Appaiono su Twitter nuovi interessanti render dei prossimi Google Pixel 4. Non si tratta di nuovi leak, lo precisiamo subito, ma di immagini realizzate da un artista sulla base dei rumor più accreditati circolati in rete negli ultimi mesi sui prossimi flagship del colosso del web.

Google Pixel 4: lato B

Il retro dei Google Pixel 4 non dovrebbe riservare più grandi sorprese. Qui è presente la tanto odiata, almeno quando si parla di iPhone 11,  sporgenza quadrata della fotocamera, che sembra invece piacere molto ai produttori di smartphone. In questa gobba, posta in alto a sinistra, trovano posto due fotocamere, un sensore normale e un teleobiettivo, insieme a un sensore 3D ToF. In linea con i precedenti render, e immagini non mostrano alcun sensore d’impronte digitali posteriore, che potrebbe essere posizionato in-display, o sostituito con un software per il riconoscimento facciale. Il classico logo di Big G è posizionato in basso al centro, sul retro del device.

Google Pixel 4

Google Pixel 4: parte frontale

La parte frontale dei Google Pixel 4 vede le due fotocamere frontali posizionate sulla cornice superiore del device (quindi non ci sarà il notch) e questo anche sul Google Pixel 4 XL. Sullo stesso bordo superiore trovano spazio anche l’auricolare e un sensore extra (per le gesture, affermano alcune voci).

Questo sovraffollamento fa sì che la dimensione delle cornici del Pixel 4 sia irregolare: la parte superiore è la più spessa di quella inferiore (che risulta assottigliata rispetto a quella dei Pixel 3). I bordi laterali sono infine i più sottili. Presente inoltre una barra di navigazione in stile Android Q.

Google Pixel 4: colori

In queste immagini render, i Google Pixel 4 vengono mostrati nel classico colore bianco, ma precedenti leak avevano rivelato la presenza di altre due opzioni di colore: Just Black e Mint Green. In tutte le versioni la gobba della fotocamera è sempre nera, ma ogni versione il pulsante di accensione ha un colore diverso in contrasto: giallo nella versione verde menta, blu nella versione bianca e bianco nella versione nera.

Fonte: Twitter