L’acquisizione di Bethesda da parte di Microsoft è ufficiale. Il gruppo di Redmond annuncia a sorpresa un’operazione attraverso la quale allunga le mani su ZeniMax Media, parent company in controllo delle diverse software house sotto il suo cappello. Così si apre il post firmato da Phil Spencer.

Oggi è un giorno speciale: diamo il benvenuto in Xbox a uno degli studi più acclamati dell’industria videoludica. Siamo felici di annunciare che Microsoft ha raggiunto un accordo per acquisire ZeniMax Media, la parent company di Bethesda Softworks.

Bethesda (ZeniMax) è la nuova acquisizione di Microsoft per Xbox

Che la forza bruta non sia sufficiente per vincere la console war è cosa risaputa, basta guardare al passato e a come un paio di generazioni fa Nintendo sia riuscita a distaccare le concorrenti (almeno in termini numerici) con la propria Wii, inferiore dal punto di vista tecnico. È il catalogo a fare la differenza. Con la notizia ufficializzata oggi Xbox assesta un colpo importante al rivale PlayStation, a poco più di un mese dall’esordio delle next-gen Series X e PS5, con le fasi di pre-ordine già avviate. Si attende ora un qualche tipo di contromossa da parte di Sony.

Xbox, Bethesda

La società impiega circa 2.300 dipendenti in tutto il mondo, già al lavoro con i suoi molteplici team su produzioni e franchise del calibro di The Elder Scrolls, Fallout, Wolfenstein, DOOM, Dishonored, Prey, Quake e Starfield solo per fare alcuni esempi. Le squadre di sviluppo sono Bethesda Softworks, Bethesda Game Studios, id Software, ZeniMax Online Studios, Arkane, MachineGames, Tango Gameworks, Alpha Dog e Roundhouse Studios.

Al momento non è dato a sapere né quale sia l’entità dell’investimento economico messo sul piatto per il passaggio (7,5 miliardi di dollari secondo le voci di corridoio, ma non ci stupirebbe fosse di più) né se i giochi di Bethesda/ZeniMax siano destinati a diventare esclusive Xbox e PC. In questo caso Microsoft muoverebbe il proprio scacco matto.

Aggiornamento: confermato l’importo dell’assegno staccato, pari a 7,5 miliardi di dollari.

Fonte:Xbox