Nintendo ha appena ottenuto il suo miglior trimestre finanziario dal 2008 e ha aumentato, ancora una nuova, le sue previsione annuali. Il motivo è semplice: la Switch continua a godere di una fortissima domanda presso il pubblico  di tutto il mondo.

Nintendo: la Switch continua ad ottenere guadagni TOP

La società di giochi con sede a Kyoto ha riportato un utile operativo di 229,7 miliardi di yen ($ 2,2 miliardi), decisamente al di sopra della media di 189,6 miliardi di yen delle stime degli analisti compilate da Bloomberg. Nintendo ora prevede vendite per la ibrida della casa per tutto il 2021 pari a 26,5 milioni di unità. L’azienda ha anche aumentato le sue previsioni per l’utile operativo del 24% sulla scia di un aumento delle vendite causato dall’epidemia di coronavirus e dal titolo di maggior successo della casa: Animal Crossing: New Horizons.

La Switch ha venduto 11,6 milioni di unità nel periodo delle vacanze natalizie, con una crescita del 7% rispetto all’anno precedente. Le vendite sono rimaste forti anche nel mese di gennaio e ora, la grande N, pare che abbia una fornitura di componenti sufficiente per affrontare la domanda dei mesi a venire nonostante le carenze a livello di settore; questo è quanto ribadito dal presidente Shuntaro Furukawa. Ha aggiunto che la sua azienda non ha in programma di annunciare presto un nuovo modello.

Gli analisti Matthew Kanterman e Jitendra Waral di Bloomberg scrivono:

Senza Switch Pro e una suite di nuovi giochi come il sequel di Zelda Breath of the Wild, il 2020 di Nintendo segnerà il massimo livello con il declino del ciclo di Switch e con un anno fa difficile paragonabile in quanto i risultati del 2020 sono stati notevolmente aumentati da Covid- 19 domanda.

Nintendo ha alimentato la popolarità della console con edizioni limitate personalizzate, con la Switch Lite più economica e con una serie di titoli di successo che hanno incentivato le vendite del prodotto. La sua previsione aggiornata per il resto dell’anno è ancora considerata “troppo bassa” da Hideki Yasuda, analista dell’Ace Research Institute, che prevede che il conteggio annuale della società sia più vicino alla cifra di 28 milioni di unità vendute in tutto il pianeta. A tal proposito, l’analista di settore Serkan Toto, ha così ribadito: “Switch è passata dall’essere una console a un prodotto lifestyle “su misura” in questo periodo di pandemia da CoVid-19“.

Fonte:Bloomberg