L’idea dietro GranitePhone è molto semplice. Fornire un terminale progettato specificamente per la comunicazione, senza fronzoli e ammennicoli vari che potrebbero comprometterne l’integrità. A bordo di GranitePhone una versione "blindata" e completamente customizzata di Android, denominata GraniteOS, opportunamente modificata, secondo quanto dichiarato dall’azienda, per garantire elevati standard di sicurezza

Sikur GranitePhone
Sikur GranitePhone

Le comunicazioni tramite GranitePhone, infatti, utilizzano una speciale piattaforma che garantisce la criptazione dei messaggi sia in entrata che in uscita. A livello hardware, il nuovo terminale Sikur è spinto da un processore a 64bit Qualcomm Snapdragon 615, affiancato da una GPU Adreno 405, 2GB di memoria RAM e 16GB di spazio per app e dati. Lo schermo è da 5 pollici con risoluzione 1.080p (1.920×1.080 pixel). GranitePhone è sostenuto da una batteria da 2.700mAh e dotato di due fotocamere, una posteriore da 16 megapixel e una anteriore da 8 megapixel. 

 

Insomma, un device pensato soprattutto per l’utenza business e per chi ha a particolarmente a cuore l’integrità della propria privacy. Prezzo di listino 999 dollari. Al momento in pre-order a 849 dollari, circa 760 euro. Decisamente costoso ma si sa, la sicurezza non ha prezzo!