HMD Global dovrebbe lanciare diversi nuovi smartphone durante la prossima conferenza stampa dell’8 aprile. Sappiamo che vedranno la luce il Nokia G10, l’X10 e l’X20, oltre ad, ovviamente, diversi altri nuovi device. Nelle scorse ore, grazie alle informazioni trapelate dall’elenco di Geekbench, scopriamo quali saranno le specifiche tecniche di uno dei tre prodotti. Spoiler: il chipset di bordo è lo Snapdragon 480 5G di Qualcomm.

Nokia X20: cosa sappiamo?

Secondo i rapporti precedenti, HMD Global abbandonerà il suo precedente stile di denominazione decimale per i suoi smartphone. Ora, pare che utilizzerà un metodo di denominazione più diretto e il primo modello a godere di tale rinnovamento sarà proprio il Nokia G10. Secondo un rapporto di NokiaPowerUser, oltre al suddetto terminale, la compagnia finlandese lancerà anche l’ X10 (Scarlet Witch) e l’X20 (fast silver).

 

Oltre al processore Snapdragon 480 5G, Nokia X20 verrà fornito con 6 GB di RAM e 64 GB di storage. Funzionerà anche sul sistema Android 11. Secondo i report, il dispositivo costerà circa 349 euro ($ 416). Tuttavia, ci sarà anche una iterazione da 6 GB + 32 GB che sarà venduta per 300 euro ($ 357).

Gli ostacoli da affrontare

Il mercato degli smartphone è molto competitivo e Nokia sembra aver perso il suo tocco magico. Ricordate l’azienda negli anni ’90 o nei primi anni del 2000? Di fatto, all’epoca era la regina assoluta e indiscussa, insieme a Motorola. Dopo l’avvento di Apple però, le cose sono drasticamente cambiate.

Se oggi la compagnia spera di fare la differenza come prima, deve apportare alcune modifiche significative. È positivo che semplifichi la denominazione dei suoi prodotti ma non pensiamo che possa bastare per risanare le ferite avute in questi anni.P rima, con il vecchio sistema, molti utenti non riuscivano a distinguere i device fra loro; adesso dovrebbe essere tutto più facile.

Inoltre, l’azienda deve revisionare il suo listino prezzi. Tutti i produttori di smartphone stanno riducendo i costi per affrontare la concorrenza. Se pensiamo che anche OEM del calibro di Apple e Samsung sono molto attenti ai prezzi di vendita, questo la dice lunga sul mercato della telefonia mobile degli ultimi mesi. Insomma: di lavoro per HMD Global/Nokia ce n’è ancora molto e la strada è tutta in salita.

Fonte:ITHome