Il progetto è di quelli ambiziosi, ed è apparso di recente sulla piattaforma di crowdsourcing INDIEGOGO a firma dello svedese Jonathan Gustafsson. La richiesta è di 1.250.000 dollari, circa 1.120.000 euro, per avviare la produzione di un terminale che secondo il suo ideatore al momento non avrebbe concorrenti sul mercato. Uno smarthone senza compromessi, come recita lo slogan che titola la pagina del progetto. 

Symetium, lo smartphone senza compromessi
Symetium, lo smartphone senza compromessi

Symetium avrebbe specifiche da vero top-gamma e ospiterebbe l’ultima versione di Android 6.0 Marshmallow, customizzata con interfaccia proprietaria SymetiumOS. Equipaggiato con un display OLED da 5 pollici con risoluzione 1.080p (1.920×1.080 pixel), protetto da Corning Gorilla Glass 4, questo ambizioso terminale verrebbe spinto da un processore top-gamma di nuova generazione, un Qualcomm Snapdragon 820, affiancato da 6GB di memoria RAM e con una dotazione storage variabile a seconda dei modelli, 64, 128 o 256GB, espandibile di ulteriori 128GB tramite schede microSD. 

A sostenerlo, una batteria da 4.000mAh che garantirebbe un’autonomia dichiarata di 3-4 giorni. Due le fotocamere, una posteriore da 24 megapixel e una anteriore da 5 megapixel. Altoparlanti stereo frontali, presa USB Type-C, certificazione IP67 e connettività 4G/LTE le altre hot-feature. Che dire, considerate le premesse l’augurio è che la campagna di raccolta fondi finisca nel migliore dei modi.