La cinese ZTE ha da poco lanciato sul mercato interno un trittico di nuovi smartphone accomunati da una semplice caratteristica: la scocca in metallo. Per la precisione il corpo di questi apparecchi – che portano tutti il nome V3 – è molto sottile (appena 8,55 mm) e fatto di alluminio, dunque il loro peso non è particolarmente elevato (appena 160 grammi).

ZTE V3 Youth
ZTE V3 Youth

Un’altra feature comune ai device è la presenza (sul retro) di uno scanner di impronte digitali. Alla luce di tutto ciò, potremmo rilevare che si tratta di dispositivi di fascia alta, ma il loro prezzo tutt’altro che elevato pone dei dubbi sulla questione. Sì, perché il più costoso dei tre – lo ZTE V3 Extreme, che integra alcuni accessori – costa appena 1.499 Yuan (circa 220 euro), mentre il meno costoso – lo ZTE V3 Youth – porta il prezzo di 999 Yuan (circa 147 euro). L’edizione intermedia – lo ZTE V3 Energy – varia di poche centinaia di Yuan, fermandosi a 1.299, ossia 191 euro circa.
Ma vediamoli da vicino.

Le caratteristiche hardware dei tre smartphone sono molto simili, o meglio i modelli differiscono quasi solo per le reti mobili su cui possono funzionare. Batteria rimovibile da 3.000 mAh, schermo da 5,5 pollici (con risoluzione 1080p), processore Qualcomm Snapdragon 615 a 64-bit, RAM da 2GB e 16GB di memoria espandibile via schede microSD. Per le fotocamere si può fare affidamento su di un sensore da 13 megapixel per il retro e su di uno da 5 megapixel per la parte frontale, entrambi con apertura focale f2,2.

ZTE V3 Energy o ZTE V3 Extreme
ZTE V3 Energy o ZTE V3 Extreme

Questi tre nuovi smartphone sono apparecchi dual SIM e possono funzionare sulle reti 4G, anche se solo il modello “V3 Youth” è abilitato al dual LTE. Ed è anche il solo ad avere il silver come colorazione. Gli altri due invece hanno un solo slot LTE e la scocca color oro.
Sugli ZTE V3 gira l’interfaccia grafica Nubia 3.0 – la stessa cioè che viene usata sull’omonima linea di smartphone – ovviamente basata su Android in versione Lollipop 5.1.