Samsung Galaxy A7 (2018) è uno smartphone spartiacque fra il vecchio ed il nuovo, migliorato, approccio di Samsung agli smartphone medio di gamma.

Samsung Galaxy 7 (2018) rappresenta la rinascita del segmento di smartphone medio di gamma del colosso sud coreano. Uno smartphone con ben tre fotocamere posteriori, dall’autonomia energetica che sorprende e dal prezzo interessante: eccolo nella nostra recensione completa.

Galaxy A7: prezzo e giudizio

Il colosso sud coreano aveva promesso di risollevare la sua fascia media ed ha tenuto fede alle promesse. Samsung Galaxy A7 è un device molto interessante, completo sotto tutti i punti di vista e disponibile ad un prezzo ormai inferiore ai 300€ (miglior prezzo: EUR 224,99). Samsung ha vinto il mio scetticismo: smartphone promosso, anche se un ingresso USB Type-C ci sarebbe stato proprio bene, ma apprezzo il salto di qualità espresso dalla nuova edizione.

Il prezzo del Samsung A7 è di per sé stesso una caratteristica importante del device della famiglia Galaxy poiché consente all’utente di accedere ad un dispositivo con specifiche di livello interessante ad un prezzo sicuramente accessibile: non sono disponibili ad esempio altri device con tripla fotocamera posteriore ad un prezzo di questa caratura, identificando l’edizione di fine 2018 del Galaxy A7 come un dispositivo destinato a rimanere appetibile per tutto il 2019.

Queste le migliori offerte aggiornate nei vari colori disponibili:

Scheda tecnica e dettagli

A bordo del terminale c’è il processore medio di gamma octa core Exynos 7885, si tratta di un prodotto del colosso sud coreano decisamente valido. A supporto nella mia versione ci sono 4GB di memoria RAM e 64GB di storage interno: più che sufficienti per permettere allo smartphone di funzionare sempre in modo corretto anche in situazioni di stress. Inoltre, la memoria può essere espansa tramite microSD senza rinunciare alla funzionalità dual SIM.

Samsung Galaxy A7 (2018)

Samsung Galaxy A7 (2018)

La scheda grafica è quella integrata nel processore ed anche sotto questo punto di vista il terminale non mi ha deluso. Ho giocato e guardato video in diverse risoluzioni senza alcun problema. Ormai la maggior parte degli smartphone sopra una certa fascia ha delle modalità dedicate al gaming e questo smartphone non è da meno: anche su Galaxy A7 è presente l’ormai celebre Game Launcher di Samsung.

La batteria da 3300 mAh ci metterà un’infinità a ricaricarsi con suo caricatore, soprattutto se siete abituati ai sistemi di ricarica rapida, tuttavia l‘autonomia energetica è una delle killer feature di questo device perché vi permetterà di superare senza problemi la singola giornata di utilizzo. Certo, tutto dipende dai propri standard d’uso, per quello che mi riguarda è raro che uno smartphone riesca a soddisfarmi così sotto il punto di vista della durata della batteria. La porta principale per la ricarica e la connessione al PC è di tipo microUSB, un peccato.

Nell’analisi delle specifiche può risultare particolarmente interessante un confronto tra Galaxy A7 e Galaxy A9: visti fianco a fianco, i due modelli non sembrano evidenziare differenze tali da giustificare la difformità di prezzo: il confronto sembra dunque suggerire per il Galaxy A7 un valido rapporto qualità/prezzo soprattutto alla luce delle specifiche tecniche previste per un device destinato a farsi valere per tutto il 2019.

Tre sensori fotografici

Quello che rende speciale Samsung Galaxy A7 è certamente il comparto fotografico principale, almeno su carta. Ci sono ben tre sensori fotografici. Il primo, quello principale, è da 24MP con apertura focale f/1.7 e messa a fuoco a rilevamento di fase. Il secondo, da 5MP ha un’apertura focale di f/2.2 ed è responsabile di regolare la profondità di campo e dunque l’effetto bokeh. Il terzo sensore, da 8MP (f/2.4) offre invece scatti grandangolari. Manca il quarto sensore, con uno zoom ottico, che è invece presente su Galaxy A9.

La tripla fotocamera posteriore del Samsung Galaxy A7 (2018)

La tripla fotocamera posteriore del Samsung Galaxy A7 (2018)

Quanto alla qualità delle immagini, non posso certamente lamentarmi, ma mi sarei aspettata qualcosa in più. Con buona luce le fotografie vengono bene, anche le macro sono ben definite ed il bokeh è gestito correttamente. Tuttavia, quando la luce cala il rumore negli scatti sale e parecchio: credo che la colpa sia dovuta alla mancanza di stabilizzazione ottica, nonostante il sensore principale abbia una buona apertura, le immagini con poca luce non sono il massimo. Per quanto riguarda gli scatti grandagolari, la qualità è buona ma l’effetto fish eye (con arrotondamenti ai lati dell’immagine) è abbastanza pronunciato.

I video sono girati con massima risoluzione FHD a 30fps, c’è la stabilizzazione digitale e si nota. La qualità globale è buona, non ci sono tremolii fastidiosi ed i cambiamenti di luce sono elaborati velocemente dal software che adatta le riprese. Nessun problema anche con la messa a fuoco automatica.

La camera frontale da 24MP è nella media: buoni i selfie a patto di avere a disposizione condizioni ambientali sufficienti. Carina la possibilità di scattare selfie di gruppo utilizzando una modalità molto simile a quella per realizzare foto panoramiche.

Design e display

Un bel blu che non passa certo inosservato per la colorazione che ho provato io. Il posteriore in vetro del Galaxy A7 è in grado di catturare tanta luce da riflettere, ma anche tante impronte digitali da trattenere. Sarete costretti a pulirlo abbastanza spesso se deciderete di non utilizzare cover protettive. In alto a sinistra c’è la killer feature del device: tre fotocamere allineate in verticale, ma di queste ci occuperemo a breve. Niente lettore d’impronte digitali sul back panel perché è posizionato sul tasto di accensione e spegnimento.

Display del Samsung Galaxy A7 (2018)

Display del Samsung Galaxy A7 (2018)

Sul frontale c’è un display Super AMOLED da 6″ con risoluzione FHD+ e rapporto d’aspetto 18,5:9. Niente notch, in compenso ci sono cornici abbastanza generose nella parte alta ed in quella bassa. La visibilità del display è decisamente buona, tipica dei pannelli Samsung: non avrete problemi nemmeno con luce diretta del sole. La regolazione automatica della luminosità è buona, inoltre dalle impostazioni potrete attivare il filtro anti luce blu così come scegliere la modalità di visualizzazione dello schermo. Non manca l’utilissimo Always-On Display.

Nel complesso il terminale non risulta né pesante né troppo delicato, solo il grip mi ha lasciato qualche perplessità: il vetro posteriore lo rende abbastanza scivoloso.

Software

A bordo del device c’è il sistema operativo Android Oreo 8.0 sotto interfaccia utente Samsung Experience 9.0.  Il colosso sud coreano ha fatto passi da gigante nella riprogettazione della sua UI e sono sicura che farà ancora meglio con l’ormai ufficiale One UI. Samsung Experience è altamente personalizzata, dalla grafica che personalmente apprezzo alle diverse feature aggiuntive. Le prime patch di sicurezza ricevute risalgono a febbraio 2019, allineando così il Galaxy A7 al livello dell’intera famiglia Galaxy in concomitanza con l’uscita della famiglia S10.

Galaxy A7 (2018): dettaglio della scocca posteriore

Galaxy A7 (2018): dettaglio della scocca posteriore

Il software è ben ottimizzato e lascia liberi circa 2,5GB di RAM per far girare tutti i processi delle nostre applicazioni preferite. Il terminale non ha mostrato incertezze praticamente mai e sarò più onesta che mai: mi sono approcciata al device storcendo immediatamente il naso, mi fido poco (probabilmente muterò la mia opinione) dei medio di gamma del colosso sud coreano. Invece, nonostante sopra ci fosse la mia numerazione principale, non ho avuto alcun problema di sorta. Hardware e software lavorano bene insieme ed i risultati sono evidenti. Un importante passo avanti, insomma, in quella fascia di mercato nella quale la concorrenza ha intasato ogni spazio e dove la solidità e completezza di un device possono fare la differenza.

Sensori e connettività

A bordo di Galaxy A7 c’è un modem LTE di categoria 6, questo significa fino a 300Mb/s in download e 50Mb/s in upload. La ricezione è buona, non ho notato vuoti nella copertura di rete se non in zone nelle quali sapevo che sarebbe successo perché poco coperte.

Le altre forme di connettività sono il WiFi dual band (generazione Wifi 5), il Bluetooth 5.0, l’NFC ed ovviamente il GPS (supportato da A-GPS, Glonass e Beidou). Quest’ultimo ha un fix dei satelliti nella media, l’ho ampiamente sfruttato con Google Maps senza sperimentare incertezze.

La suite dei sensori è abbastanza completa trattandosi di un medio di gamma: bussola, accelerometro, giroscopio, prossimità/luminosità.

Confezione

La scatola di vendita di Galaxy A7 è molto semplice, di colore bianco. Al suo interno c’è lo smartphone corredato dal caricabatterie da parete (non rapido), la graffetta per le nano SIM, un paio di auricolari di media fattura ed il cavo microUSB per collegare alla presa di ricarica il device oppure al PC. A questa dotazione si aggiunge chiaramente la manualistica di base e null’altro.

Sicurezza

Oltre ai classici PIN, password o trascinamento potrete far affidamento a due sistemi di sicurezza biometrici: il lettore d’impronte digitali ed il riconoscimento del volto. Il primo metodo non fallisce quasi mai ed è un merito soprattuto considerando la posizione laterale, sul pulsante di accensione/spegnimento. Interessante anche lo sblocco facciale, ma meno sicuro perchè è di tipo 2D ovvero affidato unicamente alla fotocamera anteriore e non a dei sensori di supporto.

Galaxy A7 (2018): profilo

Galaxy A7 (2018): profilo

Audio

L’audio esce da uno speaker mono, ma è piuttosto alto e sufficientemente limpido. Nessun problema nemmeno con la capsula auricolare ed i microfoni: l’audio in conversazione è buono sia in entrata che in uscita. Ah, c’è il jack audio da 3,5 millimetri per le cuffie.

Dati tecnici

Accessori
Supporta On the GO per le periferiche USB
Tipologia dual sim dual stand-by
Supporta e-sim
Supporta dual sim
Batteria
Capacità (mAh) 3300
Tipo di batteria Li-ion
Ricarica rapida
Ricarica wireless
Memoria
RAM 4 GB
Memoria interna 64 GB
Memoria esterna microSD fino a 512 GB
Navigazione
GPS
Sistemi GPS supportati Glonass,Beidou,A-GPS
Processore
Clock 2.2 GHz
Chipset SAMSUNG (8 core)
Processore Cortex-A53
Rete mobile
Reti supportate EDGE,UMTS,HSDPA,HSUPA,GPRS,LTE
LTE (categoria) 6
Scheda grafica
Nome modello e produttore ARM Mali-G71
Schermo
Pixel per Inch (ppi) 411
Rapporto d'aspetto 18,5:9
Schermo pieghevole
Tipo di pannello Super AMOLED
Diagonale 6,"
Risoluzione 2220x1080
Sistema operativo
Interfaccia utente Samsung Experience
Sistema Operativo Android (Oreo)
Connettività
NFC
HDMI
Infrarossi
Funzioni Bluetooth A2DP/LE
WiFi WiFi 5
USB Type-C v2.0
Bluetooth v5.0

Foto e video

Camera frontale
Numero sensori 1
Risoluzione massima
1 24Mpx
Frame rate (fps) 30
Apertura focale
1 2.0
* specifiche per sensore
Camera posteriore
Numero sensori 3
Raw
Flash LED Flash
Grandangolo
1 1
Risoluzione massima
1 24Mpx 2 5Mpx 3 8Mpx
Frame rate (fps) 30
Messa a fuoco PDAF
Apertura focale (f)
1 1.7 2 2.2 3 2.4
Massima risoluzione video 1080p
Zoom
1 Digitale
* specifiche per sensore

Multimedia

Audio
DTS
aptX - presenza della tecnologia qualcomm per il BT wireless low latency
Dolby Atmos
Hi-Res Audio
Audio Stereo
Low Latency Audio
DAC Audio dedicato

Sensori

Biometria
Sblocco con riconoscimento facciale
Impronta digitale
Sensore impronta sotto il display
Riconoscimento iride
Fisici
Bussola
Barometro
Giroscopio
Accelerometro
Prossimità/Luminosità

Notizie Samsung Galaxy A7 (2018)

Tutte

Immagini Samsung Galaxy A7 (2018)

Tutte