccato su Ripara.

Come sbloccare iPhone: liberare la memoria RAM

come sbloccare iphone

È possibile che il vostro iPhone si sia bloccato perchè abbia troppe informazioni accumulate all’interno della memoria RAM, quella parte di memoria che è deputata alla gestione delle applicazioni aperte. Questo provoca dei rallentamenti sul vostro melafonino, che a volte possono sfociare in casi di blocco del device. È possibile però liberare la memoria RAM attraverso una procedura manuale che vi consente di recuperare un po’ di reattività, ecco come.

Per liberare la memoria RAM occorre avere l’iPhone acceso, sbloccare lo schermo e tenere pressato il tasto Power fino a quando non compare la levetta che indica Scorri per spegnere. A questo punto, rilasciate il tasto Power e premere e tenere premuto il tasto Home. Così facendo tornerete alla Home Screen e avrete liberato la memoria RAM del vostro iPhone.

Su iPhone X e modelli successivi il procedimento è leggermente differente, visto che non è presente il tasto Home. In questo caso bisogna andare su Impostazioni, selezionare Accessibilità, cliccare su Tocco e poi AssistiveTouch, e infine attivarlo portando l’interruttore su ON.

A questo punto tornate nel pannello Generali e cliccate su Spegni. Una volta fatto, cliccate sull’AssistiveTouch e premete e tenete pressato il tasto Home comparso a display. Una volta che sarete rimandati alla Home Screen, la memoria RAM del vostro iPhone sarà svuotata.

Come sbloccare iPhone bloccato sulla schermata di avvio

come sbloccare iphone

Potrebbe capitare che il vostro iPhone si blocchi nella schermata di avvio all’accensione, quella con il logo Apple con la mela. La procedura per sbloccare iPhone sulla schermata di avvio prevede l’utilizzo di iTunes, software necessario per sbloccare il vostro smartphone.

Collegate l’iPhone al computer tramite cavo lightining e attendete l’avvio di iTunes. Se non dovesse aprirsi, apritelo voi. A questo punto dovrete mettere l’iPhone in modalità di recupero attraverso le procedure viste in precedenza, ma che riportiamo di seguito per comodità:

  • Modelli di iPhone fino al 6s e 6s Plus: pressione contemporanea di tasto Power e tasto Home per qualche secondo.
  • iPhone 7 e 7 Plus: pressione contemporanea di tasto Power e tasto Volume Giù per qualche secondo.
  • Per modelli di iPhone 8, 8 Plus e successivi: pressione rapida del tasto Volume Su, poi pressione rapida di Volume Giù e successivamente pressione del tasto Power per qualche secondo.

A questo punto avrete messo l’iPhone in modalità di recupero, e sullo schermo del device dovrebbe comparirvi l’icona di iTunes insieme a quella di un cavo, tutto su sfondo nero. Sul computer, invece, dovreste visualizzare l’avviso di iTunes che dice che il vostro dispositivo va aggiornato o ripristinato in seguito a un problema.

Potete scegliere Aggiorna per provare a reinstallare iOS senza perdere alcun dato, oppure potete scegliere Ripristina e portare il vostro iPhone allo stato originario. Scegliendo questa seconda opzione, però, perderete tutti i dati. Vi consigliamo quindi di procedere col ripristino solo se avete un backup recente di file e dati del vostro iPhone che potrete ripristinare.

Come sbloccare iPhone: contattare l’assistenza Apple

come sbloccare iphone

Se riscontrate problemi anche con la modalità di recupero, occorre contattare l’assistenza Apple per chiedere la riparazione del dispositivo, disponibile a questo link. È possibile parlare con un operatore Apple cliccando su iPhone, poi su Aggiornamento backup e ripristino e infine su Errore durante l’aggiornamento o ripristino in iTunes. A questo punto selezionate la voce Parla con il supporto Apple e sarete richiamati.

Potete scegliere anche di chiamare l’assistenza Apple al numero verde 800.915.904, e seguire le istruzioni della voce guida. La chiamata è gratuita e il numero è disponibile dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19.45

In alternativa potete scegliere di contattare l’assistenza anche attraverso l’app Supporto Apple per iOS. Potete avviare l’app da qualsiasi dispositivo Apple, non per forza il vostro iPhone, e collegarvi al vostro account Apple. Selezionate il vostro iPhone dall’elenco dei dispositivi e scegli la voce di assistenza che si addice al tuo problema per avviare la procedura, seguendo sempre le indicazioni.

L’assitenza Apple è disponibile anche presso gli Apple Store. Tutto quello che dovrete fare è cercare l’Apple Store più vicino nella vostra zona tramite questo elenco, e chiedere supporto agli addetti.

Infine, l’assistenza è disponibile anche attraverso Twitter tramite l’account @AppleSupport, che può essere contattato o attraverso un tweet o con un messaggio diretto a cui risponderà in tempi brevi.