Google ha perfezionato l’acquisizione di SlickLogin, una una piccola start up israeliana capace di sviluppare un innovativo sistema di autenticazione basato su onde sonore.

Se fino ad ora il riconoscimento delle impronte digitali ed i sensori biometrici di rilevazione dell’iride l’avevano fatta da padrona, l’utilizzo di suoni apre un nuovo orizzonte. Il sistema è semplice ma efficace: il computer emette degli ultrasuoni (impercettibili all’occhio umano), lo smartphone li analizza e, se tutto è corretto, rimanda un segnale di autenticazione al computer sotto forma di token, ovvero di un codice a numeri casuali, per completare l’azione di log in.

Si tratta dunque di un sistema a due step sul quale Google ha deciso di investire per il futuro.

Qui sotto viene riportato il comunicato con cui SlickLogin ha annunciato l’acquisizione:

Oggi annunciamo che il team di SlickLogin entrerà a far parte di Google, azienda che condivide la nostra idea secondo cui la procedura di log in dovrebbe essere semplice anziché frustr