Il noto fornitore di Apple, Murata Manufacturing Co, si aspetta che la domanda di smartphone abilitati alle reti 5G raggiungerà il mezzo miliardo nel corso del prossimo anno fiscale. Questa notizia arriva nello stesso momento in cui diverse aziende si stanno affrettando a conquistare la quota di Huawei all’interno del mercato globale dei consumatori.

Smartphone 5G: pronti all’invasione sul mercato?

Secondo un rapporto di Bloomberg, il più grande produttore mondiale di condensatori ceramici, nonché fornitore di Apple e di altri marchi di smartphone, prevede che la domanda di smartphone 5G-ready raggiungerà le 500 milioni di unità entro la fine di quest’anno. Questo consentirebbe ai principali OEM di tecnologia come Apple, Samsung, Xiaomi, Oppo e Vivo a combattere per conquistare il vuoto lasciato da Huawei Technologies.

Il presidente di Murata, Norio Nakajima, il mese scorso aveva dichiarato che gli stabilimenti dell’azienda non si prenderanno alcuna pausa durante le vacanze per recuperare il ritardo con gli ordini in crescita a causa delle elevate richieste del mercato. Il dirigente ha anche affermato che “la situazione è più grave con i nostri condensatori all’avanguardia per l’uso da smartphone“. Ha inoltre aggiunto che “questi produttori di telefoni stanno competendo per afferrare la nostra capacità di fornitura una volta presa da Huawei, e non sono sicuro quanto questa sia supportata dalle loro effettive previsioni di produzione. Mi sento come se il tutto fosse un po’ esagerato, e quindi mi aspetto che i loro ordini calino a febbraio e marzo“.

Il presidente del fornitore di Apple ha concluso dicendo che il settore ha raggiunto la quota di 300 milioni di smartphone 5G durante l’anno fiscale in corso e si aspetta che il prossimo anno raggiunga questa cifra arrivi almeno a 500 milioni. Inoltre, Murata si sta anche preparando a fare spese in conto capitale per tenere il passo anche con la crescente domanda.

È interessante notare che gli analisti vedono questa proiezione del capo di Murata come “troppo conservatrice“, ritenendo che la domanda di telefoni 5G, in particolare da parte di Apple, non diminuirà presto e continuerà a superare le aspettative.

Fonte:Bloomberg