Sembra proprio che occorrerà attendere un anno prima di vedere sul mercato un chipset a 5 nm costruito dal gigante taiwanese MediaTek. Molto probabilmente, il primo SoC con la nuova tecnologia arriverà nel primo trimestre del 2022 e si chiamerà “Dimensity 2000“.

MediaTek: il 2021 all’insegna dei 6 nanometri

Ricordiamo che la società di Taiwan dovrebbe presentare le nuove CPU Dimensity 1200 e 1100 domani, ma stando a quanto si legge in rete, sembra che queste siano costruite con un processo architettonico a 6 nanometri. Secondo la roadmap fornita dal tipster Digital Chat Station, le nuove soluzioni che annuncerà MediaTek saranno utilizzate dapprima da OPPO e Vivo, oltre che da Redmi.

Dimensity 2000: l’arrivo è previsto fra un anno

La prossima major release sarà nel primo trimestre del prossimo anno, quando MediaTek introdurrà il chipset Dimensity 2000 (5nm). OPPO e vivo saranno – come sempre – in prima fila per utilizzare questo chip, ma pare che anche Honor possa essere un cliente; a tal proposito, l’era “post-Kirin” inizierà presto con il V40, che, secondo gli ultimi rumor, verrà alimentato dal SoC Dimensity 1000+.

Il Dimensity 2000 potrebbe diventare il primo chipset della famiglia ad adottare il core Cortex-X ad alte prestazioni. Ad essere precisi, sarà l’X2, con CPU Cortex-A79 e core GPU Mali-G79. Notate bene: tutti e tre devono ancora essere annunciati da ARM.

L’A79 sarà presumibilmente il nucleo del SoC: cosa ci dobbiamo aspettare? Sicuramente un piccolo aumento delle prestazioni rispetto all’A78 (ma un enorme aumento di 2,5 volte rispetto ad un vecchio core come l’A73).  L’architettura successiva è “Makalu“, che dovrebbe essere il 30% più veloce dell’A78. L’unica cosa interessante che sappiamo di Makalu è che abbandonerà il supporto a 32 bit e eseguirà esclusivamente software a 64 bit. 

Ne sapremo di più  sui futuri piani di MediaTek per il 2021 e per il 2022 durante l’evento di mercoledì.

Fonte:Weibo Digital Chat Station