La società di ricerche di mercato OMDIA prevede che Apple possa lanciare il suo primo iPhone pieghevole fra due anni, ovvero nel 2023. Si ipotizza che questo dispositivo possa avere uno schermo OLED con dimensione compresa fra i 7,3 e i 7,6 pollici. Pare inoltre che ci sarà una sorpresa assai gradita: il supporto ad una stilo capacitiva (molto probabilmente, una Apple Pencil di nuova generazione).

iPhone pieghevole: vi piacerebbe se fosse così?

Stando ai rumor, il design dell’iPhone pieghevole sarà simile a quello del Samsung Galaxy Z Flip così che, una volta piegato, questo risulterà abbastanza compatto. Il colosso di Cupertino potrebbe utilizzare un vetro in ceramica temprato chimicamente per aumentare la resistenza alle piegature.

È stato anche riferito che Apple stia sviluppando un nuovo design della cerniera che sembra celarsi all’interno del case anziché rimanere all’esterno come avviene sul device rivale dell’OEM coreano. Questa funzionalità impedirebbe alla polvere di entrare all’interno del terminale. Lo smartphone potrebbe essere dotato di 8 GB di RAM e di 1 TB di memoria flash, e il suo prezzo si potrebbe aggirare attorno ai 1.500 dollari.

Conoscendo Apple, sarebbe davvero improbabile assistere ad un prezzo così contenuto per un prodotto così rivoluzionario. Ergo, vi invitiamo a prendere queste notizie con le dovute cautele e “con un pizzico di sale“.

Unitamente a queste indiscrezioni, arriva una notizia molto interessante grazie agli studiosi di Counterpoint Research. Stando a quanto afferma un loro rapporto, la compagnia di Tim Cook è diventata leader nel settore della telefonia e ha superato Samsung per vendite di smartphone. L’azienda ha mostrato un enorme balzo in avanti nell’ultimo trimestre dello scorso anno, mentre la posizione di Huawei si è notevolmente indebolita.

Sembra che le spedizioni di iDevice siano aumentate del 22% negli ultimi mesi. L’impennata è guidata dal rilascio della line-up iPhone 12, la prima del brand a supportare le reti mobile di quinta generazione. Inoltre, le vendite dei modelli precedenti non sono affatto diminuite, la cui domanda è stabile dopo il calo dei prezzi.

Fonte:Gizchina