Da poche ore le sei varianti nordamericane del Samsung Galaxy Note 7 sono state certificate dall’ente americano FCC. Questi modelli includono SM-N930V (Verizon), SM-N930A (AT & T), SM-N930P (Sprint), SM-N930T (T-Mobile), SM-N930R4 (U.S Cellular) e SM-N930W8 (Canada). Tutti dovrebbero essere alimentati dal SoC Snapdragon 821, che include una CPU quad-core e la GPU Adreno 530. Nella maggior parte delle altre regioni del mondo, il Galaxy Note 7 sarà invece – con molta probabilità – guidato dal SoC proprietario Exynos 8893.

La label della certificazione FCC
La label della certificazione FCC

Il phablet, ricordiamo, dovrebbe avere uno schermo Super AMOLED da 5,7 o 5,8 pollici, anche se un elenco preso dal sito di import-export indiano Zauba lascia uno spiraglio aperto per una versione da 6 pollici. Indipendentemente dalle dimensioni, il display avrà comunque una risoluzione 1440 x 2560. Il Galaxy Note 7 dovrebbe avere 4GB di RAM, anche se alcuni rapporti sono certi della presenza di 6GB. La fotocamera posteriore da 12 megapixel dovrebbe essere invece la stessa utilizzata dal Samsung Galaxy S7. Un sensore da 5 megapixel sembra il candidato ideale per la parte anteriore dell'unità, mentre la batteria dovrebbe essere da 4.000 mAh. Comunque manca poco ormai alla data di lancio, per cui il 2 agosto ne sapremo di più.