Introduzione

Quando lo incontrammo per la prima volta a Barcellona, ce ne innamorammo subito. Parte di questo sentimento era sicuramente dovuto al fatto che fino a quel momento non avevamo visto nulla in grado di stuzzicare fino in fondo la nostra curiosità, ma Palm Pre, lo sapevamo, sarebbe stato destinato ad accendere l’interesse negli utenti, a livello planetario.

Palm Pre
Palm Pre

Abbiamo atteso quasi nove mesi per vederlo in Italia. E in effetti… non è ancora arrivato. Siamo dovuti andare fino in Germania a prenderlo, per farvelo vedere in anteprima. In poco tempo, sarà anche da noi…forse. Vorrà dire che intanto avrete deciso se acquistarlo o meno, leggendo questa recensione e guardando la nostra videoprova.

Confezione

Minimale, di sapore Apple. E’ questa la prima considerazione che viene da fare guardando la confezione del nuovo Palm Pre. Bianca e stretta, un parallelepipedo che sembra contenere a stento il device slider.

Palm Pre
Palm Pre

In realtà, però, c’è molto di più. Troviamo infatti una bella pochette di velluto, i manuali di istruzione, il caricabatteria in cui entra il cavo USB per ricaricare il device. In più, ovviamente, gli auricolari stereo. E la memoria aggiuntiva? Non c’è. 8 gb integrati dovrebbero bastarvi…

Primo Contatto – Funzioni e Materiali

Il nuovissimo Palm Pre è uno slider munito di tastiera estesa che opera in sistema duale UMTS – GSM. Naturalmente, il protocollo veloce dello scambio dati è favorito dalla presenza dell’HSDPA, che influirà in maniera perfetta sul rendering delle pagine web. Inoltre, da non dimenticare una connettività completa, che si dota del wi-fi, e del bluetooth stereo (solo audio purtroppo), oltre al cavo dati di cui vi abbiamo già raccontato nella pagina precedente.

Palm Pre
Palm Pre

Esteticamente, il Pre ricorda vagamente le linee del PEBL di Motorola: sembra un sasso, lucido, nero, su cui le ditate (abituatevi) diventeranno presto le vostre compagne di viaggio. Potrete girare con panni umidificati, fazzoletti di carta o di stoffa, ma loro, le ditate, non vi lasceranno mai.

Palm Pre
Palm Pre

Tutto è infatti dovuto alle plastiche, che di primo acchito appaiono leggerine ed essenziali. Verosimilmente, basterà un po’ di utilizzo perché si finisca con il rigarle, un po’ come accade per iPhone di Apple. Ciononostante, l’assemblaggio è di tutto rispetto, non ci sono giochi nei meccanismi di apertura dello slider, e anche la solidità appare buona.

Palm Pre
Palm Pre

Sulla parte anteriore, c’è il bellissimo display da 3.1 pollici, con risoluzione 320×480 pixel e una brillantezza incredibile. Siamo davanti a uno schermo migliore rispetto a quello degli ultimi BlackBerry, Bold e Tour inclusi. Ovviamente, a disposizione abbiamo la tecnologia touchscreen, di tipo capacitiva, con una sensibilità di tutto rispetto (siamo sulla scia di iPhone, che continua a essere il paragone per le nostre prove).

Palm Pre
Palm Pre

Sulla parte posteriore, troviamo invece l’altoparlante per il vivavoce, e anche la fotocamera da 3 megapixel, munita di flash led. Le foto non sono male, ma attenzione: questa cam NON gira video. Presenti nelle scocche, invece, l’accelerometro e il GPS integrato. Entrambi funzionano in maniera egregia, come si evince dalla nostra videoprova, con il primo che fa ruotare il display su tutti e 4 i lati! (esatto, anche capovolto se stavate chiedendovelo…).

Primo Contatto – Dimensioni e Tastiera

L’ergonomia del nuovo Palm Pre è molto interessante, e ancora una volta va fatto un plauso al produttore per averci messo in mano un device studiato apposta per risultare comodo. L’unico vero problema, almeno nelle fasi iniziali di utilizzo, potrebbero apparire le scocche, lucide e pertanto prive di grip.

Palm Pre
Palm Pre

Le dimensioni generali delle scocche di Pre, però, fanno in modo che sia davvero semplice maneggiare il device con una sola mano, per arrivare ovunque sul display. Ovviamente, in caso di tastiera aperta vi serviranno entrambi i pollici per digitare sulle lettere. Palm Pre misura 100.5 millimetri di altezza, 50.5 di larghezza, e 16.9 di spessore, con un peso di 135 grammi. I più attenti avranno notato che la larghezza non presenta grandi numeri.

Palm Pre
Palm Pre

Qualcuno, allora, si sarà domandato: “Ma come fanno ad averci messo una tastiera estesa?” Semplice: le lettere sono bombate., gommose e dure da premere, cosichè si riescano ad usare in maniera rapidissima impiegando le unghie senza paura di premere due lettere alla volta. Come già successo sul Treo, infatti, anche qui Palm ci dà una tastiera estesa ergonomica, facile da usare dopo qualche periodo di allenamento.

Palm Pre
Palm Pre

I pulsanti sono facilmente raggiungibili, mentre sulla parte anteriore l’unico pulsante è la home, con il sistema a sfioramento che libera la parte inferiore e sulla quale agiremo direttamente con il pollice per, ad esempio, tornare alla schermata precedente (ci basterà far scorrere verso sinistra il pollice).

Palm Pre
Palm Pre

Sui dorsi, invece, abbiamo il plug per la Micro USB a destra, il volume a sinistra, mentre sopra abbiamo il jack per la cuffia e la disattivazione della suoneria (e conseguente accensione della vibrazione). Sulla parte anteriore, essendo il display touchscreen, non va dimenticato il sensore di prossimità, che disattiverà lo schermo quando vi appoggeremo sopra una guancia durante una conversazione voce.

In Prova – Il nostro test

Il nuovo Palm Pre che testiamo in anteprima per voi non presenta alcuna brandizzazione, e ospita un sistema operativo proprietario e completamente nuovo rispetto a quanto visto da noi in passato. Partiamo dalla schermata di stand by. In basso, il Pre offre cinque icone rapide di accesso diretto alle funzioni più utilizzate. Non si possono modificare, e sono: il telefono, i contatti, la mail, il calendario, il menù.

Palm Pre
Palm Pre

Ognuna di queste, una volta premuta, rimanda a una schermata dalla quale possiamo gestire direttamente con le dita le nostre esigenze primarie. Ovviamente, oltre alla scorciatoia fornita dalle cinque icone di cui abbiamo appena parlato, c’è anche il menù tradizionale, quello che consente di arrivare a tutte le voci e le funzionalità di cui il nuovo Pre dispone. Sono moltissime, da quelle più tradizionali fino alle professionali, e passando per le applicazioni scaricabili attraverso lo store che giorno dopo giorno ospita sempre più features, ma che a oggi è un pò scarno.

Palm Pre
Palm Pre

Il nuovo Palm Pre, essendo un terminale destinato a un universo che comprende utenza professionale e anche utenza fan, permette la possibilità di agire in multitasking. In una maniera unica e divertente. Noi possiamo utilizzare una funzione, come per esempio il calendario, e poi dover passare alla messaggistica, e in un terzo tempo alla navigazione web. Ebbene, Pre mette in fila tutte le schermate che ci servono, e possiamo passare da una all’altra semplicemente facendo scorrere il pollice.

Palm Pre
Palm Pre

Quando una funzione non ci servirà più, sarà sufficiente, direttamente dallo slideshow delle features attivate, far scorrere il pollice verso l’alto. Si tratta di un modo molto rapido di gestire più applicazioni insieme, al quale si aggiunge la possibilità di accesso diretto a un’altra scorciatoia, che comprende le voci delle cinque icone di cui abbiamo parlato all’inizio. Non è finita qui. Per tenere sotto controllo connettività e segnale della batteria, ci sarà sufficiente cliccare in corrispondenza del segnale, per avere tutte le informazioni del caso.

Palm Pre
Palm Pre

L’unica vera nota negativa, che sarà sicuramente corretta con una nuova release software, è il fatto che non disponiamo nemmeno di un led luminoso su tutta la scocca. Questo rende impossibile accertarsi dell’arrivo di un messaggio o della perdita di una telefonata voce, senza dover sbloccare la tastiera o illuminare il display. Qualcosa ci dice, però, che Palm rivedrà il problema con un aggiornamento sw.

Palm Pre
Palm Pre

Da sottolineare, invece, l’ottima sensibilità del touchscreen capacitivo, che rende possibile una rapidissima navigazione quando ci troviamo a passare da una applicazione all’altra all’interno della griglia di icone che compone il menù. Anche qui, abbiamo diverse pagine, un totale di tre, tutte impostabili e personalizzabili direttamente dall’utente. La parte telefonica di Pre si dota di un audio potente, che sfocia in una distorsione ai massimi livelli di volume, ovviamente per quanto riguarda il vivavoce.

Palm Pre
Palm Pre

Probabilmente, è un fatto dovuto alla qualità delle scocche e dell’altoparlante in sé. Nulla da eccepire, invece, sulla parte telefonica dall’altoparlante integrato sopra al display, e tanto meno per quanto riguarda la ricezione, che non ci hai mai causato alcun problema. Sulla messaggistica va spesa qualche parola in più, a cominciare dalla tastiera. A disposizione, infatti, Palm ci mette una QWERTY che possiamo utilizzare per scrivere e-mail e sms, ma anche per l’instant messaging.

Palm Pre
Palm Pre

Si tratta di una tastiera con i pulsanti bombati. Per qualcuno, soprattutto per chi non ha unghie affilate, usarla all’inizio non sarà semplice. Tuttavia, la grande ergonomia e l’ottimizzazione dello spazio fa in modo che dopo un brevissimo periodo di allenamento, l’utente possa scrivere un messaggio o una mail in un arco di tempo davvero contenuto. A livello di istant messaging, dobbiamo ravvisare le sole compatibilità di AIM e Google Talk, però ottimamente integrati con gli sms e la rubrica.

Palm Pre
Palm Pre

Speriamo che in futuro Palm allarghi il discorso anche ad altri sistemi più usati qui da noi. A livello di gestione della posta elettronica, va detto che è possibile e facilissimo sincronizzare i nostri contatti e il nostro account con G-Mail. Naturalmente, funzionano anche altri account, raccolti anche sotto un’unica voce di posta in arrivo, proprio come sul nostro PC di casa. La navigazione web è un’esperienza che consigliamo a tutti: il rendering delle pagine, grazie all’HSDPA, è pressoché istantaneo, e anche grazie alla presenza di un rapidissimo accelerometro (merito del processore inserito da Palm per questo Pre) potremo godere dell’orientamento in landscape, modalità che favorirà la visualizzazione delle pagine web. In WiFi l eperformance saranno poi di assoluto rilievo. Possiamo affermare che ha il rendering più veloce visto sin qui su un device mobile.

Palm Pre
Palm Pre

Il display farà il resto, grazie all’ottimo contrasto e alla nitidezza dei colori. Il doppio tap ci consente di ingrandire la porzione di pagina che ci interessa, l’unico problema è la mancata lettura dei video flash. Bene invece i link diretti a You Tube, con i video renderizzati in maniera molto valida (guardare la videoprova per credere). Oltre alla parte professionale, che offre la possibilità di interagire con i files del pacchetto Office, e di leggere i fogli in PDF, va detto che Palm ha cercato di sfondare anche dal punto di vista multimediale. A disposizione, infatti, ci è stata messa una fotocamera da 3 megapixel, munita di flash, che regala scatti decenti soprattutto in presenza di forte luce.

Palm Pre
Palm Pre

Meglio la musica, con una riproduzione a volume abbastanza alto. Da notare il fatto, invece, che le suonerie rimangono a un livello massimo più basso. Poco male, soprattutto per chi è abituato a inserire la vibrazione., che qui si switcha in maniera semplice con il classico pulsante in alto. Come tutti gli smartphone di ultima generazione, anche questo Pre dà la possibilità di aggregare i dettagli per ogni contatto della nostra rubrica, con le informazioni dirette da Facebook e dagli altri Social Network.

Palm Pre
Palm Pre

Anche in questo, quindi, Palm è stata al passo con i tempi: pur avendoci fatto aspettare più del previsto il nuovo Pre, è riuscita nell’obiettivo di fornire una valida alternativa ai sistemi operativi e ai prodotti degli altri competitor. Pre è una scommessa: difficile dire se Palm riuscirà a vincerla, in un’epoca che ormai vede di fronte l’Apple OS di iPhone contro Windows Mobile, e Symbian a inseguire con il BlackBerry OS. Piace però, di tanto in tanto, avere la possibilità di guardare da vicino un nuovo esperimento. Riuscito, in questo caso. Gli errori di gioventù, infatti, non possono cancellare l’ottimo lavoro del produttore. In attesa di vederlo ufficialmente in Italia, non possiamo che fare un applauso sincero a questo nuovo Palm Pre. Se solo la batteria ci consentisse di superare le 19.00 senza bisogno di correre a ricaricare…..

Immagini Palm Pre Plus

Tutte

Dati tecnici

Tipo di sim card supportata Plug in
Supporta dual sim
Tipo di batteria Litio
Ricarica wireless
RAM
Memoria interna 16 GB
Chipset
Reti supportate GPRS,EDGE,UMTS,HSDPA
Schermo pieghevole
Diagonale 3,1"
Sistema Operativo Palm OS webOS
NFC
HDMI
Infrarossi
WiFi WiFi 3
USB
Bluetooth v2.1

Foto e video

Raw
Flash 1
Risoluzione massima
Stabilizzatore
Risoluzione massima foto
* specifiche per sensore

Sensori

Sblocco con riconoscimento facciale
Impronta digitale
Riconoscimento iride