Un robot aspirapolvere smart, che è anche in grado di lavare il pavimento, ed arriva a casa super accessoriato. Si tratta di un prodotto di Rozi, brand poco conosciuto, che però promette benissimo, soprattutto considerando il prezzo super accessibile (ora lo trovi ad appena 148€ su Amazon con codice sconto “ROZIROBOT”)

Abbiamo provato Rozi TidyBot E30 in una casa per niente semplice da tenere sotto controllo: 3 gatti, 2 cani e 2 umani. Ecco i risultati del nostro test.

Robot aspirapolvere Rozi in prova: aspira, lava ed ha il telecomando

Appena è arrivato, ho apprezzato il packaging esterno: un bel cartone con maniglia. Largo, così da non essere troppo spesso.

All’interno, non solo naturalmente c’era il robot, ma anche una serie di utili accessori:

  • serbatoio polvere;
  • serbatoio acqua, utilissimo per lavare per terra;
  • due pezze per il lavaggio;
  • quattro scopettini tira polvere (se ne montano due per volta, quindi un paio è di ricambio);
  • base di ricarica;
  • una spazzola per il filtro, che integra un mini taglierino per pulire la spazzola rotante;
  • filtro antipolvere di ricambio (oltre a quello già inserito nel serbatoio polvere);
  • un telecomando;
  • batterie mini stilo per il telecomando (AAA).

Andando a dare un’occhiata in dettaglio al dispositivo – prima di provarlo – ho subito apprezzato:

  • qualità costruttiva: non mi sembra affatto delicato;
  • pulsante di avvio rapido e di accensione/spegnimento: in questo modo, se non vuoi usare il telecomando o lo smartphone, puoi far partire la pulizia in modo molto veloce, semplicemente premendo un pulsante;
  • non è troppo alto: questo implica che può andare facilmente sotto mobili, divani e letti.

La prova

Ho collegato alla presa di corrente la base di ricarica del robot, che ho acceso e posizionato sulla base. Subito dopo ho messo le pile nel telecomando ed ho provato a far partire il robot usando il suo tasto rapido (lo stesso che serve anche per accenderlo/spegnerlo e collegarlo alla rete WiFi).

Il controller è tutto sommato facile da usare: hai le due modalità di pulizia e puoi anche controllarlo come fosse una macchinina radiocomandata. Quanto sia utile questa modalità, non lo so, ma sicuramente è divertente. Naturalmente, dal telecomando puoi anche programmare la pulizia, metterla in pausa (e farla ripartire) e anche rimandare il robot alla base.

Dubito dopo la prova con il telecomando, ho collegato il robot in WiFi a Internet, così da poterlo gestire attraverso l’applicazione. Ci ho messo pochissimo: l’importante è avere cura di connetterlo a una rete con banda 2,4Ghz, unica supportata. Dall’app hai il pieno controllo del robot:

  • scegli la potenza di aspirazione: standard, bassa o massima;
  • decidi il programma di pulizia: automatica, stanza singola, spirale oppure perimetro del muro;
  • rispedisci in carica il robot;
  • lo gestisci tramite controller virtuale (come con il telecomando);
  • programmi la pulizia.

Una chicca interessante è che, sebbene il dispositivo non abbia la mappatura laser, ti permette comunque di vedere in tempo reale la porzione di stanza ripulita. In soldoni, genera ogni volta una piantina virtuale e ti mostra quanto ha pulito (oltre a segnalarti i metri quadri e i minuti di pulizia).

Il robot Rozi è compatibile con Alexa e Google Home. L’ecosistema smart di casa mia è basato sull’assistente vocale di Amazon e adesso “Robottino” (così l’ho chiamato, sfoderando tutta la mia fantasia) è parte dei dispositivi intelligenti di casa. Con la voce, puoi farlo partire e tornare alla base, anche quando sei lontano da casa, naturalmente. Ogni tanto potrebbe perdere la rete, soprattutto se il router (o il ripetitore) sono lontani, ma poi si ricollega da solo.

A livello di aspirazione, non posso proprio lamentarmi: impostando quasi sempre la modalità “smart” con motore aspirante al massimo (1800 pa), riesco a tenere a bada una casa fin troppo popolata da pelosi. Con meno di una ricarica, riesce a ripulire efficacemente la sala, la camera da letto e la stanza dei giochi dei gatti (e fidati, lì c’è da lavorare e tanto, considerando che ci sono anche i sassolini della lettiera da aspirare!).

La spazzola, oltre alle setole, ha anche delle parti in silicone: questo serve ad evitare che peli e capelli si aggroviglino in quantità. Nel caso accadesse, comunque, si possono rimuovere con lo strumento apposito in dotazione. Se la cava molto bene ad evitare gli ostacoli, ma non è un asso con i tappeti: meglio evitare che siano nei paraggi quando pulisce.

Dopo aver ripulito tutto, cambiando il serbatoio puoi anche lavare per terra. Viene suggerito di non usare detergenti, ma – ammetto – che nei robot ne uso uno particolare che fa zero schiuma: ne aggiungo pochissimo e non ho problemi. Il lavaggio è buono per una passata quotidiana. Non lava come il mocio, ovviamente, ma se lavori full time – e sai che qualcuno può dare una rinfrescata ogni giorno al pavimento – di certo sei più che felice.

Quando finisce di pulire o lavare, torna alla base senza troppi problemi. Ogni tanto fa dei giri un po’ lunghi, ma alla fine torna. Pulizia e manutenzione dei serbatoi sono operazioni semplici. Soprattutto, si sganciano molto facilmente quindi non c’è rischio di sporcarsi con la polvere. Non è granché rumoroso.

Robot aspirapolvere Rozi: giudizio finale

Approfittando degli sconti Amazon del momento, puoi portare a casa un robot aspirapolvere completo a 148€, inserendo il codice sconto “ROZIROBOT”, riservato ai lettori di Telefonino.net. Un elettrodomestico che:

  • funziona e aspira realmente, dettaglio da non sottovalutare – purtroppo – quando ci si avvicina a prodotti economici;
  • lava per terra;
  • è smart;
  • è compatibile con gli assistenti vocali Amazon Alexa e Google Home;
  • è ben accessoriato;
  • è semplice da usare e puoi sfruttarlo con: pulsante rapido, telecomando oppure smartphone.

C’è di meglio? In senso assoluto, naturalmente si, ma bisogna investire certamente di più. Invece, in questa fascia di prezzo, al momento è il più interessante e completo che ho avuto possibilità di provare. Per me Rozi TidyBot E30 è decisamente promosso: vale la cifra investita per comprarlo e anche di più.