Con gli Europei di Francia alle porte, la paura di possibili attacchi terroristici è aumentata alle stelle. Sulla scia dei tragici avvenimenti di Parigi, a novembre 2015, il governo francese ha sviluppato un nuovo strumento di difesa. Si tratta di un’app per smartphone, denominata SAIP (Sistema di Allerta e di Informazione delle Popolazioni), il cui compito è principalmente quello di avvisare i cittadini in caso di attentati terroristici. 

App SAIP per Android
App SAIP per Android

L’applicazione, sia in lingua francese che inglese, è già disponibile su Google Play e sull’Apple Store. In caso di attacchi o di eventi che minaccino l’incolumità pubblica, attraverso la geolocalizzazione invia messaggi di testo contenenti istruzioni su come comportarsi, sulle azioni da intraprendere rapidamente, su quelle da non fare assolutamente. 

 

La schermata dell’app si colora di rosso, lanciando l’allerta, senza emettere suoni o vibrazioni che possano mettere in pericolo le persone che si trovano nella zona direttamente interessata dall’attacco. Gli utenti possono in seguito cliccare sul pulsante ‘informazioni’ per informarsi sulla situazione e sulle azioni da intraprendere. Cliccando sul pulsante ‘come agire’, invece, si accede a istruzioni di sicurezza più precise: “Non telefonare in caso di emergenza”, per evitare di intasare le reti telefoniche, compromettendo in tal modo l’intervento dei soccorritori.

 

App SAIP per iOS
App SAIP per iOS

Inserendo il codice di avviamento postale o il nome di un Comune limitrofo, è possibile monitorare il pericolo in altre aree geografiche, potendo in tal modo informare parenti e amici. Se ci si trova in un’area esterna a quella considerata per l’allerta, il segnale di pericolo non viene attivato. Si riceve però un messaggio con i luoghi da evitare per non sottoporsi inutilmente a pericoli. 

 


Le notifiche possono essere condivise anche su Facebook e Twitter
, opzione aggiunta dal ministero per contrastare i resoconti inattendibili che spesso si moltiplicano sui social network, generando ansia e paura. L’ambito di azione dell’app sarà presto esteso ad altri casi, come le calamità naturali e i disastri ambientali. 

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum