Offerta di fascia media del produttore di Taiwan: solido corpo unibody in policarbonato, prestazioni interessanti.

Il 2015 è stato un anno interlocutorio per HTC, alle prese con un flagship che non ha convinto del tutto il pubblico e con nomi nuovi che si fanno strada sul mercato e finiscono per erodere le vendite dell’azienda di Taiwan. Da parte sua, però, HTC può contare su molti anni di esperienza nella progettazione e realizzazione di smartphone: mettendo insieme il Desire 626 di cui parliamo oggi questa capacità viene evidenziata, con la creazione di un interessante prodotto di fascia media non privo di qualche sbavatura.

HTC Desire 626
HTC Desire 626

Non avevamo la confezione di vendita finale disponibile per le nostre prove, ma possiamo anticiparvi il suo contenuto: un caricabatteria standard da 1A, un cavo USB-microUSB e un paio di auricolari stereo di tipo standard. Un’offerta comune ai prodotti di questa fascia di mercato, a cui non manca nulla per soddisfare le esigenze medie dei potenziali acquirenti.

HTC Desire 626
HTC Desire 626

Quattro colorazioni disponibili per il Desire 626, tutte contraddistinte da un accoppiamento cromatico: bianco con profilo color bronzo, nero con profilo antracite, viola col profilo rosa e infine blu con profilo turchese. Tutti condividono le stesse specifiche, da non confondere con la versione 626G che è priva di connettività LTE ma guadagna il supporto dual-SIM.
La forma e la sagoma del Desire 626 è piuttosto familiare: il linguaggio del design di HTC è pressoché unico, ed è basato su una certa simmetria tra tutte le parti dello smartphone che in questo caso però è realizzato completamente in policarbonato. Questa scelta simmetrica premia l’estetica complessiva ma ha dei limiti per quanto attiene le misure: piazzare una cornice nera di queste misure attorno allo schermo allunga e allarga il device di qualche millimetro, che per questo è tra più "ingombranti" tra i 5 pollici pur restando ampiamente maneggiabile.

HTC Desire 626
HTC Desire 626

146,9×70,9 millimetri la superficie frontale, 8,19 millimetri lo spessore e un peso da 135 grammi sono in ogni caso valori più che accettabili. Il design unibody della scocca garantisce un assemblaggio solido e privo di gioco tra le diverse parti di cui il Desire 626 è composto: impercettibile la transizione tra il vetro Gorilla Glass dello schermo e la plastica della scocca, la finitura del posteriore poi non è particolarme soggetta a raccogliere le impronte delle dita nonostante la versione provata sia quella nera.

HTC Desire 626
HTC Desire 626

La scelta di impedire l’accesso al vano posteriore impone di trovare una soluzione differente per inserire la nano-SIM e la microSD: HTC ha scelto di creare uno sportello sul lato sinistro dell’unità, con tre vani pronti a ospitare due SIM (nel caso si scelga il 626G) e una scheda di memoria, che tuttavia appare un po’ delicato e va aperto e chiuso con una certa attenzione per essere certi di non danneggiarlo.

HTC Desire 626
HTC Desire 626

Il resto dei vari elementi di input/output è disposto in modo piuttosto tradizionale: sul posteriore ci sono la fotocamera principale da 13 megapixel con flash LED e il microfono secondario, sul frontale selfie-camera da 5 megapixel e sensori di luminosità e prossimità, capsula auricolare e altoparlante di sistema sono piazzati entrambi sulle estremità di questa faccia con una buona collocazione (che comprende anche il microfono principale), i pulsanti di accensione e regolazione del volume sono sul lato destro e, infine, il jack audio si trova sulla sommità mentre il connettore micro-USB sul fondo (girato di 180 gradi rispetto a quanto ci si attende di solito sugli altri smartphone, ma si tratta di un dettaglio insignificante).

HTC Desire 626
HTC Desire 626

L’unico neo, come detto, è l’ampia cornice nera che non ha alcun utilizzo pratico sotto lo schermo: non ci sono neppure tasti fisici a giustificarla, e se l’estetica in questo modo è soddisfatta forse qualcuno potrebbe preferire uno smartphone più compatto visto che la batteria integrata da 2.000mAh non ha neppure una capacita eccezionale.
La piattaforma hardware scelta da HTC per il Desire 626 è piuttosto standard: si tratta ancora una volta di uno smartphone equipaggiato da un processore Qualcomm, in questo caso il quad-core CortexA53 Snapdragon 410, che ben si comporta grazie alla GPU Adreno 306 e i 2GB di RAM integrati a bordo. C’è il supporto alle reti LTE in Cat.4, fino a 150mbit in download, sebbene il numero di bande supportate non sia generoso come accade sui prodotti analoghi di altre case.

HTC Desire 626
HTC Desire 626

Ai sensori già citati si aggiungono quello magnetico e l’accelerometro, e non mancano ovviamente WiFi (ma solo a 2,4GHz e con supporto ai protocolli 802.11 b/g/n) e Bluetooth 4.1. Interessante la scelta di adottare il supporto alle microSD secondo il protocollo SDXC in grado teoricamente di montare memorie fino a 512GB. Il GPS è compatibile anche con i segnali GLONASS, la versione dell’USB è la 2.0. Manca qualsiasi meccanismo di riconoscimento biometrico, ancora non così diffuso in questa fascia del mercato.

HTC Desire 626
HTC Desire 626

Lo schermo montato è di buon livello: ottimi angoli di visione e buon bilanciamento cromatico (toni leggermente freddi fuori dalla scatola, ma anche questa volta è un dettaglio trascurabile), trattamento oleofobico di buona qualità che si unisce a una buona leggibilità anche all’aperto. La risoluzione è solo HD, quindi 1280×720.

Android è aggiornato alla versione 5.1 (Lollipop), corredato dalla più recente interfaccia HTC Sense 7: quest’ultima è tra le personalizzazioni più riuscite del sistema operativo di Google, sempre fluida e con il gestore dei temi migliore sulla piazza, e gode di un paio di chicche interessati come un media-player che offre la funzione karaoke integrata e dunque permette di leggere i testi di tutti gli MP3 che carichiamo in memoria. Il widget che adatta le icone presenti sulla home a seconda della geolocalizzazione (in ufficio, a casa, in viaggio) è una caratteristica che può risultare utile, mentre va registrato l’abbandono progressivo della schermata Blinkfeed che è ancora presente ma che sta perdendo di importanza avendo cessato lo sviluppo.

Le performance non sono affatto male: complice la risoluzione HD dello schermo si riesce anche a giocare con una certa soddisfazione, anche se ovviamente i tempi di caricamento sono superiori a quelli della fascia alta del mercato. I limiti dello Snapdragon 410 si avvertono solo in queste circostanze, o se si prova a riprodurre video in risoluzione 4K, mentre il SoC Qualcomm si destreggia bene negli altri frangenti: si naviga e si telefona comodamente con il Desire 626, che riesce anche a garantire una discreta fluidità nel passaggio tra le app grazie a una buona dotazione RAM. Bene l’altoparlante di sistema, grazie a una collocazione azzeccata: non è potentissimo ma è ben bilanciato.

La fotocamera posteriore, sensore BSI da 13 megapixel con una luminosa lente f/2,2, è nella media della categoria: mostra una buona performance di giorno e tiene anche alla sera, ma non possiamo non notare un po’ di rumore di fondo che in certi casi (come nelle macro) per così dire "sporca" lo sfondo e peggiora un po’ la definizione dei dettagli. Forse ci si sarebbe potuto aspettare qualcosa di più. Video fino a 1080p di buona qualità, grazie anche a un audio sempre nitido: da questo punto di vista HTC ha fatto un buon lavoro.

HTC Desire 626
HTC Desire 626

Autonomia che, nonostante solo 2.000mAh nella batteria, si mantiene comunque buona: anche qui citiamo lo Snapdragon 410, che evidentemente ci mette del suo limitando i consumi, e lo schermo che non "esagera" arrivando alla risoluzione fullHD e quindi dà una mano. Si arriva con una certa comodità a sera, senza utilizzare troppo intensamente il Desire 626, ma attenzione se scegliete la versione dual-SIM a questo particolare.
L’offerta messa in piedi per la fascia media del mercato da HTC è solida, sebbene manchi di quelle caratteristiche particolari che facciano risaltare questo prodotto rispetto alla concorrenza: a ben guardare, è forse lo stesso problema che al momento affligge tutto il catalogo dell’azienda di Taiwan, con terminali che stentano a distinguersi da quanto di altro il mercato ha da offrire e per questo sono finiti un po’ in ombra in questi mesi.

Ci sono alcune scelte fatte da HTC che vanno rimarcate: l’altoparlante di sistema piazzato sul frontale è un’ottima idea, la scelta di adottare una cornice nera così ampia dello schermo non lo è altrettanto, lo sportellino attraverso il quale si accede alle SIM e alla microSD pare meno solido del vassoio utilizzato da altri produttori per i loro smartphone unibody (anche in policarbonato, come in questo caso).

HTC Desire 626
HTC Desire 626

Il prezzo scelto da HTC per il Desire 626 non è troppo diverso da quello a cui altri marchi hanno posizionato i loro smartphone di pari livello: ma sebbene questo smartphone faccia bene un po’ tutto, abbia una interfaccia per Android estremamente razionale e ben rifinita, gli manca la killer-feature che potrebbe fare la differenza. Con poco più di 250 euro ci si porta comunque a casa uno smartphone LTE dalle buone performance, e la versione dual-SIM (che però fa a meno di LTE e dimezza lo storage a 8GB) costa anche meno.

Dati tecnici

Accessori
Tipo di sim card supportata Nano
Supporta On the GO per le periferiche USB
accessori per i wearable
Supporta e-sim
Supporta dual sim
Batteria
Velocità di ricarica in milliAmpere per ora (mAh) 2000
tipo di batteria Li-ion
Ricarica rapida
Ricarica wireless
Memoria
RAM 2 GB
Memoria interna 16 GB
Memoria esterna
Navigazione
GPS
Sistemi GPS supportati
Processore
Clock 1.2 GHz
Chipset Qualcomm Snapdragon 410 (4 core)
Processore Cortex-A53
Rete mobile
Reti supportate EDGE,UMTS,HSUPA,GPRS,LTE
Schermo
Diagonale 5,"
Sistema operativo
Interfaccia utente HTC Sense
Sistema Operativo Android 5.1 (Lollipop)
Connettività
NFC
HDMI
Infrarossi
Funzioni Bluetooth A2DP
WiFi Tipo 802.11 b/g/n
USB Micro USB v2.0
Bluetooth v4.1

Foto e video

Camera frontale
Risoluzione massima
* specifiche per sensore
Camera posteriore
Raw
Flash (cam. posteriore) LED Flash
Risoluzione massima
Frame rate (fps) , cam. posteriore 30
Risoluzione massima foto
Risoluzione massima video
* specifiche per sensore

Multimedia

Audio
DTS
aptX - presenza della tecnologia qualcomm per il BT wireless low latency
Dolby Atmos
Hi-Res Audio
Audio Stereo
Low Latency Audio
DAC Audio dedicato

Sensori

Biometria
Sblocco con riconoscimento facciale
Impronta digitale
Sensore impronta sotto il display
Riconoscimento iride
Fisici
Bussola
Barometro
Giroscopio
Accelerometro
Prossimità/Luminosità

Notizie HTC Desire 626

Tutte

Immagini HTC Desire 626

Tutte