La famosissima PlayStation 4 di casa Sony ha raggiunto un nuovo importante traguardo nelle vendite. Ultimamente la casa produttrice nipponica aveva rivelato di aver venduto 1,5 milioni di console nei primi tre mesi del 2020; il dato faceva riferimento a tutte le diverse varianti di PS4, incluso il modello Pro, il più costoso della gamma. Adesso arriva una nuova incredibile notizia: PlayStation 4 ha venduto, fin dal suo esordio, oltre 110 milioni di esemplari. Il numero è secondo soltanto a quello delle vendite congiunte di Game Boy e Game Boy Color.

PlayStation 4: non è tutto ora quel che luccica

Nonostante un primo trimestre ottimo, bisogna considerare che da aprile lo slancio nelle vendite è rallentato. Anche solo per un confronto con lo scorso anno, notiamo una flessione delle vendite, considerato che Sony nello stesso periodo nel 2019 aveva venduto oltre 2,6 milioni di console.  Nell’intero anno fiscale che va da aprile 2019 a marzo 2020 tuttavia, le vendite sono diminuite di 4,2 milioni. È improbabile quindi che PlayStation 4 prenda lo scettro di “console più venduta di tutti i tempi”, attualmente in possesso a PlayStation 2.

Il motivo è presto detto: l’arrivo della PlayStation 5 sta cannibalizzando le vendite interne di Sony relative al modello 4 e 4 Pro. Da quando i rumor sono diventati più incessanti e pressanti, è probabile pensare che molti utenti indecisi sulla nuova console da acquistare, abbiano desistito dalla voglia di prendere una versione della quarta generazione della PS, per aspettare la PS5 di cui tanto si vocifera. Sony continua a dichiarare di essere “sulla buona strada per il lancio in questa stagione delle vacanze 2020”.

Inoltre, molti dei titoli più attesi dell’anno sono previsti anche per il rilascio su PS4 e PS4 Pro da parte di PlayStation Studios, il nuovo nome delle produzioni di casa Sony: fra questi citiamo Ghost of Tsushima, The Last of Us II e Assassin’s Creed Valhalla.

Fonte:Engadget