Sono passati alcuni mesi da quando Huawei ha venduto Honor rendendola di fatto un brand indipendente, e dopo un esordio che l’ha riportata rapidamente nella top 5 dei produttori di smartphone in Cina la nuova Honor sbarca finalmente anche in Europa con Honor 50, uno smartphone solido e ben bilanciato, ma che soprattutto riporta i servizi di Google (e il 5G) a disposizione degli utenti. Certo, l’impronta della ex casa madre si sente ancora e molto, ma dobbiamo dire che per uno smartphone di questo tipo ci sono normalmente quasi due anni di sviluppo e progettazione; quindi, sarà inevitabile trovare delle similitudini con i prodotti Huawei ancora per un po’ di tempo. Inoltre, quando Honor si è staccata si è portata dietro oltre 5000 ingegneri del reparto ricerca e sviluppo, proprio quelli che sono stati fra i responsabili del successo tecnologico degli scorsi anni.

Abbiamo passato qualche settimana in compagnia del nuovo Honor 50, vediamo quali sono state le nostre impressioni e se Honor può davvero pensare di tornare ad essere uno dei brand di smartphone più desiderati e acquistati anche nel nostro paese.

Honor 50

Confezione e Design

La confezione di vendita di Honor 50 comprende lo smartphone con pellicola protettiva preapplicata, un caricabatteria Honor SuperCharge da 66W, un cavo USB-C adatto a supportare la potenza elevata del caricatore, una cover in silicone trasparente e lo strumento estrattore della SIM.

Come dicevamo in apertura il design è quello tipico dell’ultima serie di smartphone Huawei, ma in ogni caso decisamente gradevole ed elegante. Disponibile in quattro colorazioni, dal classico Midnight Black al bellissimo Emerald Green, dal luccicante Frost Crystal al particolare Honor Code, lo smartphone è costruito su un frame in metallo ricoperto di vetro curvo a 75° su tutti e quattro i lati per favorire una impugnatura comoda e un look più sottile.

Le dimensioni sono di 159,96×73,76×7,78mm ed il peso di 175 grammi. La parte frontale è come di consueto occupata quasi completamente dal display, un ottimo OLED da 6,57” FHD+ con rapporto 19,5:9, refresh a 120Hz e touch-rate a 300Hz, caratterizzato da una luminosità di picco veramente elevata, il supporto a 1,07 miliardi di colori (10-bit) coprendo il 100% della gamma DCI-P3. La front-camera è all’interno di un piccolo foro in posizione centrale e la capsula auricolare in corrispondenza dello spigolo superiore. Il sensore d’impronta è di tipo ottico sotto al display, mentre la selfie-cam supporta lo sblocco con il viso.

Decisamente bello il display, che grazie all’elevata profondità di colore e alla luminosità superiore risulta sempre ben visibile anche alla luce diretta del sole. Ottima anche la visione di film e contenuti multimediali, con una regolazione adattiva della luminosità che riesce a garantire una visione ottimale anche in condizioni di bassa luminosità senza stancare la vista ed evitando gli sfarfallamenti. Buona anche l’esperienza audio, arricchita dalla tecnologia Histen ereditata da Huawei, che rende l’ascolto coinvolgente sia in cuffia che in viva voce, sebbene purtroppo solo con un singolo speaker.

Sul retro troviamo il modulo fotografico principale, con un design a doppio anello che contiene il sensore principale nell’occhio superiore e gli altri tre sensori in quello inferiore. Ai lati abbiamo invece: in alto due microfoni per la cancellazione dei rumori e l’audio zoom; a destra il tasto di accensione e il bilanciere del volume; in basso la porta USB-C, il microfono principale, la griglia per l’altoparlante di sistema e lo slot per la doppia nano SIM.

HONOR 50

Scheda Tecnica

Per il ritorno sul mercato Honor ha stretto importanti partnership commerciali con molti fornitori, e fra questi non poteva mancare Qualcomm che spinge il nuovo Honor 50 grazie al chipset Snapdragon 778G, octa-core fino a 2,4GHz con architettura a 6nm e grafica Adreno 642L, abbinato a 6GB di RAM LPDDR5 e a 128GB di memoria di archiviazione UFS 3.1 non espandibile. Honor ha portato in Italia anche una versione con 8GB di RAM e 256GB di memoria interna, al momento disponibile solo sul proprio sito hihonor.com.

Il sistema risulta sempre ben fluido e scorrevole, grazie sicuramente all’ottimo chipset impiegato, ma anche al software sviluppato da Honor e basato su Android 11, con interfaccia personalizzata Magic UI 4.2 completa di tutti i servizi Google. Anche per il gaming abbiamo prestazioni superiori, grazie alla GPU Turbo X che incrementa le performance del dispositivo quando le app chiedono più risorse.

Grazie alla partnership con Qualcomm, Honor può sfruttare appieno le potenzialità del processore, compresa la connessione alle reti 5G sub-6 SA/NSA che sempre di più coprono il nostro paese e sono in grado di garantire velocità di navigazione e di download decisamente elevate. Non manca poi il supporto alle reti 4G LTE Cat.18 (download fino a 1,2Gbps) e alle reti di generazioni precedenti. Fra le connettività abbiamo poi WiFi 6, Bluetooth 5.2, NFC con supporto ai pagamenti contactless, GPS dual-band con supporto anche a A-GPS, Glonass, Galileo e BeiDou; mentre fra i sensori non mancano luminosità, prossimità, accelerometro, giroscopio, magnetometro e pedometro.

La batteria da 4300mAh riesce a garantire un’autonomia soddisfacente per arrivare a fine giornata anche con un uso intenso, comprensivo di visione video, giochi, scatto di fotografie e molto altro. Il supporto alla ricarica rapida Honor SuperCharge da 66W ci permette di ricaricare lo smartphone da zero al 70% in soli 20 minuti e da zero al 100% in meno di 45 minuti, potendo quindi approfittare di qualsiasi momento di pausa per avere sempre a disposizione tutta l’energia di cui possiamo aver bisogno.

Honor 50

Fotocamera

E veniamo quindi a parlare della fotocamera, uno degli aspetti su cui la vecchia Honor ha sempre puntato ottenendo ottimi risultati, e su cui la nuova Honor non vuole essere da meno. L’interfaccia dell’app fotocamera si rinnova, con alcune nuove modalità di scatto di cui parleremo più avanti e l’abbandono della suggestiva funzione di light painting che caratterizzava gli smartphone degli anni precedenti.

Il sensore principale della fotocamera posteriore è un Samsung HM2 da 108MP con dimensione 1/1,52″, pixel da 0,7µm e pixel binning 9-in-1, apertura f/1.9, zoom digitale 10x e autofocus PDAF, in grado di registrare video con stabilizzazione elettronica fino a 4K@30fps. A questo si aggiungono un sensore ultra-grandangolare da 8MP con apertura f/2.2, focale equivalente di 13mm e visione da 119°, e due sensori da 2MP dedicati rispettivamente alle macro e alla profondità.

Per i selfie abbiamo invece un sensore Samsung JD1 da 32MP con dimensione 1/3,14″, pixel da 0,7µm e pixel binning 4-in-1, apertura f/2.2, focale equivalente di 22mm e visione a 90°, in grado di registrare video fino a 1080p@30fps.

Sulla resa fotografica possiamo senza alcun dubbio ritenerci soddisfatti, con una buona gestione dei sensori a disposizione ed una resa dei colori naturale. Se in buone condizioni di illuminazione non possiamo esserne particolarmente stupiti, è la resa notturna quella dove veramente vediamo le potenzialità di questa fotocamera, con foto luminose e colori bilanciati anche in ambienti particolarmente scuri. All’ottima modalità notturna si aggiunge poi una nuova modalità utile soprattutto per gli amanti del vlogging: parliamo della nuova multi-video, che ci permette di combinare due visioni diverse, dalle fotocamere posteriore e frontale o entrambe dalla posteriore, per raccontare una storia in modo diverso dal solito.

Anche la modalità ritratto risulta molto valida, anche quando andiamo a scattarli con la fotocamera frontale e in condizioni di bassa luminosità, mentre i video – senza stabilizzazione ottica – raggiungono una qualità valida ma non eccezionale.

Disponibilità e prezzi

Honor 50 è già disponibile al preordine sul sito HiHonor, e dal 12 novembre sarà disponibile anche su Amazon e nei negozi di telefonia degli operatori TIM, Vodafone e Wind3, al prezzo consigliato di €529,90 per la versione da 6+128GB; la versione da 8+256GB è invece in arrivo solo su HiHonor al prezzo di listino di €599,90.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Dati tecnici

Tipo di sim card supportata 2 nano-SIM
Supporta On the GO per le periferiche USB
Tipologia dual sim dual stand-by
Supporta e-sim
Supporta dual sim
Capacità (mAh) 4300
Tipo di batteria LiPo
Ricarica rapida
Ricarica wireless
RAM 8 GB
Memoria interna 256 GB
Memoria esterna
GPS
Sistemi GPS supportati Glonass,Galileo,Beidou,A-GPS
Clock 2.4 GHz
Chipset Qualcomm Snapdragon 778G (8 core)
Reti supportate EDGE,UMTS,HSDPA,HSUPA,GPRS,LTE,5G
LTE (categoria) 20
Nome modello e produttore Adreno 642L
Pixel per Inch (ppi) 392
Rapporto d'aspetto 19,5:9
Schermo pieghevole
Tipo di pannello OLED
Diagonale 6,6"
Risoluzione 2340x1080
Interfaccia utente Magic UI
Sistema Operativo Android (11)
NFC
HDMI
Infrarossi
Funzioni Bluetooth A2DP/LE/EDR/aptX HD
WiFi WiFi 6
USB
Bluetooth v5.2

Foto e video

Risoluzione massima
Frame rate (fps) 30
Apertura focale 2.2,,,,
Massima risoluzione video 1080p
* specifiche per sensore
Numero sensori 4
Raw
Flash LED Flash
Grandangolo
2 1
Risoluzione massima
1 108Mpx 2 8Mpx 3 2Mpx 4 2Mpx
Frame rate (fps) 30
Messa a fuoco PDAF
Apertura focale (f)
1 1.9 2 2.2 3 2.4 4 2.4
Massima risoluzione video 2160p
* specifiche per sensore

Multimedia

DTS
aptX - presenza della tecnologia qualcomm per il BT wireless low latency
Dolby Atmos
Hi-Res Audio
Audio Stereo
Low Latency Audio
DAC Audio dedicato

Sensori

Sblocco con riconoscimento facciale
Impronta digitale
Sensore impronta sotto il display
Riconoscimento iride
Bussola
Barometro
Giroscopio
Accelerometro
Prossimità/Luminosità