Quando si parla di wearable da polso si fa riferimento quasi sempre agli smartwatch. Ma è un errore. Il polso può essere una parte del corpo molto comoda per situare anche altri tipi di dispositivi smart. Polyera Corporation, ad esempio, ha pensato ad un bracciale smart. Il dispositivo – ancora in fase di mero progetto su carta – si chiama Wove e dovrebbe avere più o meno le stesse caratteristiche di un orologio intelligente, ma più che altro sembra ideato per un’utenza molto attenta all’abbigliamento e agli accessori, insomma per quel gruppo di persone che viene definito “fashion addicted”.

Wove
Wove Band 0.1

Nell’aspetto ricorda molto quei bracciali rigidi degli anni ’90 che si indossavano con uno “slap”, ossia schiaffeggiando il polso con il bracciale stesso (disteso). A guardare la prima immagine disponibile, il corpo dell’apparecchio, che si avvinghia intorno al polso dell’utente, sembra fatto di gomma o di metallo, ma non è così; si tratta di un materiale innovativo di cui l’azienda produttrice è proprietaria: il Polyera Digital Fabric Technology. A ricoprire gran parte della superficie del bracciale troviamo poi un sottile display fatto di e-ink (l’inchiostro elettronico). Questa GIF animata mostra più in dettaglio la struttura del device

Wove
Wove

L’obiettivo dichiarato di Polyera Corporation è di “portare il contenuto digitale nel mondo materiale” – il che significa tutto e niente. Alla gente l’azienda vuole dare la possibilità di “indossare e condividere tutto ciò che vuole”. Ma anche qui il significato è alquanto lasco. L’utente, in altre parole, avrebbe la possibilità di cambiare non solo gli sfondi del display ma anche il bracciale stesso, anche se non è ancora chiaro come questo possa avvenire. La cosa più strana è che – pare – non ci dovrebbe essere bisogno di comprare accessori extra per effettuare questa mutazione.

Wove
Wove (aperto)

Il progetto di questo wearable da polso, seppur già presentato alla stampa, si trova ancora nelle primissime fasi di sviluppo – d’altronde per ora prende il nome di Wove Band 0.1. Anche per questa ragione non si conoscono ancora molte delle sue caratteristiche tecniche – o meglio la sua configurazione hardware completa. Le uniche informazioni certe al momento sono il display: un pannello non rigido da 30 x 166 mm (con risoluzione 1.040 x 200 pixel) e il sistema operativo, che si chiama Wove OS e sarà basato su Android 5.1.

Interessante però è l’apertura alla community di developers. Polyera Corporation è alla ricerca input da utenti e sviluppatori. Chi vuole, infatti, può partecipare sin da subito allo sviluppo del progetto iscrivendosi al sito. Usando Java SDK o il Web SDK è già possibile creare app, videogame o sfondi per il Wove. Di prezzi e date di commercializzazione, ovviamente, ancora non se ne parla.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum