In questi giorni si parla quotidianamente della nuova Switch Pro, la console ibrida next-gen di casa Nintendo. Stando a quanto si ipotizza, la sua presentazione dovrebbe avvenire nel corso dei prossimi mesi, contestualmente all’annuncio di Legend of Zelda 2 e Pokémon Legends Arceus. Molti insider speculavano l’arrivo del gadget nelle settimane a venire, ma il presidente di Nintendo ha ribadito più e più volte che quest’anno non ci sarà alcun aggiornamento hardware. Ora però, NateDrake, noto tipster famoso per i suoi leaks sul mondo videoludico, ha suggerito una papabile data di lancio.

Nintendo Switch Pro: nuovi dettagli

Il 2021 è iniziato alla grande per Nintendo: la compagnia ha ribadito i suoi successi avvenuti negli ultimi anni. In particolar modo, lo scorso anno è stato favoloso sul fronte delle spedizioni di console, tant’è che la Switch è stata introvabile in diversi mercati per diversi mesi. Ora, dopo un Poké-Direct frizzantissimo con un gioco di Pokémon rivoluzionario all’orizzonte, si è iniziato a parlare di Super Switch (aka Switch Pro). I rumor sono iniziati molti mesi or sono ma è soltanto nelle ultime settimane che sono diventati una costante dei giorni nostri.

La speranza di vedere un prodotto next-gen in casa Nintendo a breve sta iniziando a sparire. Di fatto, il leakster NateDrake, famoso per la sua fuga di indiscrezioni su Reddit e sul portale di ResetEra, ha affermato che la console del futuro godrà del DLSS tramite hardware e non mediante docking station. Cosa significa? Probabilmente potremo vedere la tecnologia proprietaria di Nvidia anche in modalità “portable“. Come nel modello attuale, la dock potrebbe servire per collegare l’unità ad un monitor.

Quando arriverà questa fantomatica ammiraglia?

Presto per dirlo: il tipster pensa che l’annuncio possa arrivare nel corso del primo trimestre del prossimo anno. Il debutto in commercio invece, dovrebbe essere previsto per metà 2022 o giù di lì. Il motivo? Semplice. Secondo quanto si vocifera, sembra che ci siano stati dei ritardi dovuti alla pandemia e alla crisi dei semiconduttori che sta attanagliando il mondo intero.