Xiaomi Mi 9 SE può essere un’ottima soluzione per chi è alla ricerca di uno smartphone medio di gamma di dimensioni compatte. Un device interessante, ma non esente da difetti: ecco tutti i dettagli nella nostra recensione completa.

Prezzo e uscita in Italia

Xiaomi Mi 9 SE è in vendita anche in Italia da maggio 2019, dopo che a febbraio dello stesso anno era stata annunciato in esclusiva per il mercato cinese. Attualmente, su Amazon è possibile comprarlo in offerta a .

Design e display

Lo smartphone ideale per chi predilige i dispositivi compatti. Si tiene facilmente in una sola mano, nonostante abbia comunque un display abbastanza ampio. Il posteriore è in vetro con effetto specchio: considerando la tipologia di pannello, tutto sommato i segni d’impronte che rimangono impressi non sono troppi. A non convincermi del back panel è altro, mi riferisco all’alloggiamento del comparto fotografico, che fra l’altro è uno dei punti di forza di questo device: è posizionato in alto a sinistra, su un isolotto parecchio sporgente, troppo. Il rischio di graffiarlo ogni volta che lo si appoggia su una superficie è reale e – in questi casi – non c’è O-Dot di OPPO Reno che possa aiutare a contenere il problema.

Ad ogni modo, una volta girato lo smartphone, il display – con i suoi bordi ridotti al minimo – vi farà presto dimenticare il pannello posteriore (almeno fino a quando non lo vedrete di nuovo). Lo schermo è un pannello AMOLED da 5,97″ con risoluzione Full HD+ protetto da un vetro Gorilla Glass 5. A interrompere lo sguardo d’insieme c’è un foro, un notch a goccia, che è necessario per ospitare la fotocamera dedicata ai selfie. La capsula auricolare è contenuta invece a filo sul bordo superiore. La qualità è elevata: visibilità ottima in ogni situazione, anche se la regolazione della luminosità non è esattamente fulminea.

Il lettore d’impronte digitali è implementato sotto il display ed è di qualità discreta: ho dovuto impostarlo due volte perché al primo tentativo non riconosceva l’impronta quasi mai e non è particolarmente veloce. Fa comunque il suo dovere, ma vi consiglio di affiancarlo al riconoscimento facciale. Se da un lato è meno sicuro, dall’altro almeno è più efficiente.

Nel complesso lo smartphone è piccolo e leggero. Come anticipato, si tiene bene in una sola mano e lo si può utilizzare senza problemi per scrivere messaggi. Anche sotto il punto di vista estetico è abbastanza gradevole, comparto fotografico a parte, ovviamente.

Hardware e software

Sotto la scocca a specchio di Xiaomi Mi 9 SE c’è il processore Qualcomm Snadpdragon 712, supportato nell’edizione che abbiamo provato noi da 6GB di memoria RAM e 64GB di storage interno. Vi ricordiamo che il terminale è disponibile anche nella configurazione che prevede 128GB di spazio di archiviazione.

Il sistema operativo a bordo è Android Pie, sotto l’interfaccia utente MIUI 10 (nello specifico, al momento del test, MIUI 10 Global Stable versione 10.3.1). La UI personalizzata di Xiaomi rientra fra le mie preferite in assoluto, insieme alla Oxygen OS di OnePlus. Tuttavia, a differenza di quest’ultima, l’interfaccia di Xiaomi non lascia nulla che possa ricordare l’esperienza stock di Android. Se questo per voi non costituisce un dettaglio fondamentale, non potrete che apprezzare tutte le funzionalità aggiuntive offerte da MIUI. L’unica cosa che proprio ancora non mi piace di questa UI è la gestione delle notifiche: ormai non ci sono più problemi sulla puntualità della ricezione delle stesse, ma secondo me sono ancora organizzate in modo parecchio disordinato. Non è difficile perdersi mentre si guarda al volo il device e non riuscire a capire qual è il corretto ordine temporale di arrivo.

Per quello che riguarda Xiaomi Mi 9 SE, nello specifico, non ho avuto problemi di funzionamento di alcun genere. Nessun blocco o impuntamento durante l’utilizzo quotidiano dello smartphone. Anzi, nel periodo di test ho anche ricevuto un aggiornamento con le patch di sicurezza di maggio 2019.

Il gaming su Xiaomi Mi 9 SE è supportato a livello software dalla serie d’impostazioni di Game Booster: in sostanza, non è niente di troppo differente da quanto proposto dalla maggior parte dei produttori di smartphone nell’ultimo periodo. Le notifiche vengono ridotte a zero e le prestazioni spinte al massimo. Nel complesso, l’esperienza di gioco è buona, anche perché lo smartphone è molto leggero.

La ricezione di Xiaomi Mi 9 SE è un po’ sotto la media. A causa della scarsa copertura di rete, normalmente in casa non riesco a navigare, ma posso comunque telefonare. Con questo device è stato spesso necessario avvicinarsi alla finestra per riuscire a portare avanti una conversazione telefonica. Nel complesso non ho comunque avuto grossi problemi. Naturalmente, il device supporta la connettività dati 4G.

Mi 9 SE ha a bordo due caratteristiche degne di nota: il chip NFC che permette di effettuare pagamenti contact less – la cui presenza non è scontata sui device di fascia media – e la porta infrarossi per usare il device come telecomando. Vi anticipo però che a fronte di tutto questo, c’è comunque un grande assente: l’ingresso per le cuffie, ovvero il jack da 3,5 millimetri.

Batteria

A bordo di Mi 9 SE c’è una batteria da 3070 mAh che permetterà di coprire la maggior parte delle giornate di utilizzo standard, non blando, ma nemmeno troppo intenso insomma. Il lavoro di ottimizzazione delle risorse energetiche è eseguito in modo automatico per ogni applicazione, ma potrete comunque scegliere di modificare manualmente ogni parametro. Inoltre, la funzionalità “batteria adattiva” imparerà progressivamente quali sono le applicazioni che preferite, riducendo l’attività in background di quelle che invece non sono di uso comune.

In circa 50/55 minuti il sistema di ricarica rapido a cavo da 18W mi ha permesso di avere nuovamente a disposizione lo smartphone, pronto per accompagnarmi in un’altra giornata.

Foto, video e audio

Il comparto fotografico principale di Xiaomi Mi 9 SE è composto da tre sensori. Quello primario è da 48MP, si è proprio quello che state pensando, l’IMX586 che tanto va di moda fra gli smartphone in questo periodo. Il secondario, da 8MP, offre invece uno zoom ottico 2X mentre il terzo – da 13MP – garantisce scatti grandangolari.

Sono soddisfatta dei risultati ottenuti con questa fotocamera, con ognuno dei sensori a bordo. Ho apprezzato la presenza di un sensore per lo zoom ottico, nonostante la fotocamera da 48MP si sarebbe potuta prestare a un “finto zoom” tramite crop d’immagine. Da software è possibile scegliere se scattare a 12MP, combinando di fatto 4 pixel in 1 per aumentare la qualità complessiva, oppure sfruttare tutti i 48MP per avere una foto che si può ingrandire più e più volte. Anche gli scatti grandangolari e quelli con la modalità Notte non deludono.

I video sono girati con la massima risoluzione 4K a 30fps. Come al solito, ho lavorato perlopiù in Full HD a 30fps e non ho avuto problemi. Buona anche la stabilizzazione.

Gli amanti dei selfie avranno a disposizione una fotocamera frontale da 20MP per realizzare i autoscatti: come la maggior parte delle fotocamere da medio di gamma, il sensore regala buoni risultati, senza particolare effetto “wow”.

L’audio di questo smartphone è mono, ma molto alto e limpido. Una sorpresa che però non compensa l’assenza del jack audio da 3,5 millimetri.

Giudizio finale

Leggendo questa recensione, avrete certamente intuito quali sono i punti di forza e quali quelli di debolezza di questo smartphone. Ad ogni modo, fare il punto della situazione potrà aiutarvi a capire se è lo smartphone adatto alle vostre esigenze:

  • PRO: ottimo display, buona fotocamera principale, ottimi materiali costruttivi e dimensioni contenute;
  • CONTRO: lettore d’impronte digitali impreciso, ricezione non al top e assenza del jack audio da 3,5 millimetri.

Vi ricordiamo che il suo prezzo, ormai inferiore, ai 300€ lo rende oggettivamente uno smartphone interessante. Tuttavia, sta a voi valutare se i contro appena elencati possono costituire un compromesso al quale scendere.

Dati tecnici

Tipo di sim card supportata 2 micro-SIM
Supporta On the GO per le periferiche USB
Tipologia dual sim dual stand-by
Supporta e-sim
Supporta dual sim
Capacità (mAh) 3070
Tipo di batteria LiPo
Ricarica rapida
Ricarica wireless
RAM 6 GB
Memoria interna 128 GB
Memoria esterna
GPS
Sistemi GPS supportati Glonass,Galileo,Beidou,A-GPS
Chipset
Reti supportate
Pixel per Inch (ppi) 430
Rapporto d'aspetto 19,5:9
Protezione Gorilla glass 5
Schermo pieghevole
Tipo di pannello AMOLED
Diagonale 6,0"
Risoluzione 2340x1080
Interfaccia utente MIUI
Sistema Operativo Android (Pie)
NFC
HDMI
Infrarossi
Funzioni Bluetooth A2DP/LE/EDR/aptX HD
WiFi WiFi 5
USB Type-C v2.0
Bluetooth v5.0

Foto e video

Numero sensori 1
Flash NO
Risoluzione massima
1 20Mpx
Frame rate (fps) 30
Messa a fuoco Fissa
Apertura focale
1 2
Massima risoluzione video 1080p
* specifiche per sensore
Numero sensori 3
Raw
Flash LED Flash
Risoluzione massima
1 48Mpx 2 13Mpx 3 8Mpx
Frame rate (fps) 30
Messa a fuoco PDAF
Apertura focale (f)
1 48 2 13 3 8
Massima risoluzione video 2160p
Zoom
1 Digitale 3 Ibrido(2x)
* specifiche per sensore

Multimedia

DTS
aptX - presenza della tecnologia qualcomm per il BT wireless low latency
Dolby Atmos
Hi-Res Audio
Audio Stereo
Low Latency Audio
DAC Audio dedicato

Sensori

Sblocco con riconoscimento facciale
Impronta digitale
Sensore impronta sotto il display
Riconoscimento iride
Bussola
Barometro
Giroscopio
Accelerometro
Prossimità/Luminosità