L’azienda americana Qualcomm Technologies, Inc. ha appena annunciato il nuovo processore Snapdragon 768G, l’evoluzione del precedente SD 765G. Il chipset di nuova generazione progettato da Qualcomm è in grado di garantire prestazioni sempre maggiori volte a migliorare l’esperienza di gioco e l’usabilità di un device, sempre più smart e coinvolgente.

Qualcomm Snapdragon 768G: supporto al 5G

Con il modem 5G integrato il dispositivo che avrà a bordo lo Snapdragon 768G , si potrà godere del supporto alle reti di nuove generazione per la connessione super-veloce. A ciò si sommano le funzionalità esclusive di Qualcomm Snapdragon Elite Gaming, pensate dall’azienda per il gaming mobile, settore sempre più in evoluzione. Stando alle parole di Kendra Kondap, vicepresidente della compagnia:

Siamo in una posizione unica per accelerare la commercializzazione del 5G su larga scala e Snapdragon 768G è un esempio di come stiamo continuando a fornire soluzioni per soddisfare le esigenze dei nostri clienti OEM. Il nostro portafoglio in espansione ha il potenziale per rendere il 5G accessibile a miliardi di utenti di smartphone in tutto il mondo.

Rispetto al modello precedente, il nuovo chipset di casa Qualcomm è in grado fornire le seguenti specifiche tecniche:

  • Una velocità del core Qualcomm® Kryo ™ 475 CPU Prime, con potenza massimo di 2,8 GHz (migliorata da 2,4 GHz);
  • La GPU Qualcomm® Adreno ™ 620 permette di avere un aumento delle prestazioni nell’uso quotidiano così come nelle sessioni di gaming, fino al 15%;
  • Driver GPU Adreno aggiornabili.

Lo Snapdragon 768G, secondo Qualcomm, è in grado di offrire miglioramenti esponenziali nelle prestazioni di gioco, grazie ad una connettività 5G e funzionalità multi-camera smart, permettendo quindi di preservare la durata della batteria. Il SoC è compatibile con i pin e i software dei precedenti modelli 765 e 765G.

Nell’ambito gaming, il processore della società americana offre adesso nuove funzioni esclusive pensate per offrire estensioni e ottimizzazioni di gioco speciali, un gameplay sempre più fluido, colori vividi grazie all’HDR a 10 bit per riprodurre in maniera eccellente anche i titoli più complessi.

La piattaforma è la prima della serie 7 che supporta i nuovi driver GPU aggiornabili, che permettono di variare le frequenze di aggiornamento dei display, consentendo quindi di godere del massimo della fedeltà visiva sui giochi. La GPU Adreno 620 potenziata offre un rendering grafico migliorato grazie ad un upgrade del 15% in più rispetto allo SD 765G.

La nuova soluzione di Qualcomm porta poi la connettività 5G su un nuovo piano; grazie al modem RF 5G Snapdragon X52, il chipset è in grado di supportare tutte le regioni chiave e le bande di frequenza che vanno dalle mmWave alle sub-6GHz, senza dimenticare il 5G SA e NSA, TDD e FDD con Dynamic Spectrum Sharing (DSS), un roaming in tutto il mondo e il supporto a più SIM.

Il modem X52 offre velocità di download fino a 3,7 Gigabit e di upload fino a 1,6 Gbps, senza incidere però in maniera drastica sulla batteria e garantendo una copertura pressoché totale (a patto che vi siano le antenne installate sul territorio).

Il motore AI di quinta generazione è pensato per interagire con qualsiasi aspetto all’interno dello smartphone; pensiamo alle nuove soluzioni innovative come la traduzione in tempo reale, i filtri dell’obiettivo basati su AI ultra fluidi per le app di Social Media, come Snapchat, Instagram e molte altre ancor.

L’hub di rilevamento di Qualcomm a bassa potenza infine, consente ai device di essere consapevoli dei comandi vocali durante gli utilizzi degli assistenti AI e identificano in maniera chiara e automatica la musica che viene riprodotta, senza generare un battery drain al dispositivo stesso.

Il primo smartphone al mondo che gode della nuova piattaforma Snapdragon 768G di Qualcomm è il Redmi K30 5G Racing Edition, il quale vanta un supporto alla doppia connettività 5G SA e NSA, display con refresh rate da 120 Hz e fotocamera con sensore principale da 64 Mpx di nuova generazione.