Durante una recente conferenza dedicata agli investitori, Sony ha comunicato che PS5 Standard Edition inizierà a generare profitto a partire da giugno. Ciò significa che – a distanza di 6 mesi dall'arrivo sul mercato – gli introiti generati dalla vendita della console supereranno i costi di produzione.

Come spesso accade per le console da gioco, finora PS5 è stata venduta in perdita, un investimento destinato a generare profitto sul lungo termine, grazie alla vendita di giochi e servizi. Sebbene PlayStation 5 monti un hardware di nuova generazione, sono bastati 6 mesi per abbassare i costi di produzione e raggiungere il cosiddetto “break-even”, iniziando a generare guadagno da ogni unità vendità.

ps5

Sony fa riferimento soltanto a PS5 Standard Edition, ovvero il modello dotato di lettore ottico BlueRay. Questa versione ha un prezzo di vendità maggiore rispetto alla Digital Edition, ben 100€ in più che pare bastino per darle un vantaggio in termini di profitto.

Le vendite della nuova PlayStation 5 sono ancora viziate da importanti difficoltà produttive, causate dalla scarsa reperibilità di componenti elettroniche. Sony prevede scorte limitate almeno fino al 2022, ma nonostante ciò la console è un successo ed è seconda per numero di vendite soltanto a Nintendo Switch.

Ricordiamo che sono iniziati i Days of Play, 2 settimane di sconti su giochi e servizi dedicati a PS4, PS5 e PS VR. Vi invitiamo a seguire il nostro canale Telegram dedicato alle offerte gaming, per restare sempre aggiornati su sconti e promozioni in ambito videoludico.

Fonte:TheVerge