Google Pixel 4 sarà ufficiale in autunno insieme alla sua edizione XL. Si tratterà di uno degli smartphone più innovativi del colosso di Mountain View, sotto tutti i punti di vista: dall’hardware al design. Questa volta, Google non lascia troppo sulle spine gli utenti, rilasciando di tanto in tanto dettagli sui nuovi device: secondo le ultime conferme ufficiali, il terminale sarà equipaggiato con il riconoscimento facciale e le gesture Soli, presentate nel 2015 e attese da allora.

Pixel 4 e le gesture Soli

Dimenticate le gesture che conoscete su smartphone, quelle del progetto Soli sono completamente diverse, tanto da avere bisogno di uno speciale sensore radar per funzionare. Se proprio vogliamo fare un paragone con gli smartphone attuali, le Motion Sense di Pixel 4 potrebbero essere una versione evoluta delle Air Motion (che sfrutta un sensore 3D ToF) presenti su LG G8S.

Con il sensore radar che accompagnerà il prossimo flagship di Google sarà possibile interagire con lo smartphone, senza toccarlo, in modo naturale e profondo: gli si potrebbero impartire comandi di diverso genere. Stando al video dimostrativo (divulgato durante l’I/O 2016) si potrebbero addirittura creare password con i gesti oppure disegnare.

Il potenziale è grande, ma stando a quanto mostrato nel video teaser ufficiale, per il momento Pixel 4 potrebbe permettere di compiere azioni più semplici come cambiare canzone, gestire la sveglia e silenziare le telefonate. Al lancio, le gesture saranno disponibili solo in alcuni paesi, ma non sappiamo quali.

Oltre a questa informazione, Google conferma anche lo sblocco con riconoscimento del volto. Il Face Unlock sarà di tipo 3D e sfrutterà anche la tecnologia del sensore Soli per garantire massima affidabilità e sicurezza. L’immagine con lo schema della sensoristica presente sulla parte frontale del device svelerebbe anche un altro dettaglio: la selfie camera quest’anno sarebbe singola e non accompagnata da un sensore secondario di tipo grandangolare.

Infine, nel blog post ufficiale dedicato alle feature di Pixel 4, Google conferma anche la presenza del chip Titan M, che ormai è una garanzia di sicurezza a bordo degli smartphone del colosso di Mountain View.

Le migliori offerte di oggi per Google Pixel 4: tutti i prezzi

Fonte:Google