Pochi giorni fa Sony ha presentato al mondo, attraverso un tweet sul popolare Social Network, il nuovo joypad della PS5. Stiamo parlando del famoso DualSense, rivoluzionario controller nell’aspetto e nelle funzionalità della console di casa giapponese.

PS5: un successo preannunciato dal DualSense?

La prima novità che salta subito all’occhio è il fattore estetico. Sony ha abbandonato il design del DualShock 4, che derivava – con poche modifiche – dal primo joypad lanciato all’epoca di Play Station nel 1997. Di fatto ora vi è una doppia colorazione, bianca e nera, mai vista prima. Rispetto alla “Classic Black” del DualShock 3 e 4, adesso godiamo della presenza del colore bianco che contrasta con il nero per l’80% della superficie. Tuttavia, non è solo il fattore estetico l’elemento di successo del tweet di Sony.

Con il post sul blog ufficiale, la casa nipponica ha descritto le nuove specifiche tecniche del controller di PS5. Sappiamo che avrà un nuovo feedback aptico e grilletti adattivi. Con un supporto all’audio mai visto prima su un controller, microfoni integrati, nuovi modi di interagire con l’ambiente e gli scenari all’interno dei giochi, Sony promette una esperienza di gioco innovativa rispetto al passato.

Non è un caso quindi, che il post su Twitter abbia spopolato nelle prime ore, battendo qualsiasi record di popolarità per un tweet legato ad un prodotto gaming. L’annuncio del controller è stato un successo ben maggiore di quello della console PS5.

Secondo quando dichiarato dagli utenti di NeoGAF, ad oggi ha raggiunto più di 317.000 like , battendo qualsiasi record di popolarità. Nonostante non conosciamo ancora il design della consolle, tutto sembra essere pronto per un lancio senza precedenti in casa Sony.

Ad oggi, l’hype per la nuova console sembra lo stesso che si è avuto nel 1999, quando è stata annunciata la PlayStation 2 a cavallo fra il vecchio e il nuovo millennio. Sebbene Xbox Series X abbia un hardware da PC gaming, potente come mai prima d’ora su una stazione gaming domestica, PS5 gode di un successo storico legato al branding e alla popolarità fra i millennials.

Gioco alla PlayStation” è di fatto divenuta un’espressione di uso quotidiano che indica “gioco ad una console videoludica, sia essa una Nintendo 64, una Xbox 360, una Switch o una PSOne“.

I titoli fra le due rivali, PS e Xbox, spesso si equivalgono, e ciò che farà la differenza sarà proprio l’interattività che saranno in grado di dare ai video giocatori, e il prezzo al momento del debutto.  Inutile dirlo, ma la “console-war” entra sempre più nel vivo della battaglia. Soltanto i dati di vendita e la popolarità post-rilascio sul mercato ci daranno i primi esiti dello scontro.

Fonte:Twitter PlayStation