Differenziarsi nel mondo dei tablet non è cosa semplice: qualcuno a volte ci riesce, anche in modi alquanto bizzarri. Prendete ad esempio il nuovo tablet Remix: ad un primo sguardo distratto sembrerebbe il Microsoft Surface, ma se lo si osserva con attenzione si rivela esere tutt’altra cosa. Ultra-tablet l’hanno definito. Intendiamoci: la forma è proprio quella del Surface Pro 3, ma al suo interno non c'è Windows. Il sistema operativo che lo gestisce è una versione customizzata di Android KitKat (la versione 4.4) che prende il nome di Remix OS.

L'apparecchio – progettato da una serie di ingegneri fuoriusciti da Google – si rivolge ovviamente a quegli utenti che trovano utile e comodo Android, ma che allo stesso tempo hanno bisogno di un super-tablet da usare anche sulla scrivania o comunque di un form factor che si avvicini il più possibile all'idea di notebook. Tant'è vero che il Remix OS è stato ideato per funzionare al meglio collegato ad un mouse ed una tastiera, con accorgimenti come la taskbar e la possibilità di avere più finestre in multitasking sul “desktop”.

Remix Ultratablet by JideTechnology
Remix Ultratablet by JideTechnology

Proprio come accade per il Surface Microsoft, la tastiera del Remix si connette allo schermo attraverso un sistema magnetico, e sul retro del display troviamo un piedistallo (Microsoft lo chiama "kickstand") in grado di reggerlo inclinato.

Le sue caratteristiche tecniche sono di tutto rispetto, quasi a metà strada tra un classico tablet di fascia media ed un portatile decisamente economico: 2 GB di RAM, schermo da 11,6 pollici (con risoluzione 1.920 x 1.080 pixel) e processore Nvidia Tegra 4. A tutto ciò va aggiunto anche un hard disk (flash) da 64 GB e una superbatteria da 8.100 mAh. La porta UBS presente sul corpo dell’apparecchio non è quella di dimensioni standard, ma permette comunque di ricaricare la batteria di uno smartphone. Va anche detto, comunque, che nella confezione è presente in bundle un adattatore OTG in grado di dare all’utente la possibilità di impiegare le periferiche USB che già usa sui pc desktop o sui portatili.

L'azienda che ha prodotto il Remix tablet – Jide Techonology – vorrebbe venderlo nei prossimi mesi sul mercato americano per circa 250 dollari (la versione da 16 GB): sempre però che Microsoft non si opponga con un'azione legale reclamando una violazione di copyright viste le evidenti somiglianze tra i prodotti.