Huawei P30 Pro mantiene le promesse e rivoluziona il modo in cui scattiamo foto con lo smartphone: ecco la nostra recensione completa.

Huawei P30 Pro è uno dei top di gamma che il colosso cinese ha riservato al pubblico per il 2019. Il device ha una scheda tecnica molto completa, che non manca di offrire un comparto fotografico principale d’eccezione: secondo noi, si tratta del miglior camera phone attualmente disponibile sul mercato (aprile 2019).

Ecco tutti i dettagli su specifiche tecniche, prezzi e disponibilità di Huawei P30 Pro nella nostra recensione completa.

Prezzi e disponibilità

Il flagship è stato lanciato il 26 marzo, durante un evento organizzato a Parigi e riservato a tutta la nuova gamma di smartphone P30: edizione standard P30, P30 Pro e P30 Lite. Il terminale è disponibile in vendita dal 27 marzo in due edizioni: 8/128GB ed 8/256GB rispettivamente di RAM e storage interno.

A riguardo dei prezzi, anche questi dipendono dall’edizione scelta:

Hardware e software

La scheda tecnica completa di Huawei P30 Pro è disponibile alla fine dell’articolo. Nella nostra edizione, il device è sostenuto dal processore octa core Kirin 980, supportato da 8GB di memoria RAM e 256GB di storage interno espandibile tramite nanoSD, il particolare formato di memoria proprietario del colosso cinese.

huawei p30 pro

Il design non é stravolto rispetto ai precedenti modelli: vetro anteriore e posteriore (con trattamento oleofobico decisamente discutibile), ma sul frontale c’è questa volta un piccolissimo notch a goccia a caratterizzare un pannello da 6,47″ di tipo  Curved OLED e con risoluzione FHD+ dovuta al rapporto d’aspetto allungato. Il pannello è perfettamente visibile in ogni situazione, all’interno delle impostazioni è possibile personalizzarlo a piacimento. La denominazione “curved” è dovuta proprio ai bordi lunghi arrotondati: non spaventatevi, sono belli e non compromettono in alcun modo l’usabilità dello smartphone.

Lo schermo di questo smartphone è molto importante perché responsabile anche dello sblocco dello smartphone tramite lettore d’impronta digitale e della trasmissione audio durante una telefonata:

  • il lettore d’impronte, di generazione successiva rispetto a Mate 20 Pro, è posizionato proprio sotto il pannello. Non posso che confermarne bontà e precisione, oltre ad una buona velocità di configurazione;
  • la capsula auricolare è assente: è stata eliminata – insieme al LED RGB per le notifiche – per offrire il massimo dello spazio allo schermo. Per sopperire all’importate mancanza, il display è stato dotato di una tecnologia che consente di trasformare le vibrazioni del pannello in onde sonore. In questo modo è possibile sentire il proprio interlocutore durante una telefonata, ma l’audio dello smartphone purtroppo è mono. In generale, il sistema adottato da Huawei non mi ha mai creato difficoltà, ma quando ho parlato al telefono in situazioni di grande inquinamento acustico ho dovuto chiedere al mio interlocutore di ripetere qualche frase.

huawei p30 pro

Il sistema operativo a bordo dello smartphone è Android Pie sotto interfaccia utente EMUI 9.1. La user interface è chiaramente personalizzata, ma se non siete amanti dell’esperienza pura, su questo smartphone potrete godere a pieno di tutte le feature aggiuntive garantite proprio da EMUI. Nonostante si trattasse della prima release software, che successivamente ha goduto di un corposo aggiornamento, non ho avuto problemi relativi a bug, lag o freeze praticamente mai. Lo smartphone non ha mai mostrato incertezze. La GPU supporta la riproduzione video e le sessioni di gaming in modo egregio, senza perdite di frame improvvise oppure surriscaldamenti anomali.

Autonomia energetica

La batteria è da 4200 mAh con ricarica rapida a cavo (SuperCharge da 40W) ed anche wireless. Con il caricatore da parete, in meno di un’oretta e mezzo il device completa il suo ciclo di ricarica. L’autonomia energetica dello smartphone è certamente uno dei suoi punti di forza: un vero e proprio battery phone. Le impostazioni dedicate al risparmio energetico ci sono, ma non vi serviranno se non in situazioni estreme. La giornata di uso stress si supera senza alcun problema. Presente anche la nuova tecnologia di ricarica inversa, che permette di offrire autonomia energetica (tramite ricarica senza fili) ad altri smartphone o accessori: non lo userei per ricaricare un cellulare, ma per auricolari e smartwatch inizio ad apprezzarla parecchio.

Foto, video ed audio

Huawei P30 Pro non è un camera phone, è IL camera phone: il migliore del momento. L’unico, fino ad ora, che è stato in grado di rivoluzionare il concetto di foto con lo smartphone. Non lo ha fatto grazie al sensore SuperSpectrum (qui descritto in dettaglio), ma con l’implementazione di una fotocamera in grado di eseguire uno zoom ottico 5X. Il sistema si basa sul posizionamento strategico (periscopico) di micro specchi che trasmettono la luce alle lenti del sensore: in questo modo è possibile ottenere risultati eccellenti pur mentendosi all’interno di uno spazio ristretto. Nello specifico, la configurazione del comparto fotografico prevede:

  • Sensore SuperZoom da 8MP:  zoom ottico 5X, ibrido 10X e digitale fino a 50X. Gode di stabilizzazione ottica ed apertura focale f/3.4;
  • Camera da 20MP in grado di offrire scatti super grandangolari (apertura focale f/2.2);
  • Camera principale da 40MP con apertura focale f/1.6 e presenza di stabilizzazione ottica;
  • Sensore 3D di tipo ToF (Time of Flight): fondamentale per eseguire scansioni 3D di oggetti e soggetti, ma anche per ottenere dei bokeh senza pari.

huawei p30 pro

La fotocamera principale (quella da 40MP) è di tipo Spectrum: si tratta di un sensore RYB e non RGB. Questo significa che la luce catturata per generare tutti i colori di una foto non è quella del rosso, del verde e del blu, bensì del rosso, del giallo e del blu. Stando a quanto dichiarato da Huawei questo consentirebbe alla fotocamera di essere molto più luminoso, con ripercussioni positive – chiaramente – in fase di scatto di foto in notturna. Il colosso cinese parla di ISO in grado di arrivare ben oltre i 400.000: una dichiarazione pesante, che paragona la camera di P30 Pro direttamente ai sistemi fotografici professionali. Non riusciamo a confermarvi il dato, ma sicuramente siamo in grado di garantirvi la bontà delle foto in notturna, supportati anche dalla stabilizzazione ottica.

Quanto al resto degli scatti, quelli eseguiti con zoom vi stupiranno, letteralmente: dimenticate il tipico rumore di fondo che accompagna gli scatti ingranditi. Fino a 5X, con un po’ di mano ferma, potreste addirittura realizzare dei ritratti messi bene a fuoco. Quando l’ibrido è spinto a 10X il rumore aumenta un po’, ma è decisamente tollerabile. Infine, lo zoom digitale a 50X sarà pieno di rumore, ma riuscirete ancora a capire cosa ci sia nell’immagine. Una avvertimento: in questo caso, nonostante la presenza di stabilizzazione ottica, è fondamentale che ci siano buone condizioni di luminosità. In caso contrario, il rumore di fondo sarà parecchio. Non lasciamo che il SuperZoom metta in ombra la buona capacità di scattare foto con grandangolo: ottimi risultati, senza il fastidioso effetto fish eye.

huawei p30 pro

Le foto in generale, vengono parecchio bene: il sensore 3D non avrà i giusti riconoscimenti fino a quando non scatterete dei ritratti. Vi sfido a trovare degli effetti bokeh più naturali e definiti meglio di quelli realizzati con la camera di P30 Pro, che non risentono di alcuna forzatura software in fase di rielaborazione. Bene anche il comparto video, in grado di arrivare fino a 4K (non a 60 fps, purtroppo). Anche durante la registrazione di video (ben stabilizzati con la tecnologia AIS) potrete usufruire dell’ottimo sistema di zoom, che si ferma però a 15X.

Sul frontale, c’è una selfie camera da 32MP. Nessun effetto “wow” al momento di realizzare autoscatti, ma questi sono comunque di ottima qualità ed anche l’effetto sfocato è ben gestito.

L’audio è probabilmente il tasto più dolente quando si parla di Huawei P30 Pro. L’audio mono su uno smartphone top di gamma che costa oltre 1000€ non è granché tollerabile, anche se è una scelta fatta a favore dello spazio a disposizione del display. Ad ogni modo, l’audio è comunque alto, chiaro e ben definito e supporta la tecnologia software Dolby Atmos. Come se il quadro non fosse già compromettente, c’è da aggiungere che manca il jack audio da 3,5 millimetri.

Considerazioni finali

Chi si affida alle nostre recensioni, sa bene che difficilmente consigliamo a qualsiasi utente uno smartphone così costoso. Un investimento di oltre 1000€ è certamente importante. Non faremo un’eccezione neanche in questo caso, ma Huawei P30 Pro è uno smartphone molto particolare perché il suo comparto fotografico è unico.

huawei p30 pro

Dunque, anche se non siete soliti utilizzare lo smartphone per lavoro oppure – in generale – in modo intenso, potreste comunque valutare l’acquisto di questo terminale se siete amanti della fotografia. Non si tratta di un apparecchio professionale, ovviamente, ma se scattate spesso in mobilità, utilizzando lo smartphone, nonostante l’investimento economico elevato vi consigliamo comunque di tenere l’acquisto in considerazione. Oltre al comparto fotografico, il resto delle performance di P30 Pro è chiaramente degno della sua fascia di appartenenza: un flagship completo sotto ogni punto di vista, sempre che l’audio mono sia un compromesso al quale siete disposti a scendere!

Dati tecnici

Accessori
Tipo di sim card supportata 2 nano-SIM
Supporta On the GO per le periferiche USB
Tipologia dual sim dual stand-by
Supporta e-sim
Supporta dual sim
Batteria
Capacità (mAh) 4200
Tipo di batteria Li-ion
Ricarica rapida
Ricarica wireless
Memoria
RAM 8 GB
Memoria interna 128 GB
Navigazione
GPS
Sistemi GPS supportati Glonass,Beidou,A-GPS
Processore
Clock 2.6 GHz
Chipset Huawei Kirin 980 (8 core)
Processore 2xCortex-A76 (2.6GHz) + 2xCortex-A76 (1.9GHz) + 4xCortex-A55 (1.8GHz)
Rete mobile
Reti supportate EDGE,UMTS,HSDPA,HSUPA,LTE
LTE (categoria) 21
Schermo
Rapporto d'aspetto 19,5:9
Schermo pieghevole
Tipo di pannello OLED
Diagonale 6,5"
Risoluzione 2340x1080
Sistema operativo
Interfaccia utente EMUI
Sistema Operativo Android (Pie)
Connettività
NFC
HDMI
Infrarossi
Funzioni Bluetooth LE/EDR/A2DP
WiFi WiFi 5
USB Type-C v3.1
Bluetooth v5.0

Foto e video

Camera frontale
Numero sensori 1
Risoluzione massima
1 32Mpx
* specifiche per sensore
Camera posteriore
Numero sensori 4
Raw
Grandangolo
2 1
Risoluzione massima
1 40Mpx 2 20Mpx 3 8Mpx 4 Mpx
Stabilizzatore
1 AIS 3 OIS
Apertura focale (f)
1 1.6 2 2.2 3 3.4
Zoom
1 Digitale 3 Ibrido(10x)
* specifiche per sensore

Multimedia

Audio
DTS
aptX - presenza della tecnologia qualcomm per il BT wireless low latency
Dolby Atmos
Hi-Res Audio
Audio Stereo
Low Latency Audio
DAC Audio dedicato

Sensori

Biometria
Sblocco con riconoscimento facciale
Impronta digitale
Sensore impronta sotto il display
Riconoscimento iride
Fisici
Bussola
Barometro
Giroscopio
Accelerometro
Prossimità/Luminosità

Notizie Huawei P30 Pro

Tutte

Immagini Huawei P30 Pro

Tutte