La nuova Xbox Series X è da sempre stata presentata come un “mostro” di potenza, grazie ad una componentistica hardware degna del miglior PC da gaming. Microsoft ha voluto esagerare con la realizzazione della console di nuova generazione, portando sul mercato un prodotto che effettivamente potrà reggere senza problemi i titoli sempre più complessi ed interattivi che l’industria videoludica sfornerà.

Xbox Series X: ci si potrà spingere fino ai 120 fps

I giochi, supportati da televisori e monitor di grande qualità, godranno, grazie Xbox Series X, di una grafica eccellente e un realismo mai visto prima d’ora. Stando a quanto apprendiamo da un post su Twitter di Aaron Greenberg, responsabile marketing di Xbox, sappiamo che il frame rate standard per l’uscita dei giochi sui monitor sarà di 60 frame al secondo (fps), ma il sistema interno della console permetterà agli sviluppatori di spingersi fino ai 120 fps, portando sul mercato quindi giochi con una dinamica e una fluidità senza paragoni.

Tuttavia l’affermazione di Greenberg non deve essere fraintesa; è vero che i 60 fps diventeranno lo standard nel settore dei videogiochi, ma prima di diventare mainstream occorreranno diversi anni. Considerando che molti titoli attuali (anche quelli appena usciti) che godranno del supporto di Smart Delivery, ovvero saranno giochi cross-gen, gireranno a 30 fps, è lecito aspettarci un graduale avanzamento col passare dei mesi.

Maggiori informazioni sulle specifiche di Xbox Series X e sulle funzionalità esclusive le conosceremo soltanto a luglio, con l’evento dedicato di Microsoft in cui verrà svelato anche il famigerato Halo Infinite di cui tanto si parla online.

Nella giornata di giovedì 7 maggio nel corso dell’evento InsideBox, Microsoft ha presentato ben 13 nuovi titoli per Xbox One, molti dei quali saranno in funzione anche sulla console di nuova generazione. Fra tutti citiamo l’acclamatissimo Assassin’s Creed Valhalla, DIRT 5 e l’epica avventura spaziale Chrous. 

Fonte:Twitter Aaron Greenberg