Il nuovo top di gamma di HTC si chiama soltanto "10" e abbandona la dicitura M che aveva portato per tre generazioni, cambiando parecchi aspetti del design e dando ascolto a quelle che erano le principali richieste avanzate dagli appassionati del marchio. Nei nostri test preliminari di laboratorio abbiamo provato proprio il flagship HTC, per capire quanto è buono, quanto si distacca dalle precedenti versioni della casa taiwanese e quali caratteristiche nasconde al suo interno.

Un primo sguardo al design
Il bordo smussato e il case in metallo rendono l’HTC 10 davvero gradevole. Come i nuovi Samsung, il device ha anche il bordo del vetro arrotondato. Una benedizione per l'utente è il tasto home "fisico" con integrato il sensore di impronte digitali posizionato sotto il display, cosa che però Samsung offre da sempre. A differenza del Galaxy S7, l'HTC 10 non è completamente impermeabile, ma è protetto contro la polvere e la pioggia (IP53, "caduta spruzzi d'acqua fino a 60 gradi rispetto alla verticale").

dida 2
Speaker e porta USB tipo C sono sul fondo del dispositivo.

Snapdragon 820? Ben ottimizzato!
HTC utilizza un display da 5,2 pollici super definito (2.560 x 1.440 pixel), come nei modelli di punta di Samsung. La precisione del colore è buona come per il Galaxy S7, ma la luminosità e il contrasto sono inferiori sia rispetto al super-luminoso display dei concorrenti coreani, sia rispetto l'iPhone 6s. Dentro il case però molte cose sono cambiate: l'HTC 10 è stato infatti uno dei primi smartphone a utilizzare il più veloce processore attuale, lo Snapdragon 820. In questo caso il lavoro di Qualcomm è lodevole, visto che il chip riscalda meno rispetto allo Snapdragon 810 dell'HTC M9. HTC ha poi snellito la sua interfaccia utente Sense, ottimizzandola dal lato prestazioni. Così facendo, il dispositivo ha una velocità percepita a volte anche superiore rispetto al Galaxy S7, nonostante quest'ultimo nei nostri test sia risultato ancora avanti.

dida 1
La fotocamera posteriore da 12 megapixel con bordo in alluminio arrotondato.

Le novità sotto il cofano
L'HTC 10 è il primo smartphone Android a poter riprodurre musica direttamente sui dispositivi abilitati AirPlay (Apple TV, altoparlanti wireless) tramite il menu di configurazione "HTC Connect". Novità mondiale numero due per l'HTC è lo stabilizzatore ottico d'immagine, ideale per Snapchat e selfie, che contribuisce a far raggiungere un buon punteggio nel test della fotocamera. Tuttavia, in questi primi test, HTC sembra non riuscire a creare il perfetto mix di sensibilità alla luce e nitidezza dell'immagine che voleva, nonostante lo stabilizzatore ottico e l'ottica luminosa (f/1.8). La fotocamera ha comunque raggiunto una buona qualità in pieno giorno, appena dietro l'iPhone 6s e il Galaxy S7, ma ben dietro le fotocamere dei migliori cellulari Moto X Force e Lumia 950 XL. Con poca luce, però, il discorso cambia completamente.

Conclusioni
L'HTC 10 è sembrato un valido smartphone. Il suo design lo distingue sicuramente dagli altri e le soluzioni tecniche adottate piaceranno molto ai fan HTC. Quale altro smartphone Android permette di ascoltare musica in streaming tramite AirPlay o ha uno stabilizzatore ottico d'immagine? Tutto questo, però, non ci sembra bastare per incoraggiare gli utenti dei Galaxy S a cambiare. In ogni caso, ci riserviamo di testarlo in maniera più approfondita per verificare effettivamente come si comporta a 360 gradi.

A seguire trovate la tabella con tutti i risultati del test. Per ingrandire
l'immagine è sufficiente cliccarci sopra.

Tabella HTC 10
Tabella Test HTC 10

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum