Cosa c’è di peggio che subire un attacco malware sul proprio dispositivo mobile? Pagare per farlo. Tanto è stato scoperto da Palo Alto Networks (via Ubergizmo), secondo le cui ricerche diversi emulatori Nintendo presenti sul Google Play Store integravano un malware, chiamato Gunpowder. Tale malware era predisposto per rubare alcuni dati personali dell’utente, come i preferiti e la cronologia del browser, ma anche per inviare SMS ad altre persone. Secondo chi ha svolto questa indagine ne sarebbero state diffuse tre varianti sul negozio digitale di Google.

Generalmente si tende a pensare che, poiché le app gratuite sono le più scaricate, i malware si celino dietro a software che non chiedono un prezzo per l’installazione; di conseguenza, si può pensare che quelle a pagamento siano sicure. Gunpowder si è appoggiato proprio a questo principio per attaccare gli utenti in diversi paesi, tra cui secondo Palo Alto Networks figura anche l’Italia.

Meglio acquistare emulatori Nintendo sul Play Store
Meglio acquistare emulatori Nintendo sul Play Store

Se nell’ultimo periodo avete scaricato un emulatore Nintendo a pagamento sul vostro dispositivo Android, è meglio che facciate una breve scansione perché potreste essere stati infettati. Non sono però state divulgate informazioni in merito al numero di utenti che potrebbero essere stati coinvolti, né i nomi delle applicazioni potenzialmente malevoli.

Ovviamente Android è il bersaglio preferito, considerato che parliamo del sistema operativo mobile più diffuso. iOS è visto generalmente più sicuro, ma anche l’OS di Apple ha il suo da fare con i malware mobile.