Abbiamo avuto fra le mani a lungo OnePlus 7T Pro, testandolo in diverse situazioni, e siamo pronti a raccontarvi quello che ce n’è parso nella nostra recensione completa.

I prezzi di OnePlus 7T Pro: le migliori offerte di oggi

OnePlus 7T Pro è disponibile all’acquisto in Italia a partire dal 17 ottobre. Il prezzo è di 629 euro per la versione con 8GB di RAM e 128GB di storage interno. L’acquisto è possibile su Amazon, sul sito Web ufficiale del colosso cinese e da Mediaworld.

Design e display

OnePlus 7T Pro può essere facilmente confuso con il predecessore OnePlus 7 Pro: sono veramente pochissimi i dettagli che li differenziano, dentro e fuori. L’impatto estetico è praticamente identico, solo un occhio attento può notare piccole differenze come lo spostamento della messa a fuoco laser dall’interno del comparto fotografico principale all’esterno.

La colorazione di punta di OP 7T Pro è il bellissimo Haze Blue, che valorizza la scocca in vetro Gorilla Glass 5, che si congiunge al Gorilla Glass 6 alloggiato sul frontale, a protezione dell’interessante display. Uno schermo che è in realtà una conferma: un pannello Fluid AMOLED da 6,67″ che, con il suo refresh rate da 90Hz, stravolge anche la più standard dell’esperienza d’uso, offrendo un elevato grado di fluidità.  Dalle impostazioni dello smartphone è possibile gestire ogni aspetto dello schermo, dal refresh rate alla risoluzione (che arriva a un massimo di QHD+). Niente di nuovo rispetto a 7 Pro, solo una piacevole conferma.

Non ci sono notch o fori, c’è l’ormai noto meccanismo pop-up motorizzato per mostrare e nascondere la selfie camera. Il lettore d’impronte digitali (di tipo ottico) è alloggiato sotto lo schermo e performa molto bene, anche se c’è una pellicola applicata sul display: sblocco rapido e preciso. Un buon sostituto per lo sblocco facciale, che c’è, ma è 2D quindi relativamente poco sicuro.

Hardware e software

Se proprio qualcosa di veramente nuovo si può evidenziare sotto il cofano di OP 7T Pro è il il processore, che è uno Snapdragon 855+, supportato da 8GB di memoria RAM (di tipo LPDDR4) e 128GB di storage interno (UFS 3.0). Chiaramente, un SoC potente come questo – affiancato a delle memorie altrettanto prestanti – offre al dispositivo un potenziale di alto livello, che viene supportato in pieno dal sistema operativo. L’OS è infatti Android 10 già al lancio, sotto la rinnovata interfaccia utente OxygenOS 10.0. Durante l’utilizzo non ho riscontrato particolari blocchi o malfunzionamenti, la celebre UI semi stock non mi ha deluso.

OnePlus 7T Pro è ha una naturale inclinazione verso il gioco: è uno smartphone da gaming a tutti gli effetti, soprattutto grazie al mix fra hardware e display, al quale è affiancato un audio stereo chiaro e limpido (con supporto a Dolby Atmos) che però potrebbe essere un pochino più alto. Per enfatizzare la sua predisposizione al gioco, OnePlus 7T Pro ha una serie di strumenti software, fra i quali spicca la Fnatic Mode. A questa si affianca un motore di vibrazione che offre feedback aptici mirati.

La ricezione del device è nella media, non ho riscontrato alcun problema durante le mie prove: nessun calo di segnale improvviso. Non c’è il jack audio da 3,5 millimetri per le cuffie, mentre sopravvive il celeberrimo Alert Slider per scegliere il volume delle notifiche.

Batteria

La batteria di OnePlus 7T Pro è da 4085 mAh, superiore di pochissimo a quella del suo predecessore. Non ho infatti notato grandi differenze a livello di autonomia energetica: sono riuscita a coprire una giornata intera di utilizzo, sfruttandolo in modo abbastanza pesante.

Sotto il punto di vista dell’autonomia energetica, a fare realmente la differenza è il nuovo sistema di ricarica rapida Warp Charge 30T: dichiarazioni ufficiali a parte, non vi accorgerete nemmeno di ricaricare il terminale. Partendo dal meno del 10% di carica residua, in circa 40 minuti ho potuto staccare lo smartphone perché completamente carico. Dimenticherete molto presto dell’esistenza dei sistemi di risparmio energetico.

Foto, video e audio

OnePlus 7T Pro, come 7T, prova ad essere un camera phone e ci riesce solo per certi  aspetti. Quando ho recensito il comparto fotografico di OP 7 Pro, ne ho evidenziato i limiti, che confermo su questo nuovo device, riporto quindi una citazione della prima recensione:

Come sono le foto, in sostanza? Buone, ma anche gli manca qualcosa per poter essere al pari con il Huawei P30 Pro di turno.

Il comparto fotografico principale è identico a quello del predecessore, quindi un trio di sensori: il principale è da 48MP, affiancato dal secondo da 16MP che garantisce scatti grandangolari e il terzo da 8MP che invece si spinge a uno zoom ottico 3X. Una novità software, per ora solo esclusiva di OnePlus 7T Pro, è la modalità macro, che permette di avvicinarsi al un oggetto da fotografare in dettaglio fino a una distanza minima di 2,5 cm (fra i 2,5 e gli 8 centimetri): per essere il primo tentativo, non posso certamente essere delusa. Molto di aiuto è la presenza della messa a fuoco laser e la stabilizzazione ottica, due strumenti essenziali anche negli scatti in notturna (abbastanza buoni, ma c’è molto di meglio).

Il comparto video si spinge fino al 4K a 60fps. Se però scenderete a compromessi e deciderete di “fermarvi” alla risoluzione 1080p, potrete sfruttare la super stabilizzazione, che garantisce video stabili quasi come se fra le mani aveste uno smartphone su gimbal, l’ho molto apprezzata.

I selfie sono affidati alla camera pop-up da 16MP, che mi ha regalato buoni autoritratti. La fotocamera anteriore è anche in grado di girare video in FHD con il supporto della stabilizzazione elettronica.

Come anticipato, l’audio di questo smartphone è stereo: ottima la qualità, ma non è così elevato.

Giudizio Finale

OnePlus 7T Pro è uno smartphone completo sotto il punto di vista della scheda tecnica, esteticamente accattivante e dalle ottime performance. Non è economico, servono 629 euro, una cifra che ancora spaventa per uno smartphone OnePlus, ma lentamente ci stiamo abituando.

I “problemi” di questo device sono altri: non è nuovo. A mio modesto parere, con il lancio della serie “T”, il colosso cinese si è focalizzato sul miglioramento di OnePlus 7, che è parso a tutti un ottimo smartphone, ma con dettagli fondamentali mancanti, come il display con con refresh rate di 90Hz e un comparto fotografico più potente. Dunque, non è OnePlus 7T Pro il protagonista di questo lancio e naturalmente non lo consiglierei come upgrade a chi già possiede OnePlus 7 Pro. Tuttavia, se provenite da una generazione di device OP più vecchia, oppure da altri device meno recenti, può essere un’interessante scelta.

Immagini OnePlus 7T Pro

Tutte

Dati tecnici

Tipo di sim card supportata 2 nano-SIM
Supporta On the GO per le periferiche USB
Tipologia dual sim dual stand-by
Supporta e-sim
Supporta dual sim
Capacità (mAh) 4085
Tipo di batteria Li-ion
Ricarica rapida
Ricarica wireless
RAM 8 GB
Memoria interna 256 GB
GPS
Sistemi GPS supportati Glonass,Galileo,Beidou,A-GPS
Clock 2.96 GHz
Chipset Qualcomm Snapdragon 855 Plus (8 core)
Reti supportate EDGE,UMA,UMTS,HSDPA,HSUPA,GPRS,HSCSD,LTE
LTE (categoria) 18
Rapporto d'aspetto 19,5:9
Protezione Gorilla glass 6
Schermo pieghevole
Tipo di pannello Fluid AMOLED
Diagonale 6,7"
Risoluzione 3120x1440
Interfaccia utente OxygenOS
Sistema Operativo Android (10)
NFC
HDMI
Infrarossi
Funzioni Bluetooth A2DP/LE/EDR/aptX HD
WiFi WiFi 5
USB Type-C v3.1
Bluetooth v5.0

Foto e video

Numero sensori 1
Flash NO
Risoluzione massima
1 16Mpx
Frame rate (fps) 30
Messa a fuoco Fissa
Stabilizzatore
1 EIS
Apertura focale
1 2
Massima risoluzione video 1080p
* specifiche per sensore
Numero sensori 3
Raw
Flash LED Flash
Grandangolo
2 1
Risoluzione massima
1 48Mpx 2 16Mpx 3 8Mpx
Frame rate (fps) 60
Messa a fuoco PDAF
Stabilizzatore
1 OIS+EIS
Apertura focale (f)
1 1.6 2 2.2 3 2.4
Massima risoluzione video 2160p
Zoom
1 Digitale 3 Ottico(3x)
* specifiche per sensore

Multimedia

DTS
aptX - presenza della tecnologia qualcomm per il BT wireless low latency
Dolby Atmos
Hi-Res Audio
Audio Stereo
Low Latency Audio
DAC Audio dedicato

Sensori

Sblocco con riconoscimento facciale
Impronta digitale
Sensore impronta sotto il display
Riconoscimento iride
Bussola
Barometro
Giroscopio
Accelerometro
Prossimità/Luminosità