Google Pay potrebbe finalmente essere pronto a sbarcare anche in Italia. Niente di ufficiale, ma la pubblicazione – e conseguente rimozione – di alcuni video tutorial pubblicati da Big G su YouTube potrebbero lasciarlo pensare.

Google Pay spiegato in Italiano

I contenuti sono certamente stati resi pubblici per errore, ma sono rimasti visibili per un tempo sufficiente a far notare e lasciar pensare che il celeberrimo sistema di pagamenti contact less sia pronto ad arrivare anche da noi.

Finalmente, oseremmo aggiungere. Apple Pay è disponibile nel nostro paese da più di un anno. Per l’esattezza, è sbarcato da noi il 17 maggio 2017. In poco tempo è cresciuto, diventando un comodo strumento di pagamento e riuscendo a vincere lo scetticismo dei più.

Attualmente in Italia l’unico sistema di pagamenti contactless NFC basato su Android – in grado di fronteggiare l’avanzata di Apple – è Samsung Pay. Come è facile intuire, si tratta di una feature riservata esclusivamente ai possessori di uno smartphone del colosso sud coreano.

L’arrivo di Google Pay in Italia renderebbe accessibile a tutti gli utenti Android la possibilità di utilizzare smartphone e smartwatch per pagare i propri acquisti. Tuttavia, il sistema tarda ad arrivare da noi.

La speranza è che l’esistenza di un video tutorial in Italiano sia il segno inequivocabile che lo strumento di pagamento sia pronto a fare il suo ingresso nel mercato italiano. Del resto, un contenuto che ne spieghi il funzionamento dovrebbe essere l’ultimo dettaglio di cui preoccuparsi in questi casi.

Google potrebbe annunciare la novità durante il prossimo evento

Fra pochi giorni, il 9 ottobre, Big G terrà il suo tradizionale evento autunnale di presentazione dei nuovi prodotti. Chiaramente, i più attesi fra questi sono gli smartphone Google Pixel 3 e Pixel 3 XL.

Quello che si potrebbe subodorare è che l’azienda abbia in mente, durante l’evento, di annunciare l’arrivo di Google Pay in nuovi paesi. Se così fosse, è altamente probabile che fra questi ci sia anche l’Italia.

In mancanza di altre indiscrezioni, non resta che aspettare. Manca poco meno di un mese ormai.