Con l’aiuto di alcuni adorabili piccoli personaggi ora puoi creare canzoni festive natalizie per condividerle con amici e familiari: ecco come funziona il nuovo esperimento Blob Opera di Google.

Blob Opera: come funziona

Sebbene il 2020 sia stato un anno triste, questo non significa che non possiamo concluderlo con una nota positiva. In effetti, il nuovo esperimento di apprendimento automatico di Google, chiamato Blob Opera, mira proprio a questo. Infatti, con l’aiuto di alcuni adorabili piccoli blob, chiunque potrà creare canzoni di Natale e condividerle chi vuole.

L’esperimento ti dà il controllo su quattro Blob che rispondo a diverse voci d’opera lirica (dal basso al soprano) e per creare la tua canzone basterà semplicemente trascinare i personaggi su, giù e lateralmente. Mentre ci si sposta per modificare il tono, i Blob festosi cambieranno il suono della voce: se vuoi provare, ecco il link diretto a Blob Opera.

Il bellissimo esperimento di Google rende omaggio ed esplora lo strumento musicale più importante, vale a dire la voce. Per questo, il colosso di Mountain View ha sviluppato un modello di apprendimento automatico basato sulle voci di quattro cantanti lirici (il tenore, Christian Joel, il basso Frederick Tong, il mezzosoprano Joanna Gamble e il soprano Olivia Doutney), così da creare un esperimento coinvolgente per tutti, indipendentemente dalle abilità musicali.

Se non sei dell’umore giusto per comporre la tua canzone, potrai comunque lasciare che i Blob festosi facciano il lavoro per te, convincendoli a cantare alcune classiche canzoni festive come Jingle Bells o Silent Night.

Fonte:Google