Xiaomi Mi Mix 3 è uno smartphone top di gamma dotato dell'innovativo slider meccanico per mostrare e nascondere la doppia fotocamera frontale.

Xiaomi Mi mix 3 è uno smartphone molto interessante a livello di design e completo sotto il punto di vista tecnico. La linea di punta di Xiaomi non delude le aspettative.

Ecco tutti i dettagli su specifiche, prezzo, disponibilità e uscita in Italia di Xiaomi Mi Mix 3 nella nostra recensione completa.

Xiaomi Mi MIX 3: prezzo disponibilità in Italia

Lo smartphone è stato annunciato alla fine del 2018, ma è arrivato in Italia solo a gennaio del 2019. Il suo prezzo di vendita decisamente allettante, che supera di poco i 400€ ( EUR 448,00 ), una scheda tecnica da monstre e linee estetiche d’eccezione rendono lo smartphone decisamente interessante.

Nonostante a bordo non ci sia un processore di ultima generazione, e questo potrebbe compromettere il suo livello di competitività rispetto ai device del 2019, i suoi punti di forza non ne compromettono l’appetibilità. Tuttavia, se siete alla ricerca di un battery phone, questo potrebbe non essere lo smartphone adatto a voi.

Design e display

Lo schermo del device è un pannello AMOLED da 6,39″ con rapporto d’aspetto da 19,5:9 e risoluzione Full HD+. Ottima la visibilità in qualsiasi situazione e nessun problema con la gestione della luminosità.  L’estetica di Xiaomi Mi MIX 3 gli permette di distinguersi dagli altri smartphone. Come da tradizione della gamma Mi MIX, il display è di tipo full screen che non scende a compromessi con notch di alcun genere. Se la maggior parte dei sensori, e persino un LED di notifica, è inserito sulla parte anteriore del pannello frontale senza troppi problemi, non c’è spazio sufficiente per la selfie camera e la capsula auricolare.

Proprio per risolvere questo “inconveniente”, Xiaomi ha equipaggiato il device con uno slider meccanico molto interessante in grado di ospitare non solo ben due camere anteriori, ma anche la capsula auricolare. Il meccanismo si basa su un gioco di magneti e non compromette in alcun modo la robustezza dello smartphone, che anzi non risente della pressione continua dello schermo, necessaria per abbassare lo slider.

A conferire un aspetto ancora più elegante al device è un pannello in ceramica, che gli conferisce un “effetto vetro”, ma é decisamente più resistente.

Hardware e software

Sotto la scocca di Xiaomi Mi MIX 3 c’è il processore Qualcomm Snpadragon 845 e – nell’edizione da noi provata – 6GB di RAM e 128GB di memoria interna, non espandibili tramite microSD. Il sistema operativo è Android Pie sotto interfaccia utente MIUI 10. Complice l’uscita ufficiale del device, che risale a qualche mese fa ormai, il buon lavoro di ottimizzazione dà i suoi frutti: impossibile trovare difetti di funzionamento. Anche le notifiche arrivano puntuali e – chi utilizza smartphone Xiaomi – sa bene che la ricezione puntuale degli avvisi dei diversi servizi di messaggistica istantanea potrebbe non essere esattamente scontata quando si utilizza la user interface MIUI.

Da buon top di gamma, Xiaomi Mi MIX 3 è anche un fedele compagno per le vostre sessioni di gioco: la GPU non ha mai mostrato incertezze, nemmeno durante la fruizione di contenuti video.

Autonomia energetica

La batteria del flagship è da 3200 mAh, non esattamente quello che ci si aspetterebbe da un device che possa accompagnare l’utente durante tutta la giornata. Infatti, l’unico modo di concludere la giornata con Mi MIX 3 è di limitarsi ad un utilizzo medio/blando. Non ho avuto alcun problema nel weekend, ma durante la settimana era impossibile non ricorrere al caricabatterie per arrivare a sera. Chiaramente, le diverse forme di risparmio energetico permettono di prolungare l’autonomia dello smartphone, ma non migliorano di molto la situazione.

La ricarica può avvenire senza fili grazie al supporto alla ricarica wireless (ho molto apprezzato la presenza della piastra di ricarica in confezione), ma è troppo lenta. Meglio optare per il sistema rapido a cavo, che vi restituirà lo smartphone carico in circa un’ora e mezzo.

Foto, video ed audio

No, Xiaomi Mi MIX 3 non è un camera phone completo. A dire il vero, non conosco ancora uno smartphone del colosso cinese che possa essere definito tale senza alcun compromesso.  Ad ogni modo, il flagship si difende parecchio bene. Sul posteriore, c’è un doppio sensore da 12+12MP. Al principale, che è supportato da stabilizzazione ottica, si affianca un secondario che garantisce zoom ottico 2X.

Nel complesso, con buone condizioni di luce, gli scatti sono apprezzabili sia in macro che in panoramica. Quando le condizioni di luminosità non sono favorevoli, l’intervento del software è probabilmente eccessivo: i colori risultano più spenti ed i contorni di oggetti e soggetti meno definiti. Noi non l’abbiamo fatto, ma probabilmente l’utilizzo di software alternativi come Google Camera potrebbe migliorare i risultati. I video, bel stabilizzati, sono girati con massima risoluzione 4K fino a 60fps, ma la stabilizzazione elettronica si ferma al Full HD.

Le selfie camera sono quelle che mi hanno convinto di più: due sensori da 24+2MP. Il secondario si dedica esclusivamente all’effetto bokeh con ottimi risultati.

L’audio dello smartphone è mono, purtroppo. Si sente bene, ma non è di qualità eccelsa e quando il volume è al massimo mostra i suoi limiti.

Connettività

Il modem 4G integrato all’interno del device è di categoria 18 e consente di arrivare fino ad 1,2 Gb/s in download. La ricezione di Mi MIX 3 mi ha davvero sorpreso positivamente: non ci sono mai stati cali improvvisi di copertura o problemi di altro genere. A completare le forme di connettività c’è il WiFi 5, il Bluetooth 5.0, l’NFC e – chiaramente – anche il GPS (supportato da A-GPS, Glonass e Beidou).

Giudizio finale

L’ho anticipato in apertura, Xiaomi Mi MIX 3 con un prezzo inferiore ai 500€, è un affare. Il suo unico difetto di rilievo è legato all’autonomia energetica decisamente insufficiente a coprire una giornata di uso stress. Se le vostre esigenze possono scendere a questo genere di compromesso, con un investimento decisamente congruo avrete a disposizione uno smartphone potente e con un design molto diverso da quello dei soliti device.

Dati tecnici

Accessori
Tipo di sim card supportata Nano
Supporta On the GO per le periferiche USB
Tipologia dual sim dual stand-by
Supporta e-sim
Supporta dual sim
Batteria
Capacità (mAh) 3200
Tipo di batteria Li-ion
Ricarica rapida
Ricarica wireless
Memoria
RAM 6 GB
Memoria interna 128 GB
Memoria esterna
Navigazione
GPS
Sistemi GPS supportati Glonass,Galileo,Beidou,A-GPS,QZSS
Processore
Clock 2.8 GHz
Chipset Qualcomm Snapdragon 845 (8 core)
Rete mobile
Reti supportate EDGE,UMTS,HSDPA,HSUPA,GPRS,LTE
LTE (categoria) 18
Scheda grafica
Nome modello e produttore Adreno 630
Clock GPU 710.000
Schermo
Pixel per Inch (ppi) 403
Rapporto d'aspetto 19,5:9
Schermo pieghevole
Tipo di pannello AMOLED
Diagonale 6,4"
Risoluzione 2340x1080
Sistema operativo
Interfaccia utente MIUI
Sistema Operativo Android (Pie)
Connettività
NFC
HDMI
Infrarossi
WiFi WiFi 5
USB Type-C v3.1
Bluetooth v5.0

Foto e video

Camera frontale
Numero sensori 2
Risoluzione massima
1 24Mpx 2 2Mpx
Frame rate (fps) 30
Messa a fuoco Fissa
Massima risoluzione video 1080p
* specifiche per sensore
Camera posteriore
Numero sensori 2
Raw
Flash Doppio LED
Risoluzione massima
1 12Mpx 2 12Mpx
Frame rate (fps) 60
Messa a fuoco PDAF
Stabilizzatore
1 OIS
Apertura focale (f)
1 1.80
Massima risoluzione video 2160p
Zoom
1 Digitale 2 Ottico(2x)
* specifiche per sensore

Multimedia

Audio
DTS
aptX - presenza della tecnologia qualcomm per il BT wireless low latency
Dolby Atmos
Hi-Res Audio
Audio Stereo
Low Latency Audio
DAC Audio dedicato

Sensori

Biometria
Sblocco con riconoscimento facciale
Impronta digitale
Sensore impronta sotto il display
Riconoscimento iride
Fisici
Bussola
Barometro
Giroscopio
Accelerometro
Prossimità/Luminosità

Notizie Xiaomi Mi Mix 3

Tutte