Xiaomi ha appena rilasciato il codice sorgente del kernel del nuovo flagship Mi 11. Questo è avvenuto immediatamente dopo il lancio del telefono nella giornata di ieri, lunedì 28 dicembre 2020. Dopo il consueto periodo di fughe di notizie e teaser, il colosso cinese ha finalmente tolto i veli dalla sua ultima ammiraglia.

Xiaomi Mi 11: l’azienda ha già rilasciato il kernel

Con il nuovissimo SoC Qualcomm Snapdragon 888, un display AMOLED da 120 Hz, il supporto per la ricarica wireless da 55 W, con fotocamere migliorate, l’inedita interfaccia MIUI 12.5 su Android 11 ed un prezzo di partenza interessante, il dispositivo si presenta come un gioiellino agli occhi dei futuri acquirenti. Siamo certi che sarà l’oggetto del desiderio di moltissimi di voi (e di noi, anche). Tuttavia, non è solo l’aggressiva strategia di prezzo che rende il marchio così popolare tra gli appassionati.

Unitamente a ciò, la compagnia cinese si è sempre mostrata favorevole nei confronti degli sviluppatori. Il modding è sempre stato una costante dei dispositivi del brand da parte della Community di programmatori. Adesso, a tal proposito, subito dopo la presentazione dello smartphone di piunta, Xiaomi ha rilasciato i codici sorgente del kernel per il Mi 11 (avente nome in codice “Venus”) all’interno della pagina ufficiale di GitHub.

Il rilascio dei sorgenti del kernel ha molto potenziale per gli sviluppatori che sapranno sicuramente sfruttarlo. Per quelli di voi che sono fan dell’esperienza AOSP classica piuttosto che della skin MIUI sul Mi 11, sarete felici di sapere che i sorgenti del kernel consentiranno agli sviluppatori di portare TWRP sul dispositivo e aprirlo a ROM personalizzate come come LineageOS (giusto per citarne una). Se avete intenzione di acquistare il Mi 11 e siete interessati a spingere il dispositivo al limite, dovresti andare sui forum presenti in rete per rimanere aggiornati sugli ultimi sviluppi.

Fonte:XDA Developers