L’azienda britannica Vertu, che produce smartphone di lusso, è stata acquisita da un gruppo di investitori cinesi, ha riportato il Financial Times. Il gruppo orientale è composto da Godin Holdings, che ha sede a Hong Kong, e alcuni “investitori internazionali privati”. Non è chiaro però quale sia stata la cifra della transazione.

Per i consumatori interessati agli smartphone di lusso prodotti da Vertu, cambierà pochissimo, quasi nulla: il centro operativo resterà nel Hampshire, dove sono a lavoro circa 450 dipendenti. Il business sarà focalizzato ancora sui dispositivi rifiniti, ma l’amministratore delegato Massimiliano Pogliani ha deciso di lasciare il posto a qualcun altro. Secondo l’ormai ex-CEO, “è un momento opportuno per passare lo scettro di leader a un nuovo team”.

Vertu produce telefonini di lusso
Vertu produce telefonini di lusso

Il portfolio di Vertu è composto da smartphone il cui costi supera nella maggior parte dei casi le 5.000 sterline, ossia circa 7.000 euro. I terminali della collezione Signature, come Signature For Bentley e Ultimate Black, sono venduti a oltre 12.000 euro. Nel corso del 2015, la dirigenza ha annunciato di aver venduto circa 450.000 dispositivi. Il più recente Signature Touch costa 8.400 euro.