Con iOS 8, Apple intende impegnarsi in modo massiccio nell’implementazione di applicazioni dedicate alla salute, al benessere ed al fitness.

Del resto, in un 2014 caratterizzato dalla presentazione di “wearables” e smartwatch di tutti i tipi, non poteva mancare anche Apple con l’applicazione Healthbook, la cui esistenza è trapelata alcune settimane fa e per la prima volta oggi viene mostrata in una serie di screenshot apparsi in rete.

Healthbook

Healthbook

Da una prima disamina, emerge come graficamente Healthbook richiami in modo esplicito l’applicazione Passbook, grazie ad una interfaccia colorata che elenca per “tab” le diverse voci e funzioni monitorate: parametri sanguigni, pulsazioni cardiache, livello di idratazione, pressione arteriosa, attività fisica, nutrizione, presenza di zucchero nel sangue, ore di sonno, respirazione, saturazione dell’ossigeno e peso corporeo.

Healthbook

Le funzioni correlate al fitness consentono di tenere monitorata l’attività fisica attraverso il calcolo dei passi, delle calorie bruciate e dei chilometri percorsi, di misurare il proprio peso nel tempo, evidenziando attraverso grafici i progressi giornalieri, settimanali, mensili ed annuali.

Healthbook

Strettamente legato alla funzione del peso è il tab “Nutrizione” per la gestione della propria dieta, verificandone l’effettiva efficacia attraverso le sopra menzionate funzioni “Attività” e “Peso”.

Le due funzioni “pulsazioni cardiache” e “pressione arteriosa” consentiranno di misurare il battito del cuore e la pressione minima e massima del sangue, ordinando i dati ottenuti in serie storiche utili per il monitoraggio nel tempo.

Healthbook

Le tre funzioni che fanno riferimento a “parametri sanguigni”, “saturazione dell’ossigeno” e “presenza di zucchero nel sangue” sono focalizzate sull’analisi qualitativa del proprio sangue, anche se ad oggi non sono noti i parametri specifici che verranno monitorati attraverso tale funzione. La saturazione dell’ossigeno è un parametro per valutare la qualità della respirazione, e dovrebbe basarsi sulla percentuale di ossigeno inteso come rapporto tra la quantità di ossigeno presente ed il valore massimo che può potenzialmente essere trovato nel sangue.

Healthbook

La misurazione del livello di glucosio è fondamentale per i diabetici, ed è importante per monitorare il quantitativo di zucchero presente nel sangue di ciascun individuo. Potenzialmente, questa funzione potrebbe essere in grado di rivoluzionare gli attuali metodi di misurazione.

Le funzioni “Idratazione” e “Respirazione” sono indirizzate in modo particolare a chi svolge attività fisica regolarmente per verificare la necessità di assumere liquidi e monitorare il numero di respiri effettuati per ogni minuto.

Con il tab relativo al monitoraggio del sonno sarà possibile controllare i cicli di sonno tanto in termini di quantità che di qualità, misurando ad esempio i movimenti che avvengono durante il sonno e l’ora ottimale per la sveglia.

Un’ultima funzione di Healthbook è “Emergency Card”, una sorta di tessera sanitaria che include le principali informazioni del possessore del device Apple, tra cui i numeri da contattare in caso di emergenza, il gruppo sanguigno di appartenenza, la disponibilità a donare i propri organi e tutti i principali dati sanitari personali.

Healthbook

Nonostante siano trapelate informazioni dettagliate sulle caratteristiche di Healthbook, non è ancora chiaro quale sarà la fonte dei dati che verranno elaborati dall’applicazione. La presenza del co-processore M7 su iPhone 5s può aiutare a fornire solo alcune tipologie di dati, ma non altre come la pressione sanguigna o il livello di idratazione.

Una spiegazione potrebbe essere legata all’idea che Healthbook altro non sia che un “luogo” virtuale in cui vengono raccolte informazioni provenienti da diverse applicazioni scaricate dall’App Store, o da accessori esterni con sensori dedicati a misurazioni specifiche.

Tra questi potrebbe essere previsto anche l’uso del vociferato iWatch, le cui specifiche tecniche e funzionalità potrebbero fornire dati sul fitness e la salute che le attuali app ed accessori di terze parti attualmente in commercio non sono in grado di monitorare.

Non ci sono attualmente certezze sulla presentazione ufficiale di Healthbook a giugno in occasione del WWDC di San Francisco. L’unica cosa certa è che l’applicazione è in corso di testing facendo uso di iOS 8, ma non è detto che debba essere necessariamente inclusa in tale versione del sistema operativo di Apple.

Probabilmente, Healthbook potrebbe essere invece presentato in occasione del lancio di un nuovo prodotto che farà delle funzioni fitness e salute il proprio punto di forza.

Del resto, Tim Cook aveva parlato del 2014 come di un anno con “grandi novità in cantiere” grazie al lancio di nuove tipologie di prodotti.